Informazione Archive

L’APPARIZIONE DI ALEX JONES HA TRASFORMATO “SUNDAY POLITICS” IN UNA PUNTATA DI SCHERZI A PARTE

DI CHARLIE SKELTON  www.guardian.co.uk Si doveva discutere di Bilderberg, invece la produzione televisiva ha trasformato la puntata in una baraonda urlante (Link al video: Andrew Neil ridicolizza i teorici della cospirazione su Sunday Politics )  Ottimo lavoro, Sunday Politics. Hai invitato all’intervista un grosso orso grigio e poi

Ecco perché il giornalismo d’inchiesta non c’è più

di Anna Biason Fonte: lanotiziagiornale.it Lo scrittore Marco Pizzuti punta l’indice: i cronisti si limitano a fare i propri comodi. Ma non tutti i professionisti sono dei “venduti” o sono in malafede.     Parlando con Marco Pizzuti in quest’intervista, mi è tornato alla

L’AUSTERITA’ E’ STUPIDA, CREA SOFFERENZA E RITARDA LA RIPRESA: LA BANALITA’ DEL MALE

Nel 1963 la filosofa e scrittrice tedesca Hannah Arendt scrisse un libro e coniò un’espressione che descrive bene uno degli aspetti più ambigui e perversi del male: la sua banalità. Spesso chi fa del male non ha nemmeno la capacità di pensare e riflettere, la facoltà di

PROPOSTA DI ESPULSIONE DALL’ORDINE DEI GIORNALISTI

DESTINATARIO: Consiglio Nazionale Ordine dei Giornalisti Via Parigi, 11 – 00185 Roma C.F.: 06926900587 Informazioni generiche: odg@odg.it Posta Elettronica Certificata: cnog@pec.cnog.it Nonostante il web sia ricchissimo di contenuti come articoli, video, libri e ogni genere di materiale informativo\didattico che documentano la grave truffa del signoraggio bancario

Iron Man contro il 9/11

di Calvero il Mar, 30/04/2013 Sono rimasto spiazzato. Partito per andare al Cinema avevo già la consapevolezza di quale tipo di spettacolo “pirotecnico” e “americanata” sarei andato a vedere. Non avevo neanche dubbi sul fatto che Iron Man 3 non mi avrebbe deluso. Non mi avrebbe deluso,

COLLASSO INPS: SE NE ACCORGE – E LO NASCONDE – ANCHE REPUBBLICA

FONTE: ILRIBELLE.COM La Repubblica mette ieri nelle pagine interne questa notizia, molto interne, il primo quotidiano on-line d’Italia per numero di accessi e diffusione. Il titolo è emblematico “L’INPS è quasi al collasso”, e le parole dello stringato articoletto, ripreso con un copia-incolla da Teleborsa,

PYONGYANG, ABBIAMO UN PROBLEMA

Abbiamo un problema con il sito del Corriere, che in questi minuti ha in apertura questo:   Alla stessa ora, il Washington Post era così,   Speriamo i nordcoreani non leggano il Corriere   Aggiornamento, Nyt ora 22.30 ancora così   Le Monde così,   Aggiornamento, 22.45, Il Times è così (se adesso

L’anomalia Berlusconi?

di: Matteo Pistilli * Davvero Berlusconi è un’anomalia inconcepibile altrove? Oppure è una questione che nasconde altro? Il tempo passa, ma gli errori si ripetono diabolicamente. Riproponiamo questo articolo – 30 maggio 2009 – che intende rispondere alla domanda presente nel titolo. Davvero Berlusconi è un’anomalia inconcepibile altrove? O

LA NUOVA PROPAGANDA E’ LIBERALE. LA NUOVA SCHIAVITU’ E’ DIGITALE

Che cosa è la propaganda moderna? Per molti, sono le bugie di uno stato totalitario. Nel 1970, ho incontrato Leni Riefenstahl e le chiesi dei suoi film epici che glorificavano i nazisti. Con tecniche rivoluzionarie nell’uso della videocamera e dell’illuminazione, ha prodotto una forma

L’INTRATTENIMENTO COME ARMA DA GUERRA

di comidad In questi giorni i media ci hanno narrato di un evento epocale, di un terremoto elettorale, tantevvero che il parlamento è rimasto ingovernabile com’era prima. Le elezioni diventano l’occasione per una cavalcata tra i generi narrativi. C’è la fiaba di Pollicino che attraversa

E IL VINCITORE DELL’OSCAR E’…LA CIA

DI PEPE ESCOBAR  asiatimes.com Persino nel suo periodo da selvaggio, fattone, folle easy rider, Jack Nicholson non avrebbe mai immaginato che un giorno avrebbe fatto squadra con la first lady degli Stati Uniti per presentare l’Oscar per il Miglior Film. Si tratta di roba più

