Scritto da   Venerdì, 28 Settembre 2012

InfiltratoSembra la scena di un film che i meno informati definirebbero “complottista” e invece, purtroppo per la polizia spagnola e la sua reputazione, è tutto vero. Un uomo viene prelevato con forza dai manifestanti, immobilizzato e trascinato sulla strada dai celerini. Non reagisce ed urla:”ca..zo sono un vostro collega”. Subito dopo, un altro uomo incappucciato, si avvicina ai poliziotti che a qualcuno sembrano pronti a menare, controlla il “prigioniero” e conferma la sua identità. A quel punto l’infiltrato viene lasciato libero, anche di parlare per invitare i colleghi a “darsi una calmata”.

Le immagini, nel giro di poco, hanno fatto il giro della rete e scatenato un vespaio inarrestabile di commenti e polemiche. In effetti, comunque, non è certo una novità la pratica di infiltrare agenti tra i manifestanti. E’ una misura che ufficialmente serve ad identificare con maggiore efficacia e rapidità eventuali elementi violenti ma che, secondo le tesi dietrologiche (e non solo), è utile solo per fomentare proprio i più inclini alla rissa, creare scontri con la polizia e delegittimare così la protesta.

Intanto, nel video, all’uomo catturato non viene fatto del male. A Madrid, come noto ma non tanto raccontato dai grandi media, è in atto una mobilitazione di massa impressionante. Gli organizzatori, hanno proprio nelle ultime ore annunciato che molto presto ci sarà una nuova, grande manifestazione intro al Parlamento.

Di seguito il video che ha messo in imbarazzo la polizia spagnola

Commenta su Facebook