Armamenti Archive

L’Iran richiede il disarmo nucleare a livello globale

Per rafforzare la necessità di un disarmo nucleare, il ministro iraniano ha affermato che tali ordigni non hanno nessuno scopo.

Gli USA hanno usato uranio impoverito in Siria

Nonostante tutti i giuramenti che non avrebbero usato armi con uranio impoverito (DU) nell’ operazione militare in Siria, gli USA ne hanno ammesso l'uso.

Militari all’uranio

La giornalista d’inchiesta Mary Tagliazucchi e Domenico Leggiero, consulente della Commissione Parlamentare, spiegano il muro di omertà.

La Cina schiera ICBM al confine della Russia

La scelta della zona per schierarvi i missili non è opportuna dal punto di vista militare per puntarli contro il territorio russo.

TUTTE LE PORTAEREI USA IN CANTIERE. PER RENDERLE INVULNERABILI?

Apparentemente, i russi hanno la capacità di spegnere i sistemi operativi delle nostre navi e portaerei il cui apparati elettrico funziona a cavi di rame.

Obama, il mercante d’armi

Quella di Barack Obama passerà alla storia come l’amministrazione americana che ha venduto più armi nel mondo e sopratutto ai Paesi in via di Sviluppo.

Cosa ha spinto la Russia ad intervenire in Siria?

In Siria, l’esercito russo ha creato un potente sistema C4I (controllo, comunicazioni, computer, informazioni e interoperabilità) da ricognizione e attacco.

Gli ufficiali turchi affermano che i TOW statunitensi li decimano

Blindati turchi danneggiati gravemente da missili TOW, che negli ultimi anni sono “improvvisamente” apparsi nelle mani dei terroristi dello SIIL.

Gentiloni: da pacifista militante a finanziatore di dittatori e guerre

ifferenze enormi tra il Gentiloni No ware No Nuke e il Gentiloni Pd. Ad agosto a Washington con l’amica-sorella-compagna Roberta Pinotti, molto probabilmente riconfermata ministra della difesa, offre agli Usa il consenso all’utilizzo della base di Sigonella per gli attacchi in Libia con i

F-35 B, UFFICIALE: IDENTIFICATA STAFFETTA DIFETTOSA, IL VELIVOLO PUÒ PRENDERE FUOCO IN VOLO

(di Franco Iacch) 21/12/16 Una staffetta di sicurezza difettosa nella stiva interna delle armi di un F-35B ha causato un incendio sulla piattaforma tattica dei Marine lo scorso ottobre. Il problema è già noto, ma riguarderebbe l’intera linea della versione B già prodotta. Secondo

Dopo la visita della Pinotti, Fincantieri propone ai sauditi navi da guerra

Siamo stati tra i primi a darne notizia su Unimondo. Lei, o meglio il suo Ministero, lo aveva subito smentito minacciando querele. A loro dire la visita a Riyad e i colloqui col principe saudita e ministro della Difesa sarebbero stati solo “politico istituzionali”.

L’America ferma le armi per i sauditi

Diecimila morti, una guerra lunga oltre venti mesi che ha fatto aumentare del 200% i dati sulla malnutrizione, con un ospedale su due che ha smesso di funzionare, bombardato o semplicemente senza più fondi per andare avanti. Secondo dati recenti quattordici milioni di persone,

F-35 non vola (causa pioggia). Ma Trump lo cancellerà davvero?

“Il programma F-35 e il suo costo sono fuori controllo – ha twittato The Donald il 12 dicembre. – “Si potranno risparmiare miliardi di dollari in acquisti militari (ed altri) dopo il 20 gennaio”. Pochi giorni prima aveva criticato il costo del nuovo Air Force

Il Congresso USA pianifica 350 mln di aiuto militare a Kiev

Questa settimana il Congresso potrà approvare un nuovo piano di aiuti al governo di Kiev, pur fra le incognite della nuova presidenza Trump. Secondo una fonte del Comitato del Senato USA per le Forze Armate, il Congresso americano è pronto a destinare 350 milioni

Dove sono finite le armi di Gheddafi?

