Medio Oriente Archive

“Israele ha istituito un regime di apartheid”: il rapporto delle Nazioni Unite che l’Onu non approva

Il rapporto è un'"analisi dettagliata della legislazione, delle politiche e delle pratiche di Israele", che mette in evidenza "un regime di apartheid".

L’equilibrismo è finito: quello che Elor Azaria ci ha insegnato su Israele

Per alcuni la condanna per “omicidio preterintenzionale” del soldato dell’esercito israeliano sta concludendo la posizione israeliana sui diritti umani.

In Palestina aumentano le demolizioni delle abitazioni da parte di Israele

Il gruppo per i diritti umani B’Tselem ha riferito che il numero delle abitazioni abbattute è il più alto degli ultimi 12 anni.

Stato di Palestina. Trump pensa di abbandonare la soluzione dei Due Stati

Al faccia a faccia di oggi alla Casa Bianca pesano le improvvise dimissioni del consigliere Usa per la sicurezza nazionale Michael Flynn.

LE PREOCCUPAZIONI DELLA DINASTIA SAUDITA

Per comprendere l’Arabia Saudita è necessario prendere in considerazione le tre regioni fondamentali che la costituiscono.

Rapidi cambiamenti radicali in Medio Oriente

E’ stato annunciato di recente che l’Egitto riceverà un milione di barili di petrolio al giorno dall’Iraq. I Sauditi avevano interrotto le forniture.

2016, anno record di minorenni uccisi da Israele

Secondo l’ong Defence for Children International - Palestine, sono 31 i giovanissimi palestinesi morti per mano dell’esercito israeliano (81 i feriti).

Siria, parte la ricostruzione di Aleppo

A prendere leggermente vita sono i negozi che stanno riprendendo l’attività con quanto a disposizione. Alcuni lavoratori sono tornati alle fabbriche.

Israele, l’incoraggiamento dei vertici alle esecuzioni senza processo

Human Rights Watch ha analizzato le dichiarazioni dei vertici politici e militari, concludendo che questi incoraggiano le uccisioni dei palestinesi.

Iran, tra i luoghi più sicuri del Medio Oriente

Teheran è il luogo più ovvio per celebrare il Natale, gli iraniani amano il Natale ed è anche uno dei luoghi più sicuri in Medio Oriente per i cristiani.

Perché la risoluzione dell’ONU contro gli insediamenti illegali israeliani non è sufficiente

Il progetto israeliano si differenzia. Ha mantenuto i palestinesi apolidi e senza i diritti che derivano dall’avere una cittadinanza in uno stato autonomo.

Onu a Israele: “Stop nuove colonie nei territori”. E per la prima volta Usa astenuti

La risoluzione è passata con 14 voti a favore. A sorpresa non c’è stato il veto statunitense Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha approvato una risoluzione che chiede ad Israele di porre fine alla sua politica di insendiamenti nei territori palestinesi, inclusa

Israele legalizza 4mila abitazioni di coloni ebrei

In Cisgiordania Israele si prepara a legalizzare 4mila abitazioni di coloni ebrei; è quanto emerge da una bozza di legge che ha ricevuto il consenso preliminare dei parlamentari della Knesset. Il provvedimento, presentato dal ministro dell’Istruzione Naftali Bennet, dovrà passare per il voto dell’aula,

Perchè brucia Israele ?

Il paesaggio rurale di Israele è saturo di alberi di pino. Questi alberi sono una novità per la regione. Quegli alberi di pino vennero introdotti nel paesaggio palestinese nei primi anni ‘30 dal Fondo Nazionale Ebraico (KKL/JNF) nel tentativo di “rivendicare quella terra”. Nel 1935,

Situazione idrica a Gaza allarmante

La Banca Mondiale ha denunciato il drammatico peggioramento della crisi idrica nella Striscia di Gaza, definendo la situazione nell’enclave palestinese “allarmante”. In una dichiarazione rilasciata la scorsa settimana dalla Banca Mondiale, il funzionario dei servizi igienico-sanitari Adnan Ghosheh ha dichiarato che solo il 10

Turchia, arrestati parlamentari e leader del partito curdo. Autobomba a Diyarbakir: 30 feriti

Un blitz antiterrorismo contro parlamentari del partito pro-curdo, social media bloccati e un’autobomba a Diyarbakir, la più grande città turca a prevalenza curda. Sono le notizie che arrivano questa mattina dalla Turchia. Il ministero degli Interni ha fatto sapere che alcuni parlamentari del partito pro-curdo sono

Hezbollah: combattere “ribelli” parte del conflitto con Israele

Il vice segretario generale di Hezbollah, lo sceicco Naim Qassem ha dichiarato che la Resistenza combatte i terroristi takfiri in Siria al fine di proteggere il suo popolo e come parte del suo conflitto con l’entità sionista. Sheikh Qassem ha ritenuto che la fermezza

L’ambiguità di Obama su Israele e Palestina

A meno di un mese dalle elezioni presidenziali, Barack Obama sa che non ci sarà un altro momento per marcare la mano sulla questione palestinese. Solo qualche settimana fa il governo degli Stati Uniti ha stanziato un pacchetto di 38 miliardi di dollari destinati

I Pink Floyd si uniscono per sostenere le donne arrestate per Gaza

David Gilmour, Nick Mason e Roger Waters hanno rilasciato una dichiarazione a sostegno degli attivisti che si oppongono all’assedio di Gaza da parte di Israele e che sono stati arrestati questa settimana The Guardian Erano 11 anni che i Pink Floyd non si riunivano,

Szymon Perski o il crimine dal volto umano Come un necrologio per Shimon Peres

L’attesa morte di Shimon Peres questo 28 settembre alla rispettabile età di 93, solleva ovviamente un coro unanime di lode all’ “operatore di pace”. Purtroppo, dobbiamo rompere questa unanimità. Szymon Perski era fin dalla sua giovinezza un cane dia guerra, ma un cane furbo, una vera

