Storia Archive

La NATO alle porte dell’America Latina

L'agenda della destra iberoamericana è fissata in Spagna dalla Fondazione per l'Analisi Economica e gli Studi Sociali patrocinata da Felipe Gonzalez.

Trotsky sapeva già tutto sull’Europa

“Adesso il capitale americano comanda ai diplomatici; Si prepara a comandare ugualmente alle banche e ai trust europei, a tutta la borghesia europea".

OCCIDENTE CONTRO L’EUROPA

La conquista di nuovi mercati e di nuove zone di produzione è da secoli la causa di guerre e conflitti, negli ultimi decenni gli USA hanno questo ruolo.

LA MANO OCCULTA DEI ROTHSCHILD DIETRO LA GUERRA DELLA EX-JUGOSLAVIA

Le persone in Jugoslavia vivevano abbastanza bene prima del 1990. Il tenore di vita era relativamente alto e le relazioni tra persone piuttosto armoniose.

“PLAN CONDOR”: Condannati solo alcuni assassini già in galera, assolti quelli liberi!

La terza Corte d’assise di Roma ha appena emesso la sentenza del processo contro alcuni degli esponenti delle dittature civico-militari latino-americane.

Precedenti commissioni d’inchiesta su banche e banconote

Commissione d'inchiesta sulle banche e Commissione per il "plico Giolitti" 1893 marzo 22 - 1894 dicembre 13

Il fordismo: la religione della serialità

Giusto un secolo fa, all’inizio del 1917, Ansaldo fece tradurre e stampare dal quotidiano Il Secolo XIX, un opuscolo divulgativo proveniente dalla Ford.

Promemoria per El Papa: i nazionalisti fanno la pace. Le democrazie, le guerre

Questo mito, che siano i populismi e nazionalismi a fare le guerre,è assolutamente centrale nell’ideologia globalista, giustificando l’assoggettamento UE.

Caso Moro: le zone grigie della ‘versione Morucci’

La Commissione Parlamentare d’inchiesta sull’assassinio di Moro ha deciso di ascoltare Valerio Morucci in merito alle contraddizioni emerse tra i racconti.

Mosca: “terza Roma” o “quarta Gerusalemme”?

Nel XVI secolo un monaco russo, Filofej, coniò l’espressione “terza Roma” per il ruolo spirituale assunto da Mosca, successiva alla caduta di Costantinopoli

L’omicidio di Olof Palme

La Svezia si prepara a riaprire l’inchiesta sull’assassinio irrisolto del carismatico premier Olof Palme, avvenuto 30 anni fa.

La Romania di Ceausescu oltre i luoghi comuni

Viaggio politico, economico, sociale e fotografico nella vita quotidiana dei suoi cittadini negli anni ’80. Sulla Romania di Ceausescu se ne son sentite davvero di tutti i colori dell’iride e anche di altre iridi, al momento inesplorate dalla scienza.

Governo USA: Ecco perché abbiamo ucciso Aldo Moro

Steve Pieczenik, il consigliere di Stato USA, chiamato al fianco di Francesco Cossiga per risolvere la condizione di crisi, in un’intervista pubblicata in Francia dal giornalista Emmanuel Amara.

11 dicembre 1946, Padova in rivolta contro le truppe inglesi

Stiamo parlando di una pagina di “Resistenza” rimossa dalla storiografia ufficiale interessata a coniare la medaglia ad unica faccia da “Liberatori“.

GORBACIOV: IL MAGGIORDOMO SUL LUOGO DEL DELITTO

Mikhail Gorbaciov ritorna sul luogo del delitto, come un maggiordomo dilettante colpevole già al primo sguardo. Tra pochi giorni ricorre quel nefasto 25 dicembre in cui, ormai quasi 26 anni fa, egli si dimise da Capo dello Stato Sovietico favorendo la dissoluzione dell’Urss, ufficialmente

“Mani Pulite” fu un vero e proprio colpo di Stato

di Diego Fusaro “Mani Pulite” continua ad essere agiograficamente celebrato come un evento decisivo, come una liberazione, vuoi anche come il trionfo della democrazia sulla corrottissima “Prima Repubblica”. Ma siamo davvero sicuri che sia questo il corretto modo di intendere quanto accaduto? Mi permetto di

LA SOVIETIZZAZIONE IN SALSA ETNICA DELLA ROMANIA

Similmente a ciò che avvenne in Italia, la partecipazione alla II Guerra Mondiale della Romania al fianco dell’Asse si concluse a seguito di un repentino cambio di alleanza dovuto a una crisi interna: il 23 agosto 1944 l’arresto del Maresciallo Ion Antonescu portò all’annuncio

La “Finta rivoluzione francese”, ovvero la truffa delle truffe, dove ebbe inizio la schiavitù moderna.

