Crisi Finanziaria Archive

Finanza: tante bolle, pronte a scoppiare. Tutte insieme

L’analista economico Jesse Colombo, che sul suo blog The Bubble Bubble ci spiega che l’attuale ripresa economica in realtà è una ripresa a bolle.

LA GERMANIA SALVA LE SUE BANCHE E AFFONDA LE NOSTRE

Anche Angela Merkel ha la sua Mps da salvare con i quattrini pubblici, con buonapace di tutti i benpensanti tedeschi che sembrano avere la memoria corta.

UNICREDIT : C’E’ QUALCOSA CHE NON VA, MA NON COME PENSATE

Con le notizie che vengono fatte circolare sul bail In, sulla difficoltà dell’aumento di capitale etc dovremmo vedere questi corsi precipitare.

La prossima crisi finanziaria

Oggi il mercato azionario non è molto lontano da dove si trovava a novembre 2014. Il mercato azionario ha avuto grandi alti e bassi.

La crisi bancaria italiana: non ci sono pasti gratis – o si?

E’ stato definito un “rischio peggiore del Brexit”, la crisi bancaria italiana che potrebbe far collassare l’eurozona.

Referendum all’italiana e crisi bancaria

Il sistema bancario in Italia è come un piatto di spaghetti super-cucinati e mal conditi. Non si trova né l’inizio né la fine di ogni spaghetto. Tutti aggrovigliati, sembrano un serpente dalle mille teste, ma tutti sono infettati dallo stesso male, i loro crediti

Quanto sono fragili le promesse di Renzi su Monte Paschi Siena

Mentre i ministri del governo Renzi giurano che la ricapitalizzazione di Mps non dipenderà né dall’intervento pubblico né dal bail in, intorno alla cordata per salvare l’istituto toscano si avvicendano i nomi più chiacchierati della finanza internazionale. Ma il vero convitato di pietra è

ALLARME ROSSO…DEUTSCHE BANK!

Mentre in Italia ci si fa le pippe mentali per salvare MPS nazionalizzandola e quindi azzerando azionisti e obbligazionisti, preservando i depositanti, in Germania la politica è terrorizzata da … Deutsche Bank, ormai la voragine con la banca intorno! Per il momento tenetevi a

CREXIT IL MOSTRO: COUNTDOWN!

Mentre sotto l’ombrellone il mondo assiste entusiasta al volo dei mercati americani, noi torniamo ad occuparci della bomba ad orologeria innesacata dalla politica monetaria delle banche centrali, un antipasto offerto alcuni giorni fa in … ESPLOSIONE DEFLATTIVA …CONTINUA! L’altra sorpresina arriva direttamente dalla solita

STRESS TEST ENNESIMA FARSA EUROPEA

Una premessa è indispensabile prima di leggere questo lungo articolo: Se non avete tempo, se non volete approfondire, se vi sembra tutto troppo complicato leggete i titoli e gli articoli di prima pagina del gossip italiano e internazionale e non perdete tempo a seguirci

ITALIA VENETO BANCA: LA TRUFFA CON LE BANCHE INTORNO CONTINUA!

Scritto il 1 giugno 2016 alle 15:30 da icebergfinanza   Ieri all’improvviso, quando ormai tutti si stavano gustando l’ennesimo rimbalzo delle banche morte in Italia… Cosa mai sarà successo all’improvviso per far collassare il nostro indici di oltre un punto e mezzo? Nulla di

Bail-in, le tre banche italiane che preoccupano le autorità

31 maggio 2016, di Alessandra Caparello ROMA (WSI) – Tre le banche oggi attenzionate, le “tre piccole spine di Bankitalia” come titola un articolo de Il Giornale: Cassa di risparmio di San Miniato in Toscana, quella di Rimini e quella di Cesena, per cui servono in

Mamma Unicredit inizia ad avere qualche serio mal di pancia…e la figlia Fineco come sta?

