Proteste sociali Archive

Bulgaria. La gente si dà fuoco per protestare contro la troika

R.P. 17 marzo 2013. I Cittadini bulgari si immolano per protestare contro le misure di austerity concordate dal governo e la troika Ue Un uomo, ripreso dalle telecamere, esasperato dalle difficoltà e disgustato dalla corruzione, si è cosparso di benzina e si è dato fuocodavanti

Il presidente greco mette in guardia dall”esplosione sociale’, di chi?

Aurora Sito 9 marzo 2013 Darkernet 6 marzo 2013 Il presidente greco ha rilasciato una dichiarazione (vedi sotto) secondo cui si aspetta presto una ‘esplosione sociale’. Questo si combina con la dichiarazione, pubblicata su un blog lo scorso novembre, dell’ex ambasciatore greco in Canada. Entrambi sono

2013 – DEBACLE DELLA GRECIA: DEI POVERI E DELLE TASSE

FONTE: HISTOLOGION (BLOG) Sarebbe stato meglio fare un resoconto più dettagliato sugli incidenti avvenuti in Grecia per  dare ai lettori un assaggio più sostanziale del collasso sociale  e  della decadenza democratica, come dicono i giornali, che affligge oggi un paese oppresso dal giogo della troika e dai

ELIMINAZIONE DEL CONTANTE = MORTE CIVILE

Nota di Funnyking: Questo articolo è stato scritto dall’autore Fabioflos e si basa su due storie reali.  Quando ho cominciato, insieme con altri amici blogger, la battaglia per il Contante libero, non ero pienamente consapevole, neppure io, di quanto fosse fondamentale, per la libertà di

No Muos, come i giovani dell’82 contro i missili a Comiso

di Antonio Mazzeo “Portate i vostri figli a Niscemi, al campo No MUOS, perché lì si respira quello che Paolo Borsellino definiva il Fresco Profumo di Libertà che si oppone al puzzo del compromesso”. Lo chiede l’Associazione antimafie “Rita Atria”: contro il MUOS e la base

16.1.2013 – fiaccolata a Vicenza

Mercoledì 16 gennaio alle 20.30 dal Presidio NoDalMolin FIACCOLATA. Ci sono un’infinità di buone ragioni per tornare in piazza ancora una volta. Ne abbiamo elencate 10. 1. Il 16 gennaio di sei anni fa il Presidente del Consiglio Romano Prodi – dall’estero – aveva

Nasce Contante Libero

Di FunnyKing Rischio Calcolato Eliminare o limitare il Contante è un regalo alle banche, è un mezzo per il controllo della nostra vita, è un esproprio della nostra ricchezza.  Per impedire tutto ciò dobbiamo far sentire il nostro grido di disapprovazione, per questo motivo è

La Rabbia non è più Rivoluzionaria

DI MARCO CANESTRARI Nell’immaginario collettivo è presente il concetto di rivoluzione associato a quello di rabbia. La rabbia è stata spesso utilizzata nelle insurrezioni popolari e nelle guerre, ed è facilmente sfruttata per manipolare e sobillare le folle. In breve, la rabbia, può servire a

IO NON SONO EUROPEO (E MAI LO SARO’)

Suddetta frase farà storcere il naso a molta molta gente, ne sono sicuro ma non mi importa, anzi, mi rivolgo soprattutto a coloro i quali vedono nella bandiera blu con le stelline la salvezza dei nostri mali. Lotta di classe internazionale, unione di popoli, moneta

E IL NOSTRO SAREBBE “NAZIONALISMO”?

Le parole d’ordine sono “no ai populismi“, “no ai nuovi nazionalismi“. Lo ripetono tutti, a pappagallo, dal presidente del Consiglio uscente al Pd, fino a tutti i Pigi Battista dell’italica carta inchiostrata. Chiamano populismo e nazionalismo tutto ciò che non rientra nei loro piani,

La doppia morale dei “diritti umani”

Stato & Potenza In molti, nelle ultime ore, si stanno domandando provocatoriamente se siano più democratici i governi dei Paesi che si dicono democratici per principio, oppure i governi dei Paesi oggi ritenuti parzialmente o totalmente al di fuori della democrazia. Le manifestazioni di

Un tornado di contraddizioni

Marco Cedolin Mentre un tornado s’invortica sull’ILVA di Taranto, abbattendone le ciminiere proprio nel giorno in cui il governo si appresta a decidere il futuro del cancrificio della famiglia Riva, segno di un destino beffardo o piuttosto del fatto che gli strumenti di controllo climatico