Paranoie da Film

Da quando ho iniziato a studiare i libri dedicati alla propaganda, la mia prospettiva è cambiata su diversi aspetti della quotidianità; non ultimo quello relativo al cinema e ai film. Mentre prima vedevo un film come semplice veicolo di intrattenimento anche se in alcuni

Come i Giornalisti Manipolano L’Opinione Pubblica

DI ANTONELLA RANDAZZO I giornalisti dei nostri telegiornali sono diventati presentatori e pubblicitari. Altre competenze, ben diverse dall’informazione obiettiva e “sul campo”. I servizi giornalistici sembrano creati ad arte per mostrare alcune cose e nasconderne altre.  In un paese in cui sempre meno persone leggono

Un’altra infame menzogna “I jet di Assad bombardano civili inerni in fila davanti una panetteria”

di amirantecarlo SeparaQuesto video diffuso dall’Osservatorio siriano di Londra mostrerebbe “civili inerni in fila davanti una panetteria  uccisi da un bombardamento ordinato da Assad.” Ovviamente, il video non mostra nessun aereo, nessun cratere di bombe, nessuna donna o bambino colpiti (solitamente sono queste le persone

Spieghiamo a Marco Travaglio cos’è il vero potere (4 parte)

7 gennaio 2011 Il Fatto Quotidiano è sempre alla ricerca di qualche antiberlusconiano, anche non italiano e uno di questi è lo scrittore-professore della Columbia University,Alexander Stille.Silvia Truzzi lo ha intervistato.Questo signore è veramente ridicolo, si lamenta che i giornali e tv italiani non informano  i cittadini

La Gabanelli come Montanelli

di byebyeunclesam Separa“Ritardi con ENI”? Specula su ENI, semmai!, di Filippo Bovo La puntata di Report andata in onda su Rai Tre domenica scorsa, il 16 dicembre, avente il titolo “Ritardi con ENI”, ha tutta l’aria d’essere l’ennesimo programma dai contenuti speculatori e denigratori nei confronti di quella

BASHAR AL-ASSAD, LA SIRIA E LA VERITA’ SULLE ARMI CHIMICHE

DI ROBERT FISK  independent.co.uk Più grande la bugia, più la gente la crederà. Sappiamo tutti chi ha pronunciato questa frase – ma funziona ancora. Bashar al-Assad possiede armi chimiche. Egli può usarle contro il suo popolo . Se lo fa, l’Occidente non starà a guardare.

Repubblica cancella il post di Odifreddi su Israele. Lui lascia: “Meglio fermarsi”

di Redazione Il Fatto Quotidiano Il matematico aveva scritto parole dure sul conflitto in Medio Oriente accusando lo Stato ebraico di “logica nazista”, ma il suo intervento è scomparso dopo 24 ore. Oggi il saluto ai lettori: “Continuare sarebbe un problema. D’ora in poi dovrei

Sulle ultime accuse all’Iran: ma quali sono le “fonti” del giornalismo occidentale?

di Enrico Galoppini European Phoenix Bisogna ammettere che non gli manca la fantasia. Da mesi, anzi da anni, ci si attende quale scusa definitiva, o “pistola fumante” (come piace dire ai “cowboy”), salterà fuori per giustificare una guerra all’Iran (quanto al “dichiarare”, la guerra

L’ARMA DEL SILENZIO MEDIATICO

DI MANLIO DINUCCI  ilmanifesto.it Si dice che il silenzio è d’oro. Lo è indubbiamente, ma non solo nel senso del proverbio. È prezioso soprattutto come strumento di manipolazione dell’opinione pubblica: se sui giornali, nei Tg e nei talk show non si parla di un atto

Come la televisione ci sta trasformando in zombie!

DI STEVE WATSON* Propagandamatrix TV turns you into a zombie Mentre da un lato queste parole suonano come la solita metafora utilizzata per evidenziare quanta immondizia ci viene oggi propinata attraverso la televisione, sono anche una terribile affermazione che descrive in modo letterale la

I disastri del cinema americano: effetti della propaganda nella vita di tutti i giorni

Premessa; effetti invisibili:   La cosa più inquietante che emerge dalla lettura dei libri diEdward Bernays è la consapevolezza che il suo modello di propaganda, attraverso l’azione subliminale sulle persone che agisce a livello puramente emotivo, scavalcando qualsiasi forma di razionalità e rendendosi di conseguenza

Radio Ies censura David Gramiccioli: chiusa la trasmissione Ouverture

Di Stefania Nicoletti Lunedì 23 luglio Radio Ies ha deciso di chiudere Ouverture, la trasmissione di David Gramiccioli, che tratta temi scomodi per il Sistema e dà voce e visibilità a tanti ricercatori indipendenti e controinformatori (tra cui Mazzucco, Carotenuto, Marcianò, Barnard, Baiata, Mariotti…). Ouverture

L’altra campana della Siria, la voce popolare contro la propaganda mass-mediatica internazionale

