immigrazione Archive

AAA, cercasi migranti da sfruttare: le Ong collaborano con gli scafisti? L’indagine

Indagini della procura: ai migranti verrebbero date chiare istruzioni prima della partenza sulla direzione da seguire per raggiungere le imbarcazioni ong

Il vero spread con la Germania

È come se regalassimo a Germania, Olanda, UK etc ponti, autostrade, tunnel, banda larga pagandola coi soldi dei contribuenti italiani.

“Non toglieteci gli schiavi”: 97 multinazionali hi tech attaccano Trump

Le multinazionali affermano che il decreto “viola le leggi sull’immigrazione e la Costituzione, infligge danni all’economia a causa dei costi di manodopera.

I dati sull’immigrazione negli Usa: Obama il più “cattivo”

A dispetto delle manifestazioni, l’opinione pubblica americana è scarsamente incline ad accogliere persone. Obama inflessibile con i “migranti economici”.

Nuova emigrazione italiana in Germania: per il secondo anno consecutivo superati i 70mila arrivi

Lo Statistisches Bundesamt di Wiesbaden ha rilasciato il 13 gennaio scorso gli ultimi dati sui flussi di immigrazione verso la Germania (Rapporto 2016).

Quando Obama bloccava i migranti

Donald Trump: “La mia politica è simile a quella di Barack Obama del 2011, quando proibì per sei mesi l’ingresso di cittadini iracheni in America”.

Nuova Emigrazione: Le cifre di chi abbandona il Mezzogiorno, i giovani che partono sono tre volte di più dei dati ufficiali

Per la prima volta dopo molti anni, nel 2016 il saldo migratorio in Campania e in molte regioni del mezzogiorno è risultato negativo.

Anche in Mali la questione “migrazione” mette in crisi il governo

L’11 dicembre 2016 è stato concluso, nell’ambito appunto della politica del “patto migratorio”, il primo degli accordi tra l’UE e un paese africano, il Mali

Anche in Olanda l’hanno capito: il governo italiano non vuole risolvere il problema migranti

Un articolo del Gefira.org che ha documentato come le ONG “umanitarie” facciano traffico industriale di migranti andandoli a prendere sotto le coste libiche

“Via dall’Italia in centomila”. Falso: sono quasi il triplo

Fuori dai piedi – Secondo la Federazione lavoratori emigranti quelli che vanno via sono di più di quelli che Istat riesce a censire: ecco perché.

Il famoso “salvati nel Canale di Sicilia”, ovvero un disegnino animato vale più di mille disegnini statici

Ho tradotto per voi questo articolo comparso sul sito Gefira. Dice cose molto gravi ma che abbiamo sospettato per mesi, se non anni. Soprattutto a causa di quella menzogna, martellata ogni sera dai media nel tentativo di farla diventare verità, relativa ai “salvataggi nel

Libera circolazione delle persone, la lezione svizzera per la Brexit

di Mario Seminerio – Il Fatto Quotidiano Nel febbraio 2014, a seguito di una votazione popolare decisa da 20 mila voti di differenza, la Svizzera ha inserito nella propria Costituzione la determinazione di tetti massimi per i permessi di dimora e contingenti annuali per

Le forze di frontiera UE accusano le ONG di collusione coi trafficanti di immigrati

Come riporta il Financial Times, si completa l’inversione a U degli eurocrati nell’atteggiamento sull’immigrazione. Dopo aver propagandato la politica delle porte aperte e aver dato del razzista a chi predicava un po’ di buonsenso, l’UE ha ormai dato mandato alla sua agenzia Frontex di

ONG FANNO CONTRABBANDO “INDUSTRIALE” DI CLANDESTINI?

Sembra proprio che alcune grandi ONG collaborino con i trafficanti;  noleggiano appositamente delle navi e contrabbandano immigrati clandestini su scala industriale grazie alla legislazione introdotta da Bruxelles. La guardia costiera italiana li assiste. Lo scrive e documenta Gefira  Foundation che ha messo sotto controllo i movimenti

MIGRAZIONI O INVASIONI?