Siamo “populisti” e “antipolitici”

di: Giampaolo Cufino – schuon74@gmail.com – Recentemente nomi famosi del giornalismo, della politica e dell’economia si sono riuniti in pieno centro a Roma, per una riunione del famigerato Club Bilderberg; che cosa si siano detti non è dato saperlo, la democrazia ha dei limiti che non vanno travalicati,

IL MARTELLAMENTO DELLA REAZIONE

di individualismoanarchico Il Proletario • giornale anarchico •  ANNO I • N. 2 • Pontremoli, Luglio 1922 Sottotitolo: «Il dolore e il sacrificio sono soddisfazioni per il ribelle che ama la lotta.» IL MARTELLAMENTO DELLA REAZIONE È vero, in ogni frangente ed in ogni epoca

In Slovenia scontri tra polizia e manifestanti

di Il Faro sul Mondo Violenti scontri sono scoppiati tra i manifestanti e la polizia in assetto antisommossa nella capitale Lubiana, nel corso di una manifestazione contro i tagli di bilancio e la corruzione. Appena due giorni prima delle elezioni presidenziali, almeno cinquemila manifestanti

In Bahrain continua la repressione del regime

di Il Faro sul Mondo Decine di manifestanti anti-regime sono stati feriti o arrestati, dopo che le forze di sicurezza del Bahrain hanno attaccato le proteste pacifiche nei villaggi intorno alla capitale Manama. Le forze saudite hanno fatto uso di gas lacrimogeni e granate

Arriveranno momenti difficili. Preparatevi a molte «bastonate»

Intervista di Fabio Polese Il ministro dell’Interno Annamaria Cancellieri, durante un’informativa in Senato sugli incidenti di mercoledì scorso scoppiati nelle manifestazioni contro l’austerity, ha detto che l’arresto differito è uno degli strumenti che il governo vuole emettere contro la violenza nelle piazze. Il ministro ha affermato che

Un ministro in confusione. All’interno e a palazzo Chigi

“Sapete cos’è il fascismo? Sapete quali sono le forme di squadrismo?” di  Dante Barontini Contropiano Un ministro-prefetto che provoca. Non è una novità assoluta. E’ un anticipo di fascismo. Vediamo da Repubblica: “Il ministro dell’Interno, Anna Maria Cancellieri, è stata contestata dagli studenti, al

Il lacrimogeno come arma chimica: chi lo produce e il suo effetto nocivo sulla salute dell’uomo.

da L’incarcerato Dopo aver visto l’ennesima manifestazione repressa a forza di indiscriminate manganellate e dopo aver visto il video di Repubblica ove si vedeva chiaramente lanciare dai piani del Ministero della Giustizia i lacrimogeni ho deciso di affrontare una volta per tutte il discorso dell’utilizzo legale dell’arma

FARCI COMPRENDERE DAGLI OPPRESSI E’ D’OBBLIGO

Ricordo la mia infanzia, i mitici anni ’90, gli ultimi momenti della prosperità dello stivale…5000 lire bastavano e avanzavano per la sala giochi, caramelle, 2 panzerotti fritti e una bevanda frizzante…al giorno d’oggi con 5 euro? rido per non piangere… Possibile che la moltitudine

Il poliziotto prova a fare il Pasolini…ma la differenza c’è e i lettori la vedono…

Oggi è stata pubblicata dal blog diritto di critica la lettera di un poliziotto che evidentemente non sembra aver ben capito cosa stava scrivendo. Ma se una difesa, sul suo operato e quello dei suoi colleghi, seppur impossibile, da parte di un agente di PS

Qualche sussulto di dignità

Marco Cedolin Dopo un anno di dittatura bancaria, vissuta all’insegna dell’apatia e del disimpegno, durante il quale Monti ha iniziato a smantellare il paese pezzo a pezzo, svendendo gli ultimi tranci di sovranità un tanto al chilo, con la complicità di Napolitano e di una classe politica

Scontri nel Sulcis, arriva un elicottero per portare via i ministri

Alta tensione durante e dopo il vertice. Lacrimogeni sparati dalla polizia, uno sfiora un’ambulanza con un ferito dentro. Nella miniera di Serbariu si chiude il summit con Corrado Passera e Fabrizio Barca e il sottosegretario Claudio De Vincenti   Alta tensione durante e dopo il