Il 20 ottobre del 2011 veniva giustiziato Muhammar Gheddafi e con lui se ne andava definitivamente un pezzo recente della storia libica. Ma soprattutto se ne andava uno dei regimi più longevi, e stabili, del continente africano. Stabilità che oggi è diventata un miraggio.

Spese militari: quei 64 milioni al giorno per caccia, missili e portaerei

La corsa agli armamenti è aumentata negli ultimi anni. Stimati in più di 23 miliardi gli investimenti per il 2017. Il record di Bersani: dal 1993 è  il ministro che ha destinato più risorse di GIANLUCA DI FEO SULLA CARTA nascono come navi a

Via l’esercito. Meglio una difesa non militare e non violenta

Due giorni di lavoro a Trento per la difesa civile e nonviolenta: 4 e 5 novembre. Sono stati infatti convocati, dalle sei reti nazionali promotrici della Campagna “Un’altra difesa è possibile”, gli Stati Generali della Difesa civile non armata e nonviolenta. Occasione di approfondimento

“La Turchia non avrà mai armi russe”

“L’aviazione turca ha adottato l’Aerospace and Missile Defense Concept nel 2002 e ha avviato lavori di progetto su un sistema di difesa missilistico integrato (…). La Turchia è un alleato della Nato e ospita comando della Nato Forze terrestri a Smirne” è quanto si

Lo scudo antimissile non può salvare gli Stati Uniti

Ma può permetterne il primo colpo nucleare Tsargrad TV 13 ottobre 2016 – Russia Insider I tamburi della terza guerra mondiale battono più forte. Al forum di sicurezza di Pechino, i rappresentanti degli Stati Maggiori di Russia e Cina, Viktor Poznikhir e Cai Yingting,

Inchiesta sulle armi italiane in Arabia Saudita

La Procura di Brescia apre un’inchiesta sulle armi italiane all’Arabia Saudita. Soddisfazione da parte della Rete per il Disarmo. La Procura di Brescia ha da qualche settimana dato avvio ad un’inchiesta relativamente alle forniture di bombe ‘made in Italy’ verso l’Arabia Saudita, con ipotesi

Gli Usa concedono a Israele 38 Mld di aiuti militari

di Salvo Ardizzone Israele e Usa chiudono un accordo su un nuovo programma di aiuti militari: in dieci anni Washington fornirà assistenza per 38 Mld di dollari. Dopo una lunga trattativa, Stati Uniti e Israele hanno chiuso l’accordo per un nuovo programma decennale di

Il Pentagono non sa dove sono finiti $6.5 trilioni di dollari

di Maria Grazia Bruzzone. con nota preliminare aggiunta da Pino Cabras NOTA PRELIMINARE L’articolo di Maria Grazia Bruzzone che vi proponiamo racconta di cifre pazzesche inghiottite dalla Casta più vorace del pianeta: il complesso militare-industriale nordamericano. 6,5 trilioni di dollari significa 6.500 miliardi o,

Un nuovo record per Obama: 115 miliardi di dollari di armi all’Arabia Saudita durante la sua presidenza

Gli accordi tra gli Stati Uniti e l’Arabia Saudita per la vendita di armi durante l’amministrazione del presidente Barack Obama hanno raggiunto un totale di 115 miliardi di dollari,  superando il record di tali accordi degli ultimi 71 anni, riporta Reuters, citando un rapporto

India, scoppia lo scandalo Scorpene: sulla rete 22.400 pagine classificate sui sottomarini acquistati dalla Francia

22.400 pagine classificate contenenti informazioni tecniche sui sottomarini classe Scorpene che la Francia sta costruendo per l’India, pubblicate sulla rete dalla stampa australiana. Parigi ha ufficialmente aperto un’inchiesta per quello che è stato definito come lo “scandalo Scorpene”. Un effetto domino che potrebbe fare

S-300, lo scudo contro l’imperialismo Usa

Pochi sistemi d’arma hanno conosciuto la notorietà dell’S-300 russo, soprattutto dopo la vendita all’Iran e al suo dispiegamento in Medio Oriente dopo l’abbattimento del Su-24. Senza voler entrare nei dettagli (sarebbe un discorso assai specialistico e poco comprensibile), si tratta d’un sistema superficie/aria a