La storiografia italiana e francese è solita applicare la definizione di “invasioni barbariche” a quel vasto fenomeno di spostamenti a catena che si verificò tra l’Asia e l’Europa a partire dal IV secolo d. C., portando popolazioni eterogenee a stabilirsi in sedi diverse da

Angela Merkel annuncia un piano per rimpatriare centomila migranti

Incalzata dalle vittorie del partito di destra Alternativa per la Germania, che ha sfruttato il risentimento popolare contro i migranti, Angela Merkel, in vista della candidatura al suo quarto mandato di Cancelliere, sta facendo una spettacolare inversione ad U sulla politica delle frontiere aperte, iniziando ad

LA DURA PARTE DEL CATTIVO. NON SALVARE I BAMBINI?

di Roberto Pecchioli “Io non sono razzista, ma…”. Inizia invariabilmente così ogni conversazione di chi vorrebbe dire la verità sull’immigrazione e sugli autentici sentimenti dell’uomo normale di fronte alla dissoluzione della propria identità ed alla violazione del proprio spazio territoriale.  E’ un incipit difensivo,

Migrazione come rivolta contro il capitale

Il fatto che un gran numero di rifugiati, soprattutto da paesi che negli ultimi tempi hanno subito le devastazioni dell’aggressione e delle guerre imperialiste, stiano disperatamente tentando di entrare in Europa, è visto quasi esclusivamente in termini umanitari. Sebbene questa percezione sia indubbiamente valida,

I “Dimorati” di Dio

Gli immigrati un tanto al chilo rivelano il business che si cela dietro la vetrina dei buoni (finti) sentimenti dei politicamente corretti in combutta con i finanziariamente corrotti. Gli sciacalli sono ovunque si possa lucrare ma qui tutto il progetto di fantomatica integrazione appare

Nuove merci per il capitalismo globale

“Cambiare tutto per non cambiare nulla”, fa dire Tomasi di Lampedusa al protagonista de “Il Gattopardo”. E rimane sempre la parola d’ordine del potere e del dominio. Negli anni Cinquanta i meridionali emigravano al nord. Dalla Sicilia, dalla Calabria e dalla Puglia salivano in

Emigrazione e numeri

di Tonino D’Orazio Dal 1861 fino alla prima guerra mondiale, in 60 anni, con ondate ad ogni crisi ventennale, andarono via dall’Italia circa 15 milioni di connazionali. La stragrande maggioranza era del Mezzogiorno, ma non furono da meno i veneti, né gli allora austroungarici

Immigrazione e capitale

Pubblichiamo la traduzione dell’importante articolo di Maximilian Forte su Zero Anthropology – già segnalato dal prof. Alberto Bagnai su Goofynomics – in cui l’antropologo italo-canadese analizza impietosamente la svolta storica cui stiamo assistendo: la scomparsa della sinistra dal panorama del futuro. Concentrandosi sul caso degli

Rifugiati ambientali, in 28 milioni in fuga da cambiamenti climatici, violenze e inquinamento. Ma senza alcun diritto

Scappano da conflitti per l’accaparramento delle risorse idriche o energetiche, fuggono dalla desertificazione e dal collasso delle economie di sussistenza locali. Distrutte dacatastrofi naturali, ma anche da stravolgimenti indotti dall’uomo. Si chiamano ‘rifugiati ambientali’ e, a differenza dei profughi che arrivano dalle zone di

Migranti, Gran Bretagna pronta a finanziare un muro a Calais

Ci sarebbe l’accordo con la Francia per erigere il muro lungo l’autostrada che arriva al porto francese di Calais per fermare i migranti che cercano di salire a bordo dei camion diretti in Inghilterra. A dare la notizia la BBC, sulla base di quanto

Il Re del Belgio caccia i migranti italiani

L’Europa esiste ma la libera circolazione degli europei no. Il 15% dei fogli di via da Bruxelles sono contro cittadini italiani. Ecco le loro storie di Checchino Antonini Max, chiamiamolo così, è venuto in Belgio per amore. E Francesco, nome di fantasia pure questo,

