Istruzione Archive

Povertà educativa ed esclusione sociale

a deprivazione materiale porta alla povertà educativa e viceversa. Con uno svantaggio che si trasmette di generazione in generazione e con effetti che possono durare tutta la vita. Cosicché i bambini provenienti da famiglie indigenti hanno meno (o per nulla) probabilità di conseguire risultati

Università, in Italia pochi laureati ma i loro stipendi restano bassi. Perché?

C’è un’anomalia tutta italiana sugli introiti dei laureati. Dopo il recente sorpasso della Turchia, siamo praticamente il paese con meno laureati di tutta l’Ocse: con 18 laureati su 100 abitanti (fascia d’età 25-64) contro una media del 35%, solo il Messico fa peggio di

MILANO: Gli studenti dicono “NO” all’accordo sfruttativo tra governo e McDonald’s

Gli studenti di Milano dicono NO all’assurdo accordo tra la multinazionale del McDonald’s americana e il ministero dell’Istruzione, che vuole l’alternava scuola/lavoro. Cosa prevede la riforma del governo? Prevede l’impiego di studenti per un totale di 400 ore ciascuno per “imparare a lavorare“… I

Mobilità, non ammissibile deroga al vincolo triennale presente in un emendamento Legge di Bilancio

La commissione Bilancio sta “falcidiando” numerosi emendamenti approvati in Commissione Cultura. Tra i suddetti emendamenti non è stato considerato ammissibile quello relativo alla mobilità territoriale e professionale del personale docente. L’emendamento, approvato in commissione cultura, prevedeva anche per l’anno scolastico 2017/18 una deroga al

Corrotti fino al Midollo. Dalle Università a Tiziana

Qualche giorno fa sul Corriere, Sergio Rizzo ha dedicato un articoletto  sulla parentopoli universitaria.  I rettori e presidi che danno le cattedre ai propri figli,nuore, parenti –o parenti di altri rettori.   “In una università meridionale, in  una facoltà giuridica è stata istituita una cattedra

BENTORNATI A SCUOLA, SCHIAVI!

Francesco Boezi, Il Giornale, 15/09/2016 Il termine “bravo” viene dal latino “pravus” che ha il significato di malvagio, selvaggio ed indomabile. Passato per lo spagnolo, Manzoni ne “I promessi sposi” ne mantiene l’accezione originaria. Bravo, nell’odierna scuola italiana, vuol dire che sei uno schiavo.

Scuola: consigli per una scelta consapevole

Tempo di preparativi, le porte delle scuole si sono aperte a pulizie, organizzazione degli spazi, aria di progetti da approvare, da abbracciare e portare avanti per un anno intero. E ci sono i bambini… Quelle persone meravigliose, basse, che camminano un po’ incerte tra

Terremoto Centro Italia, il Paese delle scosse chiude i dipartimenti per formare i geologi: erano 29, ne restano 8

È il dipartimento universitario che forma i geologi, ossia coloro che collaborano alla pianificazione territoriale tramite la valutazione dei rischi naturali, come eruzioni vulcaniche, alluvioni, frane e terremoti. Eppure nel Paese dove il rischio sismico è di tutti i giorni, la geologia è a

OUTDOOR EDUCATION, L’EDUCAZIONE IN AMBIENTI NATURALI

“Vi chiediamo di perdonare l’uso del maschile “bambino” come da consuetudine, vorremmo che venisse inteso come termine “neutro”, che includa entrambe i generi.” Negli ultimi anni, stiamo assistendo ad un fenomeno di crescente interesse riguardo al tema dell’outdoor education, cioè dell’educazione in ambienti naturali. Molto

Generazione Erasmus? Una cagata pazzesca!

 Il Programma Erasmus rappresenta il fallimento delle politiche giovanili dell’Ue, il loro collasso. Con l’Erasmus s’è vista l’integrazione più superficiale. Quella più elitista. Finta fino al midollo. Un’integrazione della quale possono godere pochi e ricchi studenti universitari. DI FABRIZIO CIANNAMEA – 10 MAGGIO 2016

La Federico II compie 792 anni: la storia della prima Università pubblica al mondo

Fondata il 5 giugno del 1224, l’Università Federico II si appresta a compiere ben 792 anni! Una vera e propria festa è stata organizzata dal rettore Gaetano Manfredi, e dal prorettore Arturo De Vivo. Per tutti i cittadini sarà possibile infatti visitare gratuitamente (dalle 9 alle 13.30)