Vietare le foto della polizia violenta, è l’ultima trovata di Madrid

di Roberto Pellegrino – La diffusione delle fotografie degli scontri tra studenti e polizia è stata devastante per l’immagine della Spagna. Ora, il governo vuole approvare una legge che proibirà di acquisire e riprodurre immagini delle forze di sicurezza nell’esercizio delle loro funzioni. E

Grecia, manifestazioni e scontri per dire no agli squali dell’alta finanza

Fabio Polese Decine di migliaia di manifestanti sono scesi in piazza ad Atene per lo sciopero convocato dai maggiori sindacati greci nel giorno del vertice dell’Unione europea. Nei violenti scontri scoppiati, a piazza Syntagma, davanti al Parlamento, c’è stato anche un morto: un uomo

La marcia vittoriosa dei No Muos

Di Antonio Mazzeo In migliaia contro il sistema satellitare della Marina Militare Usa. E la procura sigilla il cantiere: è abusivo. Il «mostro» fermato per violazione delle leggi ambientali sempre denunciate dai comitati locali Per chi ha più di cinquant’anni è stato come fare

RIBELLARSI E’ UN DIRITTO. COMINCIAMO ?

DI MAURIZIO BLONDET rischiocalcolato.it “Chi uccide il tiranno è lodato e merita un premio” san Tommaso d’Aquino “L’albero della libertà deve essere annaffiato di tanto in tanto dal sangue dei patrioti e dei tiranni. E’ il suo concime naturale”.  Thomas Jefferson Signori, abbiamo dato

Bastonati a sangue anche gli studenti

Marco Cedolin Rompendo il diktat in virtù del quale da quando Monti e la confraternita dei banchieri governano il paese non si deve protestare, gli studenti oggi sono scesi in piazza un po’ in tutte le città d’Italia, ricevendo in cambio cariche selvagge e

Rivoluzioni Pilotate – Indignados, Occupy e Otpor

di S. Russo Navigando in rete ho notato come rivoluzione e protesta tendano a generare entusiasmi e consensi indiscriminati.La situazione economica è pessima e chi segue quotidianamente le notizie e tende a informarsi, prima o poi lascia un commento con su scritto: Serve la rivoluzione.Non

Facebook, la rivoluzione, le poltrone e il popolo bue

Di Domenico De Simone Ogni rivoluzionario sa che è il popolo a decidere i tempi ed i modi della rivoluzione. Il compito di un rivoluzionario è capire quali sono questi tempi e questi modi e quando il popolo non lo segue, non deve prendersela con

Lo sciopero è un fatto inaccettabile

Di Marco Cedolin La giornata di sciopero del trasporto pubblico loocale che ieri ha paralizzato le principali città italiane sembra avere provocato di tutto e di più. Orde di cittadini in preda al panico in fuga nelle gallerie del metrò milanese come fossero inseguiti dagli zombies

MADRID: I POLIZIOTTI PER POCO NON MANGANELLANO UN LORO COLLEGA INFILTRATO TRA I MANIFESTANTI

Scritto da  Germano Milite Venerdì, 28 Settembre 2012 Sembra la scena di un film che i meno informati definirebbero “complottista” e invece, purtroppo per la polizia spagnola e la sua reputazione, è tutto vero. Un uomo viene prelevato con forza dai manifestanti, immobilizzato e trascinato sulla

MANCA MENO DI UN ANNO ALLE RIVOLTE MONDIALI

LO DICONO TEORICI DI SISTEMI COMPLESSI Di Brian Merchant Motherboard. Qual’ è la ragione principale per cui combattiamo? Per i popoli oppressi le ragioni plausibili e giustificabili sono molte – povertà, oppressione, privazione di diritti, etc. – ma la più importante è la più primitiva.

Polizia greca in sciopero contro il nuovo piano tagli chiesto dalla Troika

Di Alessio Pisanò – Polizia in piazza ad Atene. Dopo studenti, disoccupati, operai, pensionati e medici, adesso tocca ai poliziotti scendere in piazza e scioperare contro le misure di austerità messe in atto dal governo greco e imposte senza mezzi termini dalla Troika (Ue,

Tav: la forza fisica contro lo Stato è legittima

La lotta del popolo in Val di Susa contro la costruzione della pericolosissima Tav sta assumendo contorni inquietanti visto il sovrapporsi di risvolti antipopolari e antidemocratici1. E’ forte il sospetto che dopo anni di scontri e bracci di ferro lo Stato voglia far fare