Politica estera Archive

Trump rivoluziona l’apparato Usa

Trump ha rimosso il presidente del Joint Chiefs of Staff e il direttore della National Intelligence (ovvero la CIA) dai membri regolari del comitato.

Trump e l’ombra di Kissinger

Kissinger pare rivesta il ruolo di consigliere non ufficiale di Trump in materia di politica estera. Negli ultimi mesi, una serie di riunioni interessanti.

Stati Uniti e Cina sono entrambi impegnati in lotte di potere interne tant’è che il mondo dovrà aspettare

Quando queste lotte di potere saranno finite, allora ci si potrà aspettare le grandi riforme della FED, ONU, FMI, EU, ecc per iniziare sul serio.

“DONALD” STA PER FINIRE COME VIRGINIA RAGGI?

Da giorni vediamo come Trump si sia incartato in un conflitto non necessario contro la potente magistratura, per un bando d’entrata da sette paesi islamici.

Il patto tra Washington e Madrid

Mentre tutti i governi occidentali si sono affrettati da subito ad appoggiare la Clinton, la Spagna ha da subito espresso appoggio a Trump.

Il trucco per cui i francesi voteranno di nuovo un socialista. Dei Rotschild

Perché nessuno si illuda, la Le Pen non andrà mai all’Eliseo. Anche se oggi è al primo posto nelle preferenze degli elettori.

Romania, governo “battuto” dalla piazza. Ritirate le leggi “salva corrotti”

Ritirato il controverso decreto sulla depenalizzazione dell’abuso di ufficio e di altri reati di corruzione, un ‘regalò ai tanti politici, funzionari...

P.C. Roberts: Il Suicidio della Sinistra

La deriva della sinistra americana, ormai ridotta a ragionare per appartenenza. Il suo obiettivo è unicamente quello di attaccare l’avversario politico.

Il partito di Donald Trump all’attacco dell’indipendenza della Federal Reserve: “Stop ai negoziati vincolanti per Stati Uniti”

"La Federal Reserve deve cessare tutti i tentativi di negoziare norme vincolanti che ostacolano le imprese americane" nei consessi internazionali.

Zero Hedge: Negli Stati Uniti È in Corso una “Rivoluzione Colorata”

Il Presidente eletto rischia di essere rovesciato, e contrattaccare duramente e rapidamente, agitando i numerosi scheletri nell’armadio dello Stato.

Trump mette alla porta i lobbisti e i lobbisti entrano dalla finestra

Dal giorno della sua elezione Trump ha smussato alcuni spigoli della campagna elettorale ma non ha mai mollato la presa sui “grandi interessi” del Paese.

Craig Roberts: la Dichiarazione di Guerra di Trump

Il breve discorso inaugurale del presidente Trump è stato una dichiarazione di guerra contro tutto l’establishment americano al potere. Tutto.

Il diritto a godere della pace: utopia o realtà?

Gli Stati UE ha votato contro l'approvazione della dichiarazione ONU, tra i favorevoli si annoverano anche molti rappresentanti di regimi non democratici.

Erdogan cambia la Costituzione e si fa “sultano”

Erdogan cambia la Costituzione e si incorona “sultano” della Turchia, coronando il sogno che inseguiva da anni di divenire il monarca assoluto del Paese.

Orban vuole “spazzare via” Soros

Dopo la Russia, anche l’Ungheria potrebbe decidere di espellere le Ong legate a George Soros, ritenute rischiose per la sicurezza nazionale.

Irlanda del Nord, la scommessa del Sinn Fein

Una grave crisi politica è esplosa nei giorni scorsi in Irlanda del Nord in seguito alle dimissioni improvvise del vice primo ministro nel governo di unità.

Gentiloni e Alfano umiliati dal governo di Tobruk

Il governo italiano ha scelto di seguire la strategia politica ONU, autoritaria e noncurante della volontà popolare, per obbedire al disegno USA.

Donald Trump e il Brexit

Sarà hard Brexit, forse. La strada per una totale uscita dalla porta di Bruxelles pare essere quella imboccata dallo staff di Theresa May.

Tremonti alla prima di Trump: “È la fine della globalizzazione”

Tremonti è l'unico italiano ad essere stato invitato all'Inauguration Day. "Questa data ha una portata storica simile alla caduta del comunismo".

Tunisia: 6 anni dopo un quasi-rivoluzione, un interregno che non finisce mai

Quella che i media europei si sono affrettati a battezzare stupidamente "Rivoluzione dei gelsomini", rapidamente ha emanato odore di putrefazione.