Egitto: parà russi in arrivo tra poche ore

(di Franco Iacch) 04/10/16 Tra pochi giorni alcuni reggimenti paracadutisti russi saranno trasferiti in Egitto per partecipare ad una manovra congiunta con l’esercito della Repubblica araba. È quanto conferma il Comando della Forze Aerospaziali russe. “Per la prima volta nella storia, paracadutista russi totalmente

Autorità palestinese: sospese le elezioni comunali

L’Autorità palestinese ha sospeso le elezioni comunali previste per la fine del mese in Cisgiordania. Nel corso di un incontro settimanale tenuto oggi nel nord della città cisgiordana di Hebron, il governo palestinese con sede a Ramallah ha ordinato il rinvio di sei mesi delle

Come Shimon Peres rubò la bomba atomica

Richard Silverstein, Mondialisation.ca, 23 settembre 2016 Shimon Peres, l’ex-presidente d’Israele, subì un “infarto” qualche giorno fa, rimanendo ricoverato in ospedale in gravi condizioni (fino al decesso, il 28 settembre. NdT). È tempo di fare il punto su questa figura importante fin dalla proclamazione dell’indipendenza

Israele vuole provocare una guerra civile palestinese?

La divisione all’interno della società palestinese ha raggiunto livelli senza precedenti, diventando uno dei principali ostacoli sulla strada verso una strategia unitaria per porre fine all’occupazione violenta di Israele o per unire i palestinesi dietro un unico obiettivo. Avigdor Lieberman, l’ultranazionalista israeliano nuovamente nominato

Le “operazioni sporche” di Israele contro il BDS

Gilad Erdan, ministro israeliano degli affari strategici, mentre parla del movimento nonviolento BDS come se fosse una minaccia militare. (Ambasciata del Regno Unito a Tel Aviv) Un esperto analista dell’intelligence israeliana ha collegato i recenti attacchi e le campagne moleste nei confronti di attivisti

Israele costruisce enorme muro intorno a Gaza

Il regime israeliano ha iniziato la costruzione di un enorme muro lungo il confine con la Striscia di Gaza, a riferirlo l’agenzia israeliana Yediot Ahronot. Lo scopo di questo progetto denominato “barriera” è quello di distruggere tutte le gallerie transfrontaliere costruite dalla Resistenza palestinese. Il

“Stato del Male” e presunti fondamenti legali internazionali

Per Eva Illouz, docente di sociologia presso l’università di Gerusalemme e giornalista del quotidiano israeliano “Haaretz”, Israele è un membro della famiglia degli “Stati del Male”, con radici sociali e politiche profonde e radicate nella società. Per Gideon Levy il regime di occupazione non

Divide et impera: come il fazionalismo sta uccidendo la prospettiva di libertà in Palestina

Mentre i palestinesi nei Territori Occupati iniziano i preparativi per le elezioni amministrative in programma per il prossimo ottobre, fazioni e divisioni alimentano una brutta atmosfera. Le fazioni politiche palestinesi ed i social media sono in fermento ed utilizzano una  propaganda autolesionista: sostenitori di

Gaza: il blocco sta causando la fine delle risorse di acqua dolce

Come ogni anno durante l’estate, la mancanza di acqua nella Striscia di Gaza si accentua. Allo stesso tempo, la carenza di energia causata dal blocco impedisce ai motori e pompe per l’acqua di spingerla dai pozzi e serbatoi a case e campi agricoli.Il Beach Camp è

La storia del partito di Erdogan

La storia della ‘nuova’ Turchia di Recep Tayyip Erdogan nasce in un’assolata vigilia di un ferragosto di inizio millennio; è infatti il 14 agosto del 2001 quando ad Ankara viene annunciata la fondazione di un nuovo partito, un nuovo soggetto politico che vuole coniugare il

Il mistero del fallito colpo di Stato in Turchia

Più di due settimane dopo il drammatico fallito colpo di Stato in Turchia, ciò che è accaduto esattamente è avvolto nel mistero lasciando solo speculazioni divenute “fatti” in assenza di prove convincenti. Due teorie principali sono emerse: la prima è che si trattava dell’ennesimo

“Una volta qui c’era acqua”. Segno dell’Ora?

Nel villaggio palestinese di Al-Hadidya, a 38 gradi centigradi, manca l’acqua. I militari israeliani l’hanno deviata alla ‘colonia’ giudaica di Ro’i,  meno di un chilometro da lì:  la piscina è piena,  gli innaffiatori girano sui prati all’inglese.  Abu Saker,  il patriarca del villaggio assetato,

Turchia, tracce radar collegano gli Stati Uniti ai caccia dei golpisti

Sale la tensione tra la Turchia e gli Stati Uniti. Ci sono tracce radar che collegano la base di Incirlik alla rotta dei caccia dei golpisti Sergio Rame – Mar, 19/07/2016  Ci sono tracce radar che collegano la base di Incirlik alla rotta dei

Perché è fallito il golpe in Turchia

Il fallimento del golpe in Turchia, con tutte le debolezze infine palesate dai congiurati, ha indotto molti a credere in una messinscena operata dallo stesso Presidente Erdo?an, che ora dovrebbe beneficiarne in termini di popolarità e nuove occasioni d’epurazione. Quest’ipotesi ha trovato spazio anche

Turchia, inizia il massacro dei curdi?

Il ‘day after’ ad Istanbul è un vero e proprio incubo; quando nella metropoli turca inizia a fare capolino il sole, illuminando quelle strade poche ore prima teatro di uno dei più clamorosi tentativi di colpi di Stato del medio oriente, la rabbia dei