Capitalismo Archive

Trotsky sapeva già tutto sull’Europa

“Adesso il capitale americano comanda ai diplomatici; Si prepara a comandare ugualmente alle banche e ai trust europei, a tutta la borghesia europea".

OCCIDENTE CONTRO L’EUROPA

La conquista di nuovi mercati e di nuove zone di produzione è da secoli la causa di guerre e conflitti, negli ultimi decenni gli USA hanno questo ruolo.

Cosa intendeva Cedric Robinson con “Capitalismo Razziale”?

La critica di Robinson all'ordine politico e all'autorità anticipò le correnti politiche di movimenti contemporanei come Occupy Wall Street e Black Lives M.

Le 50 lobby che hanno speso di più nel 2016 (negli USA)

l Centre for Responsive Politics, primo centro di ricerca statunitense in tema di lobbying e finanziamento della politica, ha stilato la classifica 2016.

I Rotschild: 8 volte più ricchi degli 8 più ricchi

Nel novero dei primi otto non appare il nome Rothschild. Per varie ragioni: qui non abbiamo a che fare con persone fisiche, ma con una dinastia.

La Cina in ascesa: via capitalista, meta socialista

Gli USA non sono più una superpotenza e ogni elezione produce presidenti senza idee sui problemi: il costo stimato per mantenere l’obsoleto sarà di $3600mld

Due o tre cose da sapere su Vincent Bolloré

Qualche curiosità su Bolloré, capitano d’industria che si è fatto le ossa nella Compagnie financière di Rothschild, ed oggi è maggiore azionista di Havas.

GLI ULTIMI GIORNI DELL’IDEOLOGIA LIBERAL

Come l’ortodossia, il professionalismo e politiche indifferenti hanno definitivamente condannato un progetto del diciannovesimo secolo.

PAROLA D’ORDINE: DEMOCRAZIA ECONOMICA

Di questa democrazia il popolo ne può usufruire solo in proporzione e con modalità conseguenti alla quantità di ricchezza che via via si ha a disposizione.

Toni Negri e i “post-operaisti”: l’utopia funzionale alla globalizzazione capitalista?

“La globalizzazione è stata qualcosa di estremamente importante per i popoli del terzo mondo”. Non sono parole di economisti liberisti, ma di Toni Negri.

Il fordismo: la religione della serialità

Giusto un secolo fa, all’inizio del 1917, Ansaldo fece tradurre e stampare dal quotidiano Il Secolo XIX, un opuscolo divulgativo proveniente dalla Ford.

AGENDA 21: Quando l’ONU vorrebbe sostituirsi a Dio?

Agenda 21 è un "programma di azione" con il quale l'ONU si impegna a ridisegnare tanto il rapporto dell'uomo con l'ambiente, quanto quello con l'esistenza.

Il catastrofico bilancio del liberismo più selvaggio, per un anno, in Argentina.

Grande assente nelle notizie provenienti dall’America Latina, il catastrofico bilancio dell’applicazione del liberismo più selvaggio, in Argentina.

La globalizzazione? Non esiste nella “storia”, si chiama ideologia mondialista

Il potere tende sempre a naturalizzare se stesso, ovvero a proporsi alle masse come “disceso da cielo”, in molti casi persino esplicitamente.

Il neoliberalismo è una specie di fascismo

Da Off-Guardian, sito d’opinione creato da alcuni autori del celebre quotidiano inglese The Guardian scontenti della linea ufficiale del quotidiano, riportiamo questo illuminante articolo sulla natura del neoliberalismo, scritto dal presidente del sindacato dei magistrati belgi. di Manuela Cadelli, 13 luglio 2016 Il tempo delle

UN NUOVO GOVERNO PER PELLEGRINAGGI A LOURDES

Il cosiddetto “ombrello europeo” ha dato un’altra bella prova di sé la settimana scorsa, allorché la Banca Centrale Europea ha lasciato trapelare la notizia, ancora “ufficiosa”, del rifiuto di accordare al Monte dei Paschi di Siena venti giorni in più per la ricapitalizzazione dell’istituto

IL CAPITALISMO TERMINALE DA’ LAVORI DI M. IN BASSO E IN ALTO

In Francia esiste, dal 2012, la “Rete dei Lustrascarpe”. Les Cireurs. Associa i lustrascarpe in franchising: coloro che aderiscono hanno diritto di usare il logo e l’insegna. Non hanno salario- sono “auto-imprenditori” – ma una paga oraria (su cui pagano in prelievo fiscale del 23%).