Libro, Elmetto e Moschetto

Gemellaggi e campi studio negli States, visite guidate ai droni e alle installazioni della base madre di Sigonella, incontri di basket e baseball, finanche “attività di volontariato civile a favore delle scuole”, con i marines reduci dalle scorribande in Africa e Medio oriente inviati

Polemiche in Italia, il CdT svela cosa ha detto davvero il ministro Giannini

Gli appunti del freelance svizzero Luca Steinmann raccolti durante il suo colloquio con il ministro, riportati fedelmente Stefania Giannini. ROMA – Il mondo del web in Italia è in subbuglio per un’intervista rilasciata dal ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca Stefania Giannini al giornalista

Ecco la scuola del futuro: nel bosco, senza banchi, e a insegnare è la natura

A Ostia Antica prende il via la Scuola nel Bosco, un progetto sperimentale dedicato all’educazione primaria e basato sull’insegnamento all’aria aperta, esperienziale e impartito dalla natura. “Si impara facendo!” e lo si fa in un luogo da fiaba, immerso nel verde, circondato dalla Storia

Perché non ci sono più maestri nella scuola elementare in Italia?

Se ne parlerà a Bra, il 28 maggio 2016 dalle 10 alle 13, nella sala conferenze del Caffè Cavour “Il convegno “Perchè non ci sono più Maestri nella Scuola Primaria (già Elementare) italiana?” si realizzerà a Bra, il 28 maggio 2016 dalle 10 alle

Tutti marines? Quando i militari entrano a scuola

“Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti d’America è interessato a stabilire un’interessante opportunità di scambio educativo e saremmo particolarmente grati di un vostro aiuto nell’identificazione di una scuola superiore statunitense da gemellare con il Liceo scientifico Leonardo da Vinci di Niscemi. Si tratta

Salvatore Settis, la buona scuola non è buona. E le “competenze” non servono a niente

L’archeologo e storico dell’arte contesta l’indirizzo della scuola e dell’università di oggi. E difende gli insegnanti, l’ozio creativo, e la storia come riserva di possibilità per il futuro di Bruno Giurato 7 Febbraio 2016 Studi sempre più specializzati. L’acquisizione di “competenze” sempre più precise

Ida Magli, poche righe per la sua morte: la sua “colpa”? Sfidò il potere

Ida Magli è stata la più grande antropologa italiana, studiosa di fama mondiale, una mente da premio Nobel e pubblicazioni tradotte in molte lingue. Però si era macchiata di una grave colpa. A partire dagli anni Novanta, aveva infatti osato imboccare la strada del

Ida Magli, la studiosa dell’Uomo

Analizzò la società italiana con i criteri usati per quelle primitive Fu strenua oppositrice del progetto di integrazione europea Il mondo del pensiero non conformista, nel giro di pochi giorni, deve dire addio a un’altra grande figura. Dopo Piero Buscaroli – insigne musicologo e

La buona scuola, di buono ha veramente nulla

La Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo e del Cittadino, messa anche come preambolo alla Costituzione francese del 1791, le prime fasi della Rivoluzione, recita quanto segue: “considerando che l’ignoranza, l’oblio o il disprezzo dei diritti dell’uomo sono le uniche cause delle sciagure politiche e della

La Buona Scuola è quella di Giovanni Gentile

di Diego Fusaro | 31 agosto 2015 Si può certo dire quel che si vuole di Giovanni Gentile, criticarlo a fondo sia politicamente sia filosoficamente: mostrare i suoi errori nelle scelte politiche, evidenziare i suoi limiti nella pur grande e originale “riforma” che egli

Approvata la “ Buona scuola” come pilastro della “ Società buona” per i padroni!

da Global Project di Danilo Del Bello L’ approvazione definitiva della riforma sulla scuola è avvenuta in maniera del tutto scontata e prevedibile, come è stato scontato e prevedibile il balletto inutile , comico- grottesco, delle sedicenti “opposizioni”. Su questi aspetti rimandiamo ai precedenti spunti

“BUONA SCUOLA”: UN PRESIDE MAGNACCIA CON FUNZIONI DI DEPISTAGGIO

Da ANARCHISMO C.O.M.I.D.A.D. Una notizia della prima settimana di maggio ha avuto uno scarso rilievo mediatico, sebbene fosse direttamente attinente all’attuale progetto governativo di “riforma” della Scuola. Il TAR del Lazio ha accolto un ricorso del sindacato SNALS contro la riduzione delle ore di laboratorio

