di Redazione

Il Movimento dei Non Allineati (Nam) ha inviato una lettera al capo delle Nazioni Unite in cui condanna la violazione dei principi di immunità sovrana degli Stati da parte degli Stati Uniti, affermando che le sentenze emesse da tribunali statunitensi contro altri Paesi, come l’Iran, sono in contrasto con i principi fondamentali del diritto internazionale.

Il movimento ha anche criticato il Congresso americano per aver spianato la strada per la confisca illegale di attività e azioni estere dell’Iran, da parte del governo Usa.

Il 20 aprile, la Corte Suprema americana ha stabilito che circa due miliardi di dollari di beni congelati dell’Iran dovranno essere concessi a titolo di risarcimento ai sopravvissuti e ai parenti delle vittime dell’attacco del 1983 a Beirut. L’Iran nega le accuse di un suo presunto coinvolgimento negli attentati in Libano.

Commenta su Facebook