Altri droni italiani per le infinite guerre mediorientali

I più moderni aerei senza pilota made in Italy alle belligeranti petromonarchie arabe. Durante il Farnborough International Airshow in corso in Gran Bretagna, i manager della holding militare-industriale Leonardo-Finmeccanica hanno comunicato che un numero imprecisato dei droni “Falco Evo”, la versione evoluta del sistema a

Le industrie d’armi e il paradiso olandese

Secondo il SIPRI, il 40% della corruzione mondiale deriva dal commercio bellico Sei delle prime dieci multinazionali che producono armamenti hanno sede legale o struttura societaria in Olanda. Un atteggiamento “cinico” secondo i curatori del report Tax evasion and weapon production, in un contesto dove la tassazione

Daesh cerca bombe sporche?

All’inizio del 2016 del materiale radiologico è scomparso nel territorio dell’Iraq ed una grossa preoccupazione è stata quella che fosse stato Daesh a sottrarlo per poter studiare ed elaborare un RDD, Radiological Dispersal Device, una bomba c.d. sporca da fare detonare con del semplice

Russia, è l’ora della verità per il T-50: lunedì si alzerà in volo il prototipo finale

Tra poche ore conosceremo le reali capacità della prima piattaforma di quinta generazione della Russia. Lunedì prossimo, 20 giugno, l’ottavo prototipo del T-50 PAK-FA della Sukhoi si alzerà in volo in configurazione finale prospettica. L’ultimo T-50, completamente equipaggiato con i sistemi previsti nelle specifiche

La ministra Pinotti madrina dell’italica flotta del Qatar

In Afghanistan, Iraq, Siria e Libia a combattere il Califfo e intanto affari miliardari con i suoi emiri protettori. La diplomazia italiana conferma la sua vocazione a stringere le alleanze più controverse mentre le aziende leader del complesso militare-industriale firmano lucrosi contratti con il

L’F-22 ha poche possibilità contro il T-50 russo

Che fantastico modello virtuale vincerebbe se (Dio non voglia!) i caccia stealth di 5.ta generazione F-22 statunitense e T-50 russo ingaggiassero una battaglia aerea! Sarebbe mozzafiato. Ma c’è ben altro a ciò che appare. Non tutte le armi saranno furtive. Alcune non ne hanno

Missioni militari all’estero: 1,2 miliardi per il 2016

«Nessun cambio di prospettiva rispetto al passato: ancora centinaia di milioni destinati a missioni armate e solo le briciole a progetti di cooperazione civile»: è la pesante critica della Rete per il Disarmo sul Decreto Missioni del governo. «E ancora una volta la negativa

Più missili in Europa dell’Est contro la Russia

Turchia, Romania e Polonia sono d’accordo: è necessario incrementare il sistema missilistico Nato in Europa dell’Est. Perché? Per difendere il Vecchio continente dall’atteggiamento “aggressivo della Russia”. “Il sistema missilistico Nato dovrebbe essere ampliato in modo significativo per proteggere al meglio la popolazione dell’Europa dell’Est”

I piloti russi si addestrano in Crimea a distruggere lo scudo missilistico ai confini della Russia

Senza dubbio parte, ma non solo, delle promesse “adeguate” risposte alle provocazioni della NATO. Il nuovo poligono aerospaziale russo in Crimea sarà un luogo unico per l’addestramento dei piloti di bombardieri Su-24M e Tu-22M3 nel tiro e bombardamento contro obiettivi navali e terrestri. Come

Air Force, pubblicata dottrina strategica fino al 2030: nessun nuovo caccia, ma sarà prodotto un misterioso drone

Si chiama “Penetrating Counterair” o PCA ed è l’unica piattaforma, ancora coperta da segreto militare, che entrerà in servizio con l’Air Force entro il 2030. E’ stata pubblicata poche ore fa, la nuova strategia ufficiale dell’Aeronautica statunitense per i prossimi 15 anni. Nelle linee