NON UN MODELLO D’ISTRUZIONE, MA DI SFRUTTAMENTO FINANZIARIO DELLO STUDENTE

Da ANARCHISMO C.O.M.I.D.A.D. Non pochi commentatori hanno notato che le proposte del governo Renzi per la Scuola appaiono come una sarcastica risposta al voto quasi compatto degli insegnanti a favore del PD nelle ultime elezioni. Tra le varie misure che il governo avanza c’è anche

E’ a Cuba uno dei migliori sistemi di istruzione al mondo

Scritto da: G.B. il 13 giugno 2014 In pochi ne parlano ma il sistema di Istruzione di Cuba è uno dei migliori al mondo. La spesa di L’Avana nell’Istruzione si aggira intorno al 23,6% del Pil contro il 3/4% dell’Italia. Non solo, negli ultimi 35 anni

I maestri non amano i bambini

Da Finimondo I maestri non amano i bambini  Di Henri Roorda La vita può continuare a lungo anche in condizioni molto sfavorevoli. Dopo settimane di siccità si vedono a volte spuntare dalle spaccature di un vecchio muro delle sorprendenti pianticelle, quasi rigogliose, nelle quali la pietra

Non insegnate ai bambini…

Un bambino risponde “grazie” perché ha sentito che è il tuo modo di replicare a una gentilezza, non perché gli insegni a dirlo. Un bambino si muove sicuro nello spazio quando è consapevole che tu non lo trattieni, ma che sei lì nel caso

L’ITALIA DICE NO ALL’INSEGNAMENTO DELLA STORIA DELL’ARTE

Fallito anche l’ultimo tentativo di reintrodurre le discipline storico-artistiche nella scuola italiana. Una vergogna nazionale Una manifestazione a favore della scuola Roma. Speranze deluse e nessuna resurrezione per la Storia dell’arte nelle scuole, uccisa dall’ex ministro Maria Stella Gelmini con la sua legge di

Fare scuola nel bosco: una realtà sempre più diffusa [Video]

Fare scuola in un bosco è un’esperienza tra le più meravigliose che un bambino possa fare nella vita. E questo avviene davvero in molte realtà europee e non. Il bosco, luogo naturale e ricco di stimoli, è la classe per molti fortunati bambini. L’idea di

Le scuole elementari stanno diventando delle cliniche psichiatriche

Aumento esponenziale del consumo di psicofarmaci sui bambini: un esempio di applicazione delle teorie psichiatriche che saranno promosse all’imminente congresso mondiale di Milano sull’ADHD Merano. Recentemente abbiamo ricevuto la sconvolgente segnalazione di alcuni genitori di Merano, preoccupati del rapporto molto stretto tra il reparto

IL BUSINESS DELL’INSOLVENZA E LO SCHIAVISMO PER DEBITI APPLICATI AGLI STUDENTI

di comidad Una notizia del marzo scorso, mai arrivata in Italia, riguardava la decisione del presidente Obama di tagliare gli incentivi delle compagnie private di recupero crediti incaricate della riscossione presso gli studenti “beneficiari” di prestiti federali per potersi pagare l’istruzione universitaria. In tal modo si spera

SACCOMANNI RICONVERTE LA SCUOLA ALL’ASSISTENZIALISMO PER BANCHIERI

di comidad La morte di Giulio Andreotti avrebbe potuto essere un’occasione per ridimensionare e demitizzare non solo l’immagine di “Belzebù” del personaggio, ma anche il complesso della sua storia di uomo di governo, e ciò proprio alla luce degli avvenimenti successivi al suo tramonto politico.

Documentario: Educazione Proibita

Durata 2h:25 “L’educazione proibita” è un documentario che si propone di mettere in discussione la logica della scolarizzazione moderna e il modo di intendere l’educazione. A realizzarlo è stato un collettivo di cittadini e associazioni in Argentina grazie a un finanziamento appunto collettivo che

Le università dell’Occidente

di  PIETRO ANCONA  domenica 16 dicembre 2012  Perchè la protesta si sta spegnendo dentro le università dell’occidente ? C’è forse una minore sensibilità degli studenti alle problematiche che dagli anni sessanta in poi hanno fatto la storia delle grandi lotte studentesche dagli USA all’Italia?

Il maxi concorso indetto da Monti (cosiddetto “decreto sfascia-scuola”)

Il recente provvedimento della scuola in materia concorsuale Dopo i demenziali provvedimenti dell’IMU e del decreto salva-Italia (meglio detto “sfascia-Italia”), di recente il governo ne ha inventata una nuova, e ha varato un maxi concorso per il reclutamento di nuovi insegnanti nella scuola. La