Mondo Archive

Il Parlamento Europeo censura la sua stessa libertà di parola

Una norma approvata dal Parlamento Europeo limita la libertà di parola dei suoi stessi membri – tanto più degni di tutela in quanto unici eletti nella UE.

“Israele ha istituito un regime di apartheid”: il rapporto delle Nazioni Unite che l’Onu non approva

Il rapporto è un'"analisi dettagliata della legislazione, delle politiche e delle pratiche di Israele", che mette in evidenza "un regime di apartheid".

LA CRISI TURCO – OLANDESE

Tutto ha avuto inizio poco più di una settimana fa, quando il Ministro degli Esteri olandese non ha voluto incontrare la controparte turca Mevlüt Çavuolu.

La “controtenaglia” di Putin

Il processo di integrazione europea dei primi 2000 si è accompagnato ad un allargamento della sfera di influenza della Nato in larga parte dell’Est Europa.

RIECCO TUSK. PERCHE’ L’OLIGARCHIA UE NON SA E NON PUO’ CORREGGERSI

E così, la UE ci ha dato di nuovo Donald Tusk come presidente del consiglio europeo: 27 voti di altrettanti ministri degli esteri, contro un NO: la Polonia.

La crisi di Riyadh fa vacillare la sua leadership

La crisi di Riyadh s’aggrava mese dopo mese, sgretolandone la potenza finanziaria e facendo vacillare la sua leadership fra gli Stati arabi.

La Nazionalizzazione nella Novorossija

Dalla mezzanotte del 1° marzo, il controllo del governo viene imposto sulle imprese ucraine nella RPD, e le tasse passeranno al bilancio della repubblica.

Il Triangolo Strategico che Cambierà il Mondo

Mentre il mondo continua a decifrare la nuova presidenza Trump, importanti cambiamenti avvengono nel grande triangolo strategico tra Russia, Iran e Cina.

L’equilibrismo è finito: quello che Elor Azaria ci ha insegnato su Israele

Per alcuni la condanna per “omicidio preterintenzionale” del soldato dell’esercito israeliano sta concludendo la posizione israeliana sui diritti umani.

L’egemonia a metà

Hans Kundnani, grande esperto di politica internazionale britannico, parla dell'arroganza tedesca, e della politica europea della SPD.

Tutti i muri che dividono il mondo

Nel tempo in cui si critica aspramente Trump sul muro al confine sul Messico, si scopre che questa è una tendenza consolidata nel mondo.

Il Libro (del golpe) Bianco

Non resta che riscrivere l'Art 1 della Costituzione, precisando che la nostra è una repubblica, non democratica, fondata sul lavoro dell'industria bellica.

La NATO alle porte dell’America Latina

L'agenda della destra iberoamericana è fissata in Spagna dalla Fondazione per l'Analisi Economica e gli Studi Sociali patrocinata da Felipe Gonzalez.

In Palestina aumentano le demolizioni delle abitazioni da parte di Israele

Il gruppo per i diritti umani B’Tselem ha riferito che il numero delle abitazioni abbattute è il più alto degli ultimi 12 anni.

Il futuro incerto del registro europeo dei lobbisti

A condurre i negoziati in nome del Parlamento sarà la Presidente della commissione affari costituzionali, l’onorevole polacca del PPE Danuta Hubner.

Stato di Palestina. Trump pensa di abbandonare la soluzione dei Due Stati

Al faccia a faccia di oggi alla Casa Bianca pesano le improvvise dimissioni del consigliere Usa per la sicurezza nazionale Michael Flynn.

Russia e Cina esplorano nuovi orizzonti nella cooperazione economica

Tra i principali progetti per i trasporti cino-russi vi sono i corridoi commerciali internazionali Primorye-1 e Primorye-2 tra Heilongjiang e Primorskij.

LE PREOCCUPAZIONI DELLA DINASTIA SAUDITA

Per comprendere l’Arabia Saudita è necessario prendere in considerazione le tre regioni fondamentali che la costituiscono.

