Imperialismo Archive

La CIA sta distruggendo la democrazia e portando al totalitarismo

L’Agenzia è ormai un governo parallelo al di fuori di ogni controllo democratico. Lo stesso presidente Truman che la istituì l’ha poi sconfessata.

Cuba: Washington sta preparando un “golpe morbido”?

Ci sono indicazioni che un "cambio di regime" a Cuba è attualmente contemplato dai responsabili politici di Washington.Trump è stato categorico a riguardo.

Orban contro Soros

Già durante la campagna elettorale americana veniva denunciato il legame torbido e ambiguo tra George Soros e le ong, accusate di essere sotto controllo.

L’USO IMPROPRIO DEI TERMINI: L’IMPERIALISMO

In ogni caso, malgrado una certa riduzione della propria sfera d’influenza, l’Inghilterra dopo Congresso di Vienna diventa la più grande potenza del mondo.

George Soros: il nemico dei governi dell’Europa orientale

Dopo l’Ungheria di Viktor Orban, un secondo Stato dell’Unione europea addita Soros e i suoi fondi, accusandolo di organizzare proteste antigovernative.

Terzo anniversario del golpe nazista di Soros e Obama in Ucraina. Gli Stati Uniti saranno il prossimo bersaglio?

Anteprima di un dossier dal titolo “Le rivoluzioni colorate di Obama e Soros – Nazisti in Ucraina nel 2014 – Negli Stati Uniti nel 2017?”

La NATO alle porte dell’America Latina

L'agenda della destra iberoamericana è fissata in Spagna dalla Fondazione per l'Analisi Economica e gli Studi Sociali patrocinata da Felipe Gonzalez.

L’ipocrita, il bullo e gli ubriaconi

Obama è stato soprattutto un prodotto di marketing. Ha ingannato gli statunitensi e il mondo con falsi impegni di smilitarizzazione e difesa delle libertà

La Svezia si arrende a USA/NATO

Benché la Svezia non sia ancora ufficialmente un Paese membro, le sue forze armate sono ora quasi completamente incorporate nel sistema USA/NATO.

L’Indicibile: Il libro nero del capitalismo imperialista

CounterPunch invece di identificare semplicemente Trump col male, contrapposto a Obama, il bene, racconta più onestamente gli orrori imperialisti USA.

Donald Trump, il Presidente si è insediato

E la prima domanda al 45° presidente USA: ha intenzione di ammazzare, in territorio straniero? Il suo predecessore Obama ha seguito la tradizione USA...

Iran e Siria. Come prima, peggio di prima con Trump

“Arriva lo scontro on l’Iran”, commenta Pat Buchanan, grande firma del giornalismo politico, paleo-conservatore, galantuomo. Lo scrive costernato.

Non la Nato, ma la sinistra è «obsoleta»

Voci della sinistra europea si sono unite alla protesta anti-Trump dimenticando il muro anti-migranti di Calais, le guerre origine dell’esodo di rifugiati.

Assad a Maduro: Venezuela e Siria pagano il duro prezzo per difendere la loro indipendenza e per aver rifiutato gli ordini dell’Occidente

l presidente Maduro si è congratulato con il presidente Al-Assad per i risultati significativi nella guerra contro le organizzazioni terroristiche.

Lettera aperta ai sedicenti “Difensori dei Diritti Umani” ad Aleppo

Lettera aperta a coloro che invocano selettivamente i diritti umani per giustificare la politica di intervento delle potenze occidentali.

IL CARTONE INANIMATO

Il presidente uscente Barack Obama, paladino della libertà e democrazia per tutti (gli yankee) ha fatto una scoperta sconvolgente.

Soldi, petrolio, sabbia ed imbecilli

Quello di cui il Presidente Trump ha bisogno è un progetto pronto all’uso, con cui trasferire in patria un quantitativo significativo di bottino imperiale.

Siria, nuove sanzioni in arrivo da Washington

Gli Stati Uniti hanno imposto nuove sanzioni nei confronti della Siria e contro l’esercito siriano, a poche giorni dall’insediamento di Trump.

Interferenze nelle elezioni? Gli Stati Uniti l’hanno già fatto in 45 Paesi nel Mondo

Il motivo per cui gli USA gridano allo scandalo, non è altro che quello che lo stesso establishment americano ha sempre fatto verso il resto del mondo.

Messico: Cronaca di una privatizzazione occulta

Con lo scoccare della mezzanotte del nuovo anno, o forse vecchio, è entrato in vigore il maggior incremento dei prezzi del carburante in quasi due decenni.

Stato islamico, al-Qaida e USA bombardano le infrastrutture della Siria

C’è un’operazione per distruggere le infrastrutture della Siria. Al-Qaida, SIIL e aviazione degli Stati Uniti vi partecipano. La loro azione è coordinata.