La dittatura liberale

Nato in Francia il 28 giugno 1952, Jean-Christophe Rufin, medico, diplomatico, già vice-presidente di Medici senza frontiere e membro dell’Académie française, è autore di numerosi saggi e romanzi. Nel 1994 pubblicava, presso l’editore Lattès di Parigi, “La dictature libérale: le secret de la toute-puissance

Trump è per il neo-liberalismo quel che la caduta del Muro fu per il socialismo reale

La vittoria travolgente di Donald Trump nelle elezioni per la presidenza degli Stati Uniti, ancora più straordinaria data l’ostilità attiva della stragrande maggioranza dell’establishment finanziario, economico, culturale, mediatico, inclusi i maggiorenti del Partito Repubblicano, chiude la lunga fase storica iniziata a cavallo degli anni

L’Affermazione della sovranità popolare di fronte all’offensiva del capitale

Intervista a Samir Amin Le analisi che vertono sulla crisi che scuote – in modo strutturale – l’attuale sistema capitalistico si rivelano essere di una sterilità miserevole. Bugie mediatiche, politiche economiche antipopolari, ondate di privatizzazioni, guerre economiche e “umanitarie”, flussi migratori. Il cocktail è

La redistribuzione non basta, va affrontato il nodo della produzione della ricchezza

Il capitale non è più fattore di crescita ma di distruzione delle forze produttive della società Nella presente fase storica di accumulazione capitalistica la questione centrale non è più soltanto quella della redistribuzione “equa” della ricchezza prodotta, classico tema della politica socialdemocratica, e della

ANALOGIE SORPRENDENTI del GLOBALISMO con l’INIZIO BUIO del NOVECENTO

LA NUOVA DOTTRINA MONROE: L’AMERICA (e l’Europa) AGLI USA! BLOCCO dei POPOLI d’EURASIA INVULNERABILE AI COLPI degli USA –  Trotsky nel 1926 diceva che… Nicolas Bonnal – Obama, premio Nobel della Pace, porta l’Europa alla guerra nucleare. Bravo! Ho Già evocato Trotsky e la

L’agenda nera che si cela dietro la globalizzazione e le frontiere aperte

Sul sito Zero Hedge un’interessante analisi sul fenomeno della globalizzazione, che vogliamo qui condividere:  lungi dall’essere un’evoluzione “naturale” e “inevitabile”, ormai tutte le evidenze stanno a dimostrare che la globalizzazione è un progetto deliberato, portato avanti da una piccola minoranza, per meglio imporsi sulla grande massa degli

Capitalismo 4.0 tra “ascesa dei robot” e maledizione salariale

di Sebastiano Isaia «Dobbiamo avere paura dell’intelligenza artificiale?», si chiedeva giusto un anno fa Marco Morello suPanorama. La sua risposta aveva quantomeno il merito della chiarezza (ma solo quello per la verità): «Il cinema ci ha cresciuti suggerendoci che sì, dobbiamo avere paura. E

L’INDUSTRIA ITALIANA E IL CAPITALISMO GLOBALE

Sul Sole 24 ore del 11.10.2016 Paolo Pombeni ha scritto un articolo che vorrebbe dire qualcosa sul tema dell’”interesse nazionale”. Nella seconda parte dell’intervento il noto politologo introduce delle osservazioni forse non del tutto banali anche se non condivisibili: << Max Weber per descrivere