C’era una volta la corazzata Unicredit che avrebbe dovuto garantire gli aumenti di capitale delle varie banche “semi-fallite” a rischio bail-in….come Pop. Vicenza e Veneto Banca, tanto per incominciare…il tutto insieme alla corazzata Intesa San Paolo. Poi un giorno Unicredit chiama Padoan e ‘ie

Bomba finanziaria può esplodere in qualsiasi momento

25 maggio 2016, di Laura Naka Antonelli ROMA (WSI) – Derivati, ovvero una vera e propria bomba finanziaria che potrebbe esplodere in qualsiasi momento. D’altronde, la crisi del 2008 con il conseguente crash dei mercati di tutto il mondo è stata scatenata proprio dai

PRIMA CHE ARRIVI UNA CRISI BANCARIA (SERIA)

Il 2016 è iniziato con una forte pressione sulle banche e pur non avendo riguardato solo quelle italiane, queste, in borsa,  sono risultate più colpite rispetto a alle banche europee. Alla base del sentiment negativo sulle banche italiane, ci sono fattori ben noti: la

IL CROLLO DELLE BANCHE ITALIANE RISCHIA DI GETTARE NEL CAOS IL SISTEMA FINANZIARIO EUROPEO

DI MICHAEL SNYDER investmentwatchblog.com Il sistema bancario italiano è una ‘torre pendente’ che potrebbe davvero crollare da un momento all’altro. Man mano che le banche italiane cominceranno a precipitare per effetto-domino, si scatenerà in tutt’Europa un panico finanziario mai visto in precedenza. Ho già

FONDI COMUNI D’INVESTIMENTO, ASSICURAZIONI, FONDI GESTIONE: AFFIDARE I RISPARMI A LORO E’ AD ALTO RISCHIO

giovedì 18 febbraio 2016 Mentre si sta consumando l’ennesimo attacco alla sovranità nazionale per mano del ministro tedesco Schauble, dei suoi gerarchi all’interno della UE e delle quinte colonne italiane alla Monti che invocano un tetto al possesso di titoli di stato da parte

“Deutsche Bank è tedesca. Se necessario sarà salvata dallo Stato”

di Laura Naka Antonelli ROMA (WSI) – Lui è John Mack, ex numero uno di Morgan Stanley. E sul destino di Deutsche Bank, di cui si parla così tanto da giorni, non sembra molto preoccupato. Mack parla di “questa idea di cui sono a venuto

Le Guerre Mirate

Marco Travaglio ha combattuto il ventennio berlusconiano come fosse stata la causa di tutti i mali dell’Italia. Per anni sia lui che tutta la intellighenzia intellettuale e non, che avevamo e abbiamo in Italia, ha indicato in berlusca il male assoluto, in ogni sua

THE GUARDIAN: ATTENTI ALLA CRISI FINANZIARIA DEL 2016 (CHE CALERÀ IL SIPARIO SULL’EURO)

Il Guardian riprende le considerazioni di Albert Edwards, noto analista presso la borsa londinese, e della Royal Bank of Scotland, sulla situazione finanziaria globale. La caduta dei mercati a inizio anno, la svalutazione delle monete dei paesi emergenti, il crollo del prezzo del petrolio

La prossima crisi sarà peggiore di quella del 2008

L’attuale sistema monetario globale è basato sul debito.  I governi emettono obbligazioni sovrane, che un gruppo ristretto di grandi banche e istituzioni finanziarie, come i più importanti operatori negli Stati Uniti,acquistano, vendono e controllano tramite aste. Queste istituzioni finanziarie inseriscono a bilancio tali titoli

L’ignoranza sulla moneta è la causa della crisi

di Francesco Filini Tutte le più grandi crisi narrate dalla storia [1] possono essere catalogate in due categorie principali: crisi di natura endogena alla natura umana e crisi di natura esogena. Ovvero crisi che trovano la loro origine direttamente nell’azione degli uomini e crisi

La lunga storia di una crisi di sistema

www.resistenze.org – osservatorio – economia – 22-05-12 – n. 410 da www.contropiano.org/it/archivio-news/documenti/item/8993-la-lunga-storia-di-una-crisi-di-sistema-intervista-a-luciano-vasapollo La lunga storia di una crisi di sistema Intervista a Luciano Vasapollo di Stefano Galieni * 20/05/2012 Con questa lunga e articolata intervista il professor Luciano Vasapollo offre una propria ricostruzione della crisi che

Il Complotto dei Banchieri Europei per non Pagare la LORO Crisi.

