Unione Europea Archive

Sempre più lobbying a Bruxelles per le big del tech

Come ha riportato Reuters, dopo la stangata della Commissione Europea nei confronti di Apple (condannata a pagare 13 miliardi di euro – IVA esclusa – al governo irlandese per contributi fiscali non pagati) le grandi multinazionali americane dell’informatica stanno schierando i loro lobbisti nella

COMUNITÀ DELL’AFRICA ORIENTALE: RIMANDATA LA FIRMA DEGLI ACCORDI EPA CON L’UE

La Comunità dell’Africa orientale (Eac) ha deciso di rimandare ulteriormente la firma degli Accordi di partenariato economico con l’Unione europea (Ape/Epa) prevista per il 1 ottobre, che aveva già subìto uno slittamento nel corso dell’estate. «Abbiamo deciso di darci altri tre mesi di tempo

KENYA E RWANDA FIRMANO ACCORDI COMMERCIALI CON L’UE

Il 1 settembre a Bruxelles sono stati firmati dai due paesi gli Accordi di partenariato economico, cosiddetti Ape/Epa. Secondo quanto affermato dal ministero del Commercio del Kenya, essi permetteranno al paese di esportare i suoi prodotti in Europa senza l’applicazione di imposte. Tali accordi

Dublino e il paradosso di Biancaneve

È come se Biancaneve si trovasse a scegliere fra due opzioni: continuare a mangiare ogni anno la mela della strega cattiva e vivere per sempre felice e contenta; oppure farsi salvare dal principe, incassare subito un tesoro ma abbandonare ogni certezza sul futuro. Di

UN “BAIL IN” ANCHE PER I TERREMOTATI?

Non pochi commentatori hanno notato che nella pagliacciata di Ventotene allestita da Renzi nella scorsa settimana, la Merkel ed Hollande si sono prestati ad un’operazione propagandistica puramente ad uso dell’opinione pubblica italiana, che viene ancora annebbiata con false prospettive di “Stati Uniti d’Europa” per

BASTA VENTOTENE!

Riporto alla rinfusa, in “bel” disordine, una serie di documenti, che non hanno mai trovato ampio battage come meriterebbero. Il motivo è chiarissimo; essi dimostrano che la sedicente Europa Unita è nata dall’azione di uomini sempre venerati e rispettati come insigni europeisti, mentre hanno

VENTOTENE: LA LEGGENDA CHE HA PARTORITO IL TOPOLINO!

La storia come abbiamo più volte visto non si limita a non ripetersi amando fare la rima, ma spesso e volentieri lascia scolpite nella roccia delle autentiche leggende, qua e la in ogni luogo della terra. Affascinante davvero la scelta del luogo per l’ennesimo

Ieri burkini, oggi Ventotene, domani…?

…di cosa parleranno i media domani? L’evento di Ventotene è passato come passa una loffia. Senza lasciare una traccia da utilizzare nei prossimi giorni  per la chiacchiera e il tormentone estivo. La cosa più divertente  – bisogna contentarsi –  è stata vedere le facce

Il maldestro di Ventotene

Inizia nel più solenne dei modi una stagione d’affanni per Matteo Renzi. Il Premier ospita oggi a Ventotene il presidente francese François Hollande e la cancelliera tedesca Angela Merkel per parlare di temi come la gestione dei migranti e la lotta al terrorismo. La

L’UE DEVE MORIRE

“Non è possibile che qualsiasi politico europeo sia sufficientemente idiota da credere che sia stata la Russia ad invadere l’Ucraina, che la Russia da un momento all’altro invaderà la Polonia e gli Stati baltici, o che Putin sia un “nuovo Hitler” che progetta di

La Gran Bretagna se ne va

Dopo l’esito del Brexit, la maggior parte degli analisti a livello internazionale si sono chiesti quali saranno le conseguenze sui mercati, sulle monete, sulle economie. Ma a noi pare molto più importante capire cosa significa in termini politici la decisione dell’elettorato britannico. Un dato fondamentale

Bundesbank, Weidmann: “O si cede più sovranità o si accetta il bail-in delle banche”

“L’unione monetaria è a un bivio: o si cede più sovranità a Bruxelles o si accettano le procedure di default”. Questo il titolo dell’intervista del Corriere dalla Sera a Jens Weidmann, il presidente della Bundesbank, il super-falco tedesco, il “braccio armato” diAngela Merkel. “Mister

Barroso, da Bruxelles a Goldman

Si può lavorare per 10 anni da controllore e poi, con una piroetta degna del Bol’šoj, passare dalla parte del controllato? Sì, a quanto pare la legge lo consente. Perciò Josè Manuel Barroso, che dal 2004 al 2014 è stato presidente della Commissione europea,

La Nato annette l’Unione Europea

L’Unione europea non nasce soltanto dal “sogno” di Aldo Spinelli e di Jean Monnet, di Schuman e di Spaak come ci viene sempre raccontato…”* Perché se la componente ideologica fondata sulla mitica solidarietà tra i popoli europei ha avuto un ruolo politico nel motivare

L’OSSIMORO DELL’EUROPEISTA IN BUONA FEDE

In Francia il presidente Hollande persiste nel suo progetto di “riforma” del lavoro, incurante delle proteste dei lavoratori, perché tanto “glielo chiede l’Europa”, anzi la Banca Centrale Europea. Un’altra spirale di recessione e di compressione della domanda interna che farà saltare anche ogni previsione

Si affrettano a dire che ora tutto cambierà e che l’Europa unita sarà diversa

Vediamo: 25 marzo 1957, nasce la CEE (Comunità Economica Europea). L’Inghilterra, meglio dire la Gran Bretagna, non c’era. In prospettiva non ci sarà più. Ma vista la china cui sta scivolando la UE (Unione Europea) di adesso, arriveremo ancora a qualcosa di simile alla

Gli eurodeputati smarriti : Soros, quali sono gli ordini?

Avrete ascoltato come il Parlamento Europeo ha accolto il beffardo discorso di Nigel Farage – un membro del medesimo parlamento – all’indomani del Brexit: urla, fischi,  ringhi, rantoli di rabbia (impotente), certi pauroso soffi  come li fanno i gatti arrabbiati.  Ebbene: passano due giorni,

LA DITTATURA DELLA UE

Ma sì diciamocelo francamente: l’Europa, proprio come l’Unione Sovietica, esiste in quanto antidemocratica. La considerazione emerge chiaramente in queste vedendo come stanno cercando di annullare il voto di in Gran Bretagna. Sono già in corso le grandi manovre per spiegare che il risultato delle

Brexit: la rivincita dei ceti rurali e operai

 Con la vittoria della cosidetta Brexit, sono uscite a destra e a manca numerose interpretazioni del voto. Una di quelle più interessanti riguarda la geografia del voto: i voti per la permanenza si sono avuti principalmente nelle grandi città (Londra, Cardiff, Edimburgo, Belfast), quelle dove hanno

SMASCHERATO! Il piano segreto dell’UE di “Super-Stato”

Nessun confine tra i membri, nessuna banca centrale di stato, nessuna moneta propria, nuovo esercito UE! superstation95 La maschera è finalmente caduta , il vero motivo del “BREXIT” è un pamplet di 10 pagine sul piano UE di Francia e Germania ora di pubblico

Brexit, l’Ue non fa sconti a Londra: “Ora andate via al più presto”

Vertici Ue dispiaciuti dalla Brexit: “Situazione senza precedenti”. Ma a Bruxelles si prepara la vendetta: “Un posto speciale per il Regno Unito non sarà più possibile” Sergio Rame – Ven, 24/06/2016  Le istituzioni comunitarie chiedono al Regno Unito di lasciare l’Ue rapidamente, nel rispetto

I giudici inglesi sfidano e contrattaccano la Corte imperiale d’Europa

In attesa del referendum sulla Brexit, Ambrose Evans-Pritchard descrive sul Telegraph la svolta verso una maggiore difesa dell’autonomia nazionale in campo giuridico condotta dalla Corte Suprema del Regno Unito, che si oppone con forza al dilagare del potere della Corte di Giustizia Europea (di

La via europea verso il multipolarismo

L’UE è unita solo a parole. La retorica della cooperazione e della solidarietà collettiva copre malamente la rissa tra galletti battibeccanti per l’egemonia infra-continentale che però si piegano vilmente alle influenze atlantiche, impedendo all’Europa intera di farsi carico del suo destino. Francia e Germania, de

SACCHEGGIO DELLO STATO GRECO: LA COMMISSIONE EUROPEA PRETENDE L’IMMUNITÀ PER GLI ESECUTORI

Ecco come avviene il “risanamento” delle finanze dei paesi periferici: gli edifici governativi vengono svenduti ai privati, con l’obbligo per il governo di riprenderli in affitto, che va pagato anche se non vengono utilizzati. E cosa avviene ai funzionari UE che hanno imposto queste