E ne rimasero due: Angela Merkel e Mario Draghi

Si deteriora, giorno dopo giorno, il quadro generale in Europa: senza la morfina iniettata dalla BCE, i mercati finanziari sarebbero in preda a convulsioni.

L’amministrazione Trump è già fuori combattimento?

Non ci sono prove nel comportamento di Russia, Cina e Iran a supporto dell’idea del Gen. Mattis. La sua definizione di “minaccia” è quella neo-conservatrice

Le nuove ambizioni egemoniche di Berlino dopo l’elezione di Trump

Le élite tedesche e i media mainstream vedono in Merkel la sola forza capace di opporsi all'avanzata di Trump: probabilmente resteranno delusi.

IL “MURO DI TRUMP” IN REALTÀ FU COSTRUITO DA CLINTON: TUTTE LE BUGIE SULLA BARRIERA TRA USA E MESSICO

Prima di allarmarsi è bene riflettere: per gli americani la frontiera sud è un affare molto serio da decenni; in tempi recenti è diventato solo prioritario.

LA COSTITUZIONE DELLA GIUNGLA

La collezione sui geni della matematica. Bisognerà inserirvi la Corte Costituzionale, ha rivoluzionato l’aritmetica scoprendo che il 40% è la maggioranza.

Rapidi cambiamenti radicali in Medio Oriente

E’ stato annunciato di recente che l’Egitto riceverà un milione di barili di petrolio al giorno dall’Iraq. I Sauditi avevano interrotto le forniture.

Lo tsunami Trump arriva su Euro ed Unione Europea

La tesi Trump è che la Germania abbia abusato della ‘delega’ delle precedenti amministrazioni Usa per concentrare potere e ricchezza nelle sue mani.

Tutte le mosse di Putin in Libia

La ritrovata liason tra il Cremlino e Tobruk ha portato a credere che vi sia una incompatibilità di fondo tra le nuove alleanze di Haftar.

Donne iraniane libere di candidarsi alle Presidenziali

La realtà smentisce puntualmente tutte quelle campagne diffamatorie che mirano a far apparire l’Iran, il Paese in cui la violazione dei diritti umani.

DISTRUGGERE I POLITICAMENTE CORRETTI

Sarebbe troppo pericoloso per quest’America in crisi d’identità e di credibilità permettere che si formi una grande coalizione di nemici di tale spessore.

Mosca avanza nel Mediterraneo tra le disfatte della NATO

La Russia potrà rinnovare, ricostruire e demolire gli impianti ed avviare lavori di costruzione, anche subacquei. La Siria non farà obiezioni.

Promemoria per El Papa: i nazionalisti fanno la pace. Le democrazie, le guerre

Questo mito, che siano i populismi e nazionalismi a fare le guerre,è assolutamente centrale nell’ideologia globalista, giustificando l’assoggettamento UE.

AEP: A Davos va in onda la guerra civile ideologica europea

Il risultato sono direttive errate e incoerenti: dal Nord che chiedo altri giri di vite alle economie del Sud, agli appelli nell’interesse dell’Ue

IL FASCINO CRIMINALE DELL’UNIONE EUROPEA (NOVE ANNI DOPO)

Uno dei mestieri più sopravvalutati è quello del giurista. Si tratta di tenere presenti il principio di non contraddizione e la gerarchia delle normative.

L’ignoranza sul popolo Mapuche

In effetti, la domanda di territorio è politica, non agricola e richiede non solo il riconoscimento della violazione di questi trattati da parte dello Stato

Il ritorno del movimento di Gheddafi: la variabile che nessuno considera per il futuro della Libia

La significativa ripresa di settori che si rifanno all'esperienza della “Rivoluzione Verde” guidata dal colonnello Gheddafi.

Il futuro dell’Europa si deciderà nel 2017

Cento anni fa l’Europa era divisa dalle trincee della Prima Guerra Mondiale: cento anni dopo il Vecchio Continente è senz’altro più unito, ma si appresta ad affrontare un anno diverso dagli altri. Con le elezioni in Germania, Francia e probabilmente in Italia, l’anno che