Tratto da: RischioCalcolato Ma guarda tu che strane coincidenze. Tutti i rendimenti sui titoli di stato europei “periferici” sono di nuovo sotto pressione, il Portogallo è andato sul mercato a raccogliere i primi soldi del 2011 e patatrac, rendimenti in aumento geometrico: Sono in rialzo

MONTI, VIGNI, VIOLA: ESODO E’ BELLO

DI MARCO DELLA LUNA marcodellaluna.info Notiamo evidenti convergenze tra le strategie recessive del governo Monti e la strategia autolesionistica di certe banche e industrie. I due fenomeni si illuminano a vicenda. Mentre scrivo, nel Marzo 2012, nel silenzio dei mass media divampa il caso Viola-BPER-MPS.

Saccheggio di Stato

di Giacomo Gabellini – 30/01/2012 Fonte: statopotenza Non appena il capo dello Stato Giorgio Napolitano ebbe incaricato Mario Monti di formare il governo, Barack Obama telefonò immediatamente al nuovo inquilino di Palazzo Chigi per sbrigare i soliti convenevoli e, soprattutto, per caldeggiare la nomina a

Perché siamo in crisi

Di Enne di Effe Per la prima volta descritta la diagnosi a un telegiornale regionale, il 15 dicembre scorso, al VideoGiornale di TeleToscanaNord. La diagnosi è ineccepibile, la soluzione un po’ meno visto che presenta come modello da imitare la banca centrale USA o

L’EUROPA NEL BARATRO DELLA RECESSIONE

La crisi dell’Eurozona si aggrava ancora. Dopo la Grecia anche il Belgio, il Portogallo e la Spagna sono entrati in recessione e rischiano di indebitarsi ancora con i grandi organismi dell’usura internazionale. Il Belgio è infatti il terzo Stato della zona euro a entrare

Kodak in bancarotta, il tramonto di un’epoca

La notizia è di quelle rumorose: Kodak ha formalmente richiesto labancarotta assistita, andando in regime Chapter 11 ossia sotto il comando di un’amministrazione controllatafotografia, fondata ben 131 anni fa, non è certo una sorpresa visto che era noto da tempo che il colosso navigasse in cattive acque. C’è

Repubblica istiga alla guerra fra poveri

Nessuno avrebbe potuto nutrire qualche dubbio in merito al sostegno offerto dal quotidiano Repubblica al decreto sulle liberalizzazioni, dal momento che il giornale di De Benedetti  riveste il ruolo di supporter mediatico dell’usuraio Mario Monti, vero e proprio capofila del giornalismo d’accatto al servizio delle

Non guardate il dito, guardate la Luna

Di Giulietto Chiesa E tenete la mano sul portafoglio. Perché questo 2012, anche lasciando stare i Maya, preannuncia grosse sorprese. Qui vi espongo alcune cifre, che sembrano spiegare bene cos’è il dito e cos’è la Luna. Il dito siamo noi, l’Europa. Che è stata appena bombardata. Gli stormi di

Altri 11 milioni di pignoramenti negli Stati Uniti? LA CRISI DEI PIGNORAMENTI DIVENTA GLOBALE

di MIKE WHITNEY  Counterpunch Sebbene il comparto immobiliare statunitense sia in uno stato di forma disastroso, non è per nulla paragonabile a quanto accade in Irlanda. Il valore dei beni immobili irlandesi è in caduta libera. I prezzi sono crollati del 60% in tutto il

Argentina: un “banco di prova per il Collasso” dell’ingegneria Finanziaria

Di Pino.Superbo.Labarbuta Esattamente dieci anni fa l’Argentina subì un vero e proprio collasso finanziario e politico.Dopo un decennio in cui abbiamo seguito quello che gli “esperti” del FMI, i banchieri internazionali e le agenzie di rating ci hanno detto di fare, questo è il

FINANZA E BANDITI A BASILEA

DI GIULIETTO CHIESA megachip.info Accadde a luglio del 2011, alla vigilia del vertice del G-20. Il mondo del mainstream, istruito per farci vedere il varieté, ci raccontò gl’incontri dei grandi e dei meno grandi, ma non ci disse niente in prima pagina sul posto

LA CASTA HA FATTO PUTSCH

DI MAURIZIO BLONDET  rischiocalcolato.it             Che le misure per la famosa «crescita» debbano assolutamente cominciare dalla liberalizzazione dei taxisti e dei farmacisti, è cosa che sfida il ridicolo e offende l’intelligenza. Eppure è questo che il governo Monti, detto «dei