Telegraph, documenti declassificati. “L’Ue è sempre stata un progetto della CIA”

Il fatto che gli Usa, con Obama che si è chiaramente espresso in violazione della sovranità interna del Regno Unito, si sia attivamente schierato contro la Brexit è normale scrive il Telegraph a firma Ambrose Evans Pritchard. Del resto “l’integrazione europea fin dall’inizio è

LA CAMBIALE IN ARRIVO DA BRUXELLES

L’austerità sta divorando se stessa. Si sta avverando lo scenario peggiore con la moltiplicazione delle spinte alla dissoluzione della Ue. Una spinta possente arriva dall’immigrazione ma è chiaro che il problema vero è la stagnazione economica. Un’Europa in crescita avrebbe le risorse e anche

Voglia di trasparenza: l’Europa si mobilita per un Registro dei lobbisti obbligatorio

Proseguono gli sforzi verso una normativa europea più chiara e decisa sulle lobby Non solo in Italia: anche in Europa il lobbying è ammantato da un velo di incertezza normativa e di sfiducia da parte di istituzioni e cittadini. Anche per questo, nelle ultime

Che fine ha fatto il referendum anti-UE in Austria?

DA FEDERICO MUSSO   Sebastiaan ter Burg Fanno scalpore in questi giorni le notizie della costruzione di un muro anti-immigrazione al Brennero e la lo straordinario risultato del Partito della Libertà alle elezioni presidenziali in Austria. Un segnale forte contro le politiche dell’Unione Europea

€uro, €uropa e lotta di classe

“In regime capitalistico, gli Stati Uniti d’Europa equivalgono ad un accordo per la spartizione delle colonie. Ma in regime capitalistico non è possibile altra base, altro principio di spartizione che la forza. Il miliardario non può dividere con altri il “reddito nazionale” di un

Il “suicidio per negazione della realtà” dell’UE

Saker, 7 aprile 2016 Ciò che doveva accadere è accaduto. L’UE, essendo una catena di anelli deboli, infine ha ceduto e gli olandesi sono i primi a votare contro l’associazione con l’Ucraina. Naturalmente, gli euroburocrati troveranno qualche scusa per dichiarare il voto non valido,

GLI ANNI PERDUTI DELL’EUROPA

Tutta l’attenzione degli analisti si è sempre soffermata sui vent’anni perduti del Giappone come fossero il parametro di tutte le crisi. Quasi mai, nessuno. Che guardi ai dieci anni perduti dall’Europa e ai venticinque dell’Italia. Perché la realtà è questa: il Pil dell’Europa ha

SANZIONI ALLA RUSSIA, DANNI ALL’ITALIA

Le sanzioni alla Russia, comminate dall’Ue per l’annessione della Crimea e l’appoggio alle milizie separatiste del Donbass nella guerra contro Kiev, stanno costando molto all’Italia. Nonostante le popolazioni autoctone, con dei referenda plebiscitari, abbiano deciso democraticamente di avvicinarsi a Mosca , Bruxelles ha ritenuto

Come UE & NATO hanno sfruttato l’Ucraina per raggiungere i propri scopi geopolitici

“L’Ucraina non sarà certamente in grado di diventare un membro dell’UE nei prossimi 20-25 anni, e neanche della NATO.” Indovinello. Chi ha fatto questa dichiarazione la scorsa settimana? Era: (a) Vladimir Putin (b) Sergei Lavrov (c) Viktor Yanukovich (d) Jean-Claude Juncker Se la risposta

Europa, il trionfo del liberismo ha distrutto quanto resta di Popoli e Nazioni

di Salvo Ardizzone Lo stato di dissoluzione della Ue è sotto gli occhi di tutti: nessuno finge più di crederci e le stucchevoli riunioni che si succedono sono stanche liturgie, passerelle dove ogni membro recita una parte a beneficio degli egoismi del proprio elettorato.

Figli e figliastri: tutte le deroghe e furbate permesse dalla UE agli altri Paesi

Se c’è un articolo involontariamente umoristico nei Trattati europei questo è l’art. 3 del TUE, il quale, fra le varie mirabili cose che dovrebbe fare la UE afferma spavaldamente “Essa promuove la coesione economica, sociale e territoriale, e la solidarietà tra gli Stati membri.“.