VANA AUTOASSOLUZIONE di OBAMA

Obama si congeda con una lezione generica di "democrazia", recitando la parte di un grande statista che lascia un Paese che scoppia di salute e stabilità.

Venezuela: il Parlamento prova a destituire Maduro. Il TSJ ribadisce che l’Assemblea Nazionale non possiede questa facolta’

La manovra delle forze di opposizione, ispirata al golpe istituzionale avvenuto in Brasile ai danni di Dilma Rousseff, era già stata provata l’anno passato.

Sei licenziato! Donald Trump dimette i diplomatici di Obama

Donald Trump licenzia unilateralmente tutti gli ambasciatori di Obama. Questo gli permetterà di creare un nuovo gruppo di diplomatici.

Chi e’ Julio Borges, il nuovo presidente dell’Assemblea Nazionale venezuelana?

Julio Andrés Borges Junyent, fondatore del partito Primero Justicia (PJ) e deputato per lo Stato Miranda, ha ricevuto la conduzione dell’Assemblea Nazionale

USA, il Congresso di Trump

Con l’insediamento ufficiale del 115esimo Congresso degli USA, il Partito Repubblicano americano avrà a disposizione un’ampia maggioranza.

La triste uscita di scena di Obama

Si chiude la corsa di quello che il Washington Times definì "il peggior presidente della storia". Ma l'uscita di scena è peggiore dell'ingresso.

Russia, da Usa accuse infondate: Lavrov propone espulsione 35 diplomatici americani

"Agiremo secondo il principio di reciprocità" sottolinea Lavrov. Il ministro propone anche di vietare agli Usa l'uso "di due strutture a Mosca".

Fallito il piano per sabotare Trump

Per i democratici che speravano in un “tradimento” dei grandi elettori repubblicani ai danni di Donald Trump si tratta di una débâcle senza appello. Il Collegio Elettorale ha infatti ufficialmente incoronato Trump nuovo Presidente degli Stati Uniti d’America, certificando il risultato delle elezioni dello

Non c’è due senza tre…

“Lei definisce Trump come “ fuori sistema”, ma le sue prime nomine tra banchieri di Wall Street e petrolieri ci dicono il contrario. Quando parlo di sistema non mi riferisco al sistema economicocapitalista, ma a quello politicomediatico, per il quale Trump era un corpo

Le elezioni francesi nel mondo della paura

C’è un appuntamento elettorale previsto per il 2017 che, più di tutti gli altri, preoccupa gli studiosi di integrazione europea: è quello delle presidenziali francesi, con la prima tornata in calendario per il 23 aprile e il ballottaggio fissato per il 7 maggio. Già

“Trump aiutato da Putin” e altre fake news – Lotta senza esclusione di colpi in Usa

“Brutale machtkampf in  den Usa”, brutale lotta di potere in Usa: così il Deutsche Wirtschaft  Nachrichten titola l’attacco della Cia a Donald Trump, il presidente non ancora insediato.  Il Washington Post – punta di lancia di questa lotta  senza esclusione di  colpi – ha

Un segretario di Stato che cambia equilibri

Si sono alzate di molto le quotazioni per Rex Tillerson al ruolo di Segretario di Stato della Casa Bianca. L’impennata è avvenuta questa settimana, quando lo scorso martedì il Presidente eletto Donald Trump ha incontrato formalmente Rex Tillerson, mentre contemporaneamente sono scese le quotazioni

La ‘Battaglia di Berlino’ sarà l’ultima del globalismo

Wayne Madsen  Foundation Strategic Culture 02/12/2016 Il presidente del Parlamento europeo Martin Schulz ha smesso di lavorare a Strasburgo e punta a una carica più alta a Berlino. Schulz, che nel 2003 fu paragonato dal Primo ministro italiano Silvio Berlusconi a una guardia di

Cuba, il primo errore di Trump

di Fabrizio Casari Il neo-eletto presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha riservato parole acide, volgari e senza senso nei confronti di Fidel Castro. Insultare chi ormai non può rispondere a tono, versare veleno sui resti di un uomo molto migliore di lui rappresenta

Il nazional-liberismo firmato Trump

Liberismo nazionalista. Così potrebbe essere descritta l’agenda per l’economia americana stilata da Donald Trump. Il nuovo Presidente eletto degli Stati Uniti è intenzionato a rispettare quanto detto in campagna elettorale. “Gli Usa ridurranno sostanzialmente le tasse e la regolazione sulle imprese, ma ogni azienda