Aiutarli a casa loro? Finora li abbiamo solo rapinati, sempre

La propaganda anti immigrati ricorre spesso ad un argomento apparentemente ragionevole: aiutiamoli sì, ma a casa loro. Personalmente non credo affatto alla buona fede di chi lo dice (secondo me è solo un modo ipocrita di dire “fuori dai piedi”)  ma facciamo conto che

Servizi pro-rifugiati a Messina. La grande abbuffata

Tutti insieme amorevolmente. Un mixer di buone, meno buone e cattive pratiche di assistenza e sostegno sociale. La maxicoop lucana onnipresente in mezza Italia nella gestione dell’affaire migranti e le piccole cooperative locali riconvertitesi alle emergenze accoglienza. Sacerdoti e operatori della solidarietà vera, imprenditori,

Fuga all’estero per lavoro, gli emigrati italiani sono il doppio degli stranieri che arrivano

I numeri del rapporto “Migrantes”: 94 mila persone hanno lasciato il Belpaese nel 2013. Oltre il 70% sceglie il Regno Unito. Più di 4,5 milioni i connazionali residenti all’estero Con 725 mila nostri connazionali iscritti all’Aire, cioè cittadini italiani a tutti gli effetti, l’Argentina

Chomsky:Il record di emigranti espulsi è di Obama

Noam Chomsky  (…) Obama è il presidente che ha deportato più emigranti illegali di qualsiasi altro presidente. Le politiche di Obama verso il Messico e quelle della Merkell verso la Turchia sono molto simili. I due dicono a quei paesi: “incaricati tu di questa

Indagato a Bari il businessman dei migranti della città dello Stretto

Frode in pubbliche forniture. E’ questo il reato contestato dalla Procura della Repubblica di Bari a quattro noti imprenditori del business accoglienza migranti e richiedenti asilo relativamente alla gestione di uno dei centri d’accoglienza – lager  più tristemente noti in Italia, il CARA di

La nuova emigrazione italiana è tre volte superiore ai dati Istat e supera il numero di immigrati economici e profughi

DA CAMBIAILMONDO ? 13/04/2016 ? LASCIA UN COMMENTO di Rodolfo Ricci Gli appunti che seguono sono parte di una bozza di relazione preparata per il Seminario organizzato a Roma dalla Fondazione di Vittorio su “Migrazioni, crisi, lavoro” che si è svolto lo scorso 12

Come le centrali della NATO controllano la politica dell’UE sui rifugiati

F. William Engdahl New Eastern Outlook 27/04/2016 Un fiume incontrollato di profughi di guerra da Siria, Libia, Tunisia e altri Paesi islamici destabilizzati dalle rivoluzioni colorate della ‘primavera araba’ di Washington, ha creato il più grande caos sociale nell”UE, dalla Germania alla Svezia alla

Obama contro tutti i muri, meno che i suoi

Martedì, 26 Aprile 2016  Scritto da  C.Alessandro Mauceri ROMA – Si stanno svolgendo ad Hannover i lavori del G5 “informale”. Durante gli incontri con la Merkel, Renzi, Cameron e Hollande, il presidente degli Stati Uniti d’America, Barak Obama, ha rilanciato il suo invito a

Flussi migratori e strategie NATO. Italia in guerra. Servile e autolesionista!

NAPOLI – Antonio Mazzeo è un giornalista impegnato a tutela della pace e della smilitarizzazione del territorio italiano, ma anche a favore dell’ambiente, dei diritti umani e della lotta alle criminalità mafiose. Insegnante di educazione fisica, per anni è stato impegnato nella cooperazione internazionale,

La nuova fuga: per la prima volta gli emigranti italiani superano gli immigrati stranieri

Il dato è riportato dal Dossier sull’Immigrazione 2015 del Centro Studi Idos: nel 2014 per la prima volta dagli anni ’90, da quando è iniziata l’immigrazione massiccia nel nostro Paese, gli italiani emigrati all’estero hanno superato per numero gli immigrati stranieri arrivati (non clandestini)