Il Montenegro nella Nato

Il Montenegro è ufficialmente il ventinovesimo paese membro della NATO: l’ultimo scoglio per l’ingresso, era rappresentato dal voto del Parlamento italiano.

La crescita esponenziale delle operazioni speciali Usa in Africa

L'Africa è stata teatro del maggior dispiegamento di truppe d'elite americane rispetto a qualsiasi altra regione negli ultimi dieci anni, stando a dati.

Le Forze Armate USA e tedesche inviano migliaia di truppe nell’ Europa dell’Est

Secondo un comunicato diffuso il 30 Dicembre dal Centro Stampa ed Informazione del Bundeswehr, è in corso un massiccio spiegamento di truppe USA e NATO.

Le molte “verità” sulla Siria: come la nostra rivalità ha distrutto un paese

“Gli USA hanno il potere di decretare la morte di nazioni”, ha scritto Stephen Kinzer sul Boston Globe: “I media stanno fuorviando il pubblico sulla Siria”.

Gli ultimi momenti di Saddam

Aver fatto la guerra all’Iraq e aver ucciso Saddam Hussein fu un errore. E dei peggiori. Sono queste le conclusioni che trae John Nixon, l’agente della Cia che interrogò il Raìs. Nel suo libro di memorie intitolato Debriefing The President: The Interrogation Of Saddam Hussein, Nixon

Piano Condor, i nuovi documenti

La Casa Bianca, attraverso il lavoro del National Security Archive – un istituto indipendente non governativo di ricerca con sede a Washington – ha reso pubblici i documenti declassificati dalla CIA inerenti le operazioni eseguite negli anni ’70 e ’80 dai governi dittatoriali dell’America Latina

Perché Trump vuole uscire dalla Nato

Perché il neo presidente degli Stati Uniti Donald Trump, minaccia di abbandonare la Nato e da cosa nasce il suo astio verso quella partnership di sicurezza come l’Alleanza ancorata in Europa, ma tradizionalmente guidata dall’America? Premessa La Nato è stata strutturata in chiave logistica

Clinton e Soros lanciano la rivoluzione viola negli USA

Wayne Madsen Strategic Culture Foundation 11/11/2016 La sconfitta della candidata presidenziale democratica Hillary Rodham Clinton non “passava tranquillamente in quella buona nottata”. La mattina dopo la sorprendente e inaspettata sconfitta per mano del parvenu repubblicano Donald Trump, Clinton e marito, l’ex-presidente Bill Clinton, entravano nella

Jeffrey Sachs: le spese disastrose dell’imperialismo americano

Dal Boston Globe, un interessante articolo dell’economista Jeffrey Sachs sui costi dell’imperialismo americano, che ha ormai più di un secolo di storia. Le spese militari americane per le guerre in Medio Oriente hanno raggiunto l’incredibile cifra di 4.7 trilioni di dollari in 15 anni,

Elettrificare l’occupazione: Quello che Marocco e Enel nascondono alla COP22 a Marrakech

Sii consapevole di quello che ti viene detto sugli sforzi marocchini nel settore dell’energia rinnovabile. Una parte considerevole dei programmi che il Marocco sta proponendo nel settore, infatti, anche nel sito ufficiale della COP22, non sono situati in Marocco, ma nel Sahara Occidentale, un

Patti chiari, sudditanza lunga

L’arte della guerra. Nel quadro della strategia Usa/Nato – documenta la Casa Bianca – l’Italia si distingue quale «saldo e attivo alleato degli Stati uniti». Lo dimostra il fatto che «l’Italia ospita oltre 30 mila militari e funzionari civili del Dipartimento Usa della difesa

Venezuela nel caos: il “petrolio socialista” per una nuova Siria?

La crisi economica, caratterizzata da un’inflazione galoppante, sta trascinando il Venezuela nel dramma sociale e in una spirale di violenza senza precedenti. Lo stato sudamericano, che sta scivolando verso l’orlo del collasso, è stato al centro del dibattito internazionale ospitato nella capitale peruviana di

“RESTANO DIECI PAESI DA DESTABILIZZARE”, PAROLA DI NEOCON

“Dieci paesi la cui stabilità non può essere date per garantita ( Ten countries whose stability can’t be taken for granted ), è il titolo dello studio, che il famoso think tank dedica al prossimo presidente degli Stati Uniti, segnalandoli alla sua attenzione, perché saranno questi,

Stati Uniti: spese militari ed egemonia globale

Il discorso del presidente Barack Obama alle Nazioni Unite, ed anche le dichiarazioni della candidata democratica Hillary Clinton e del suo rivale repubblicano Donald Trump, coincidono su un punto: la “necessità” dell’egemonia mondiale degli Stati Uniti. Nonostante alcune differenze tattiche e sfumature tipiche della