La rivolta spontanea del popolo francese del 14 luglio 1789, la cosiddetta rivoluzione Francese è una truffa!  La Rivoluzione francese, fu un colpo di Stato ad opera dei club massonici (Jacobins) finanziati dai banchieri, tra gli altri Laborde de Méréville, Boscary, Dufresnoy, sostenuto dal partito

L’Italia solo un’espressione geografica? No, l’etnia italiana esiste: queste sono le sue origini

Quarto capitolo del ciclo di approfondimenti introdotto dall’articolo «Sarà la globalizzazione a scatenare le nuove guerre etniche invece di impedirle» (IPN). Precedenti capitoli: 1. Che vuol dire “razza”? E cos’è davvero il razzismo? 2. Che cos’è un’etnia e come difendersi dagli autorazzisti. 3. Popolo e nazione: dall’unità morale alla comunità organica

L’UOMO DEI MISTERI CHE ACCUSA LA FIAT DA MORTO

DURISSIMO IL NECROLOGIO DI LUCHINO REVELLI BEAUMONT: ”PER 20 A RISCHIO DELLA PROPRIA VITA AL SERVIZIO DELLA FIAT, POI IMMEMORE E INSENSIBILE AL GRAVISSIMO DANNO ESISTENZIALE DA LUI SOFFERTO” – LA STORIA INCREDIBILE DEL ‘MINISTRO DEGLI ESTERI’ DI AGNELLI CHE PORTÒ L’AZIENDA IN RUSSIA

Il classico esempio del “ridicolo italiano”: l’annessione dell’Alto Adige di casa Savoia

Chi vuole capire come sono andate le cose realmente in tutti gli altri posti negli anni del ‘mitico’ Risorgimento, ebbene, non deve fare altro che riflettere sull’annessione all’Italia del Sud Tirol, ‘savoiata’ tra le ‘savoiate’. In questa storia l’italianizzazione è andava avanti tra cinismo

CHI VINSE LA GUERRA DI SUEZ?

Claudio Mutti Il 19 luglio 1956, un mese dopo che Gamal Abd el-Nasser era diventato presidente dell’Egitto, gli Stati Uniti d’America – nella persona del segretario di Stato John Foster Dulles – si rimangiavano bruscamente la loro offerta di finanziare per cinquantasei milioni di

La morte di Enrico Mattei 54 anni dopo, tra segreti e misteri inconfessabili

Dopo cinquantaquattro anni molte ricostruzioni sulla morte di Enrico Mattei sono state rese da ufficiose ad ufficiali, ma tanto ancora resta da chiarire. Sono passati ormai cinquantaquattro anni da quel 27 settembre del 1962 quando, tra le 18.55 e le 18.57 della sera, la

COSI’ SALVARONO GARIBALDI, “APPUNTI” RIEVOCA CALATAFIMI

Solo il tradimento del generale Francesco Landi impedì a Calatafimi alle truppe borboniche di distruggere i “Mille” (in realtà 1800-1900 uomini, tra i quali 6 o 700 picciotti reclutati con l’aiuto della mafia) al primo scontro dopo il loro sbarco in Sicilia. La battaglia

EGEMONIA, GEOPOLITICA E WELTANSCHAUUNG

24 ottobre, 2016 ::::  di Fabio Falchi Che per comprendere l’attuale crisi degli equilibri geopolitici incentrati sulla egemonia degli Stati Uniti si debba tenere conto della alleanza tra una “classe capitalistica” e i vertici politici e militari di uno Stato egemone[1] (alleanza che ha