Quanto segue è un’imbarazzante intervista condotta da Jean Jaques Bourdin in una nota emittente radiofonica francese che merita di essere ascoltata per riflettere su come i mass-media manipolano continuamente l’informazione a fini propagandistici. Ogni volta che un regime diventa incompatibile con i nuovi equilibri

Siria, solita disinformazione dei media criminali italiani

Dal Messaggero .it Disinformare è un crimine, quindi le dichiarazioni false e di parte dei media italiani al servizio del Regime mondialista sono atti criminali ndr Siria, ribelli all’attacco della tv di Stato Assad lascia Damasco Ieri l’uccisione di un ministro e del capo degli

Annunci farlocchi, morfina di regime

Di Daniele Martinelli In questo caos di un’economia in profonda recessione, i giornali italiani fanno propaganda al regime sparando in prima pagina gli annunci di una classe politica criminale degna dei peggiori regimi sanguinari. Visto che i giornali dovrebbero dare le notizie, purtroppo, nelle ultime

Ecuador: ai voti la riforma del latifondo radiotelevisivo

52% delle frequenze radio ed il 38% di quelle Tv passano allo Stato e alla società civile  V. Piumoso occhioclinico Domani si terrà la votazione del parlamento ecuadoregno sulla clamorosa riforma dell’etere proposta dal governo Correa. l’esito non è scontato. credo che sia muy interessante dare un’occhiata a quanto previsto della nuova normativa (qui

Psicodramma al Fatto quotidiano: crollano i lettori e arrivano (forse) i finanziamenti pubblici

Scritto da Emilio Fabio Torsello il 9 luglio 2012 Al Fatto quotidiano si sente aria di crisi e finanziamenti pubblici. Le copie vendute, infatti, sono scese dalle oltre 70mila dell’epoca del governo Berlusconi alle poco più di 50mila attuali (dati aggiornati al maggio scorso). E a

Siria: Guerra mediatica, l’ONU usa fonti di parte

Marinella Correggia sibialiria La rappresentante speciale per i Bambini e i Conflitti Armati, la signora cingalese Radhika Coomaraswamy, intervistata dalla BBC (http://www.bbc.co.uk/news/world-middle-east-18405800) e da Al Jazeera (intervista riportata dallo stesso sito Onu!http://www.un.org/children/conflict/english/index.html) denuncia l’esercito siriano di aver utilizzato i bambini come “scudi umani” nel conflitto in corso

MASSACRO DI HOULA IN SIRIA: IL FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG, LA PENSA UN PO’ DIVERSAMENTE

Di Cristina Bassi Uno dei più importanti quotidiani tedeschi il Frankfurter AllgemeineZeitung pubblica un nuovo report che attribuisce la strage di Houla ai ribelli sunniti anti Assad. Nelle parole dell’ inviato speciale delle Nazioni Unite Kofi Annan, è stato il “punto critico” nel conflitto in Siria: un massacro selvaggio di oltre 90 persone, prevalentemente donne e bambini, per i quali

IL 52% DEGLI ITALIANI CONTRO L’EURO E BALLARO’ LI TERRORIZZA

Ieri sera c’era, martedì, su Rai3 c’era Ballarò. Buttata lì, in maniera abborracciata, la questione della crisi dell’euro e dell’eventualità che si torni alle valute nazionali. Discorsi seri neanche uno. Già è tanto che se ne discuta, direte voi. Per niente. Guardando la trasmissione

I banchieri prendono il comando della RAI

Monti ha nominato il vice-direttore della Banca d’Italia alla presidenza della RAI. Al famoso doppio linguaggio che già ci aveva regalato termini come “Islam = terrorismo”, oppure “missione umanitaria = invasione armata”, possiamo ora aggiungere “governo tecnico = presa per il culo”. Ce lo

La BBC propaganda le scie chimiche: potrebbero essere distribuite presto!

Adesso è anche la BBC ad affermare che “gli aerosol atmosferici sembrano offrire il massimo effetto con il minimo investimento, e potrebbero essere distribuiti presto,” per ridurre il “cambiamento climatico”; e su questo metodo la BBC, nel suo articolo, vi mette un’immagine molto eloquente, eccola Immagine tratta

Strage di Hula, la Bbc chiede scusa: “Quella foto è di 10 anni fa”

LONDRA – La Bbc ha chiesto scusa per aver pubblicato una fotografia che mostra centinaia di cadaveri avvolti in dei lenzuoli bianchi, con un bambino che vi salta in mezzo, attribuendo quei corpi alle vittime del massacro di Hula avvenuto la scorsa settimana in Siria. L’immagine, pubblicata sul sito della Bbc domenica scorsa, nè

La BBC Beccata a fare Falsa Propaganda sul Massacro in Siria

Da Prison Planet le prove di una vecchia storia che si ripete: la falsa propaganda cerca di scuotere le coscienze per legittimare un’altra guerra.   L’agenzia di stampa BBC utilizza vecchie foto di bambini Iracheni morti per rappresentare le presunte atrocità del governo Siriano di