LIBERA CIRCOLAZIONE DEI CAPITALI, OVVERO COLONIALISMO

La serie di attentati di presunta matrice “islamica” in Francia e Germania è stata l’occasione, o il pretesto, per gran parte della stampa di segnalare la pioggia di finanziamenti che provengono da Arabia Saudita e Qatar, con la giustificazione ufficiale di costruire moschee in

LE OPEN SOCIETY CHE GUIDANO IL MONDO

Dopo l’operazione di hackeraggio delle mail di George Soros avvenuta pochi giorni fa, abbiamo avuto l’occasione di capire, chi veramente guida il mondo, chi guida le decisioni politiche. A tal proposito, se preferite essere prettamente ottimisti nel credere che le decisioni politiche vengano prese

Milioni di persone nel mondo fuggono dalle politiche Neoliberiste

L’economista Michael Hudson sostiene che le politiche neoliberiste a un certo punto spingeranno i cittadini USA ad emigrare, allo stesso modo in cui hanno forzato milioni di persone a lasciare la Russia, gli Stati Baltici e oggi la Grecia, in cerca di una vita

Barroso, da Bruxelles a Goldman

Si può lavorare per 10 anni da controllore e poi, con una piroetta degna del Bol’šoj, passare dalla parte del controllato? Sì, a quanto pare la legge lo consente. Perciò Josè Manuel Barroso, che dal 2004 al 2014 è stato presidente della Commissione europea,

Anche lo sport nel capitalismo gronda sangue

Sono passati pochi giorni dall’anniversario della strage di Stato di Bologna e una vicenda di cronaca sportiva sposta l’attenzione su di un’altra strage di Stato avvenuta negli Uk. Il 15 aprile del 1989, allo stadio Hillsborough di Sheffield, alle 15.06 si fermava in eterno

Nel capitalismo perfino il cibo è merce. Perché gli organismi dei diritti umani non si ribellano?

Nel 1974 la Conferenza Mondiale per l’Alimentazione delle Nazioni Unite fissò un obiettivo «…entro un decennio nessun bambino andrà a letto affamato… nessun essere umano sarà colpito da fame e malnutrizione». Oggi, nel XXI secolo, circa 1.795 milioni di persone soffrono la fame nel

SI PUÒ DUBITARE DEL CAPITALISMO?

Tra il 1900 e il 2011 ci sono state ventiquattro recessioni negli Stati Uniti (compresa la Grande Depressione), una ogni 4,6 anni, con variazioni tra un decennio e un altro, principalmente per l’inevitabile sovrapproduzione e per l’avidità. Certo, il capitalismo è altamente produttivo e

L’oscuro intreccio tra fondi speculativi e agenzie di rating

La magistratura ha cominciato a interessarsi alla “casta” dei mercati finanziari. Parlare di casta, in realtà, è improprio. Anzi per nulla esatto. Si tratta di una concessione all’imperante linguaggio populista. Però in una fase come quella attuale, dove grande è la confusione, una semplificazione

DOPO AVER IMPOVERITO MILIONI DI PERSONE, IL FMI AMMETTE CHE IL NEOLIBERISMO È UN FALLIMENTO

L’ottimo sito Counterpunch pubblica un intervento che smaschera l’ipocrisia mostrata dal FMI nella sua recente condanna al neoliberismo. Benché l’analisi dei risultati delle politiche neoliberiste sia certamente corretta, il FMI omette di dire che l’imposizione di queste politiche sia stata deliberata, e sovente imposta

ANCHE PER LA GRAN BRETAGNA GIUNGE L’ORA DELL’AUTORAZZISMO?

Molti giornali hanno riportato la notizia secondo cui la settimana scorsa lo scrittore Roberto Saviano avrebbe tenuto un discorso sulla corruzione della City londinese al parlamento britannico, su invito di un deputato laburista. La notizia ha un suono un po’ irrealistico, dato che, conoscendo