LA PRIMA ESPERIENZA DI COUNTERINSURGENCY PER GLI USA: ASCESA E DECLINO DEL KU KLUX KLAN

(di Leonardo Chiti) 21/10/16 Nella sua autobiografia il manager italoamericano Lee Iacocca (nome di battesimo all’anagrafe Lido Antonio, i cui genitori Nicola e Antonietta erano partiti per l’America dai dintorni di Napoli), direttore generale della Ford dal 1970 al ’78 ma noto soprattutto per

Delitto Matteotti: ecco il vero retroscena

Con il noto discorso del 3 gennaio 1925 Benito Mussolini si era assunto la responsabilità del delitto Matteotti e, osserva Giorgio Galli, «questa assunzione di responsabilità fu, da allora, interpretata come un’ammissione di colpevolezza per l’assassinio di Matteotti». Attorno a questa interpretazione ruotano ancora

Il massacro di Napoli e del Regno delle Due Sicilie appunti su un genocidio

Nel 1815, quando i Borboni ritornarono a Napoli, la popolazione [nel regno] era di 5.060.000, nel 1836 di 6.081.993; nel 1846 la popolazione arrivò a 8.423.316 e dieci anni dopo a 9.117.050. Questo vorticoso aumento della popolazione ha nome e cognome: benessere e progresso civile

Il Congresso del Cile qualifica Augusto Pinochet come “dittatore artefice di un apparato di Stato terrorista

Con una larga maggioranza, la Camera ha approvato una risoluzione che dichiara Pinochet“architetto di un apparato di stato terrorista”. Inoltre chiede al Ministero della Difesa di vietare tributi all’interno delle forze armate. La Camera dei Deputati ha approvato una risoluzione in cui dichiara Augusto

Sull’invenzione del denaro – Sesso, avventura, sociopatia monomaniacale e la vera funzione dell’Economia

Su Naked Capitalism, un bellissimo articolo dell’antropologo David Graeber, nato in risposta ad una controversia con l’economista di scuola austriaca Robert Murphy, rivela la totale infondatezza del Mito del Baratto, secondo il quale la moneta sarebbe nata dal baratto delle società primitive. Perché, si

UNA ANALOGIA POCO CREDIBILE

Sul Sole 24 ore del 19.09.2016 Marco Magnani propone una curiosa analogia tra la situazione attuale dell’Unione europea e l’Italia del Quattrocento. All’inizio dell’articolo l’autore scrive: << Allora il pericolo era l’ambizione di Maometto II, bramoso di estendere il proprio dominio alla penisola italica.

Counterpunch: l’America ha imparato ad amare la Guerra al Terrore

La realtà che ci viene raccontata è quella decisa dalle elite al potere, tra manipolazioni e sinistre analogie col mondo descritto da Orwell in 1984. Questo è quel che lascia la lettura dell’articolo, ironicamente leggero e sottilmente disturbante, di C.J. Hopkins, autore satirico americano, sul deciso

In ricordo di Salvador Allende

L’11 Settembre di solito viene ricordato come il giorno dell’attentato terroristico alle Torri Gemelle, ma 28 anni prima, precisamente nel 1973, in Cile avveniva il golpe ai danni di Salvador Allende. Il generale Augusto Pinochet assedia il Palazzo Presidenziale attaccandolo via terra col supporto

VENETO, IL PLEBISCITO DEL 1866 NON FU UNA “TRUFFA”, MA UNA FARSA!

La recentissima polemica sul plebiscito del 1866, che ha coinvolto anche Gian Antonio Stella, ha grande importanza. Innanzi tutto ricorda ai veneti e agli italiani tutti che nel 1866, nell’ottobre di quell’anno, il plebiscito ebbe luogo, o almeno “un” plebiscito ebbe luogo. Inoltre, se

Londra: Cavour assassinato, l’Italia doveva restare docile

In Inghilterra, la morte di Cavour fu archiviata come omicidio politico. Il cianuro fu somministrato dal medico personale del primo Re d’Italia. Iniziò un metodo. lunedì 5 settembre 2016 libreidee.org Cavour assassinato da un complotto e avvelenato dal medico personale del sovrano, Vittorio Emanuele