Oristano, Sassuolo, Sorso, Bari, Valle di Cadore, Calalzo, Morazzone, San Donà di Piave, Zanica, Merate, Thiene, Ottana. Cosa hanno in comune queste località? Si sono liberate in anticipo dalle catene di Equitalia. Sono diventate libere, umane, efficienti.

Come spiega Grillo sul suo blog, i comuni sopra citati sfrutteranno una legge che dal prossimo gennaio 2013 permetterà loro di gestire autonomamente la riscossione dei tributi, con risparmi non indifferenti .. viene preso l’esempio del comune di Oristano che in un anno harisparmiato circa 150.000 euro (il Comune non deve pagare l’aggio a Equitalia, cioè la percentuale che il Comune concede all’ente per il servizio che svolge), oltre che un aumento del gettito di 650.000 euro.

E davanti a dati simili, la domanda nasce spontanea, perchè Equitalia? a chi serviva? a quale scopo? e sopra tutto, che aspettano anche gli altri comuni a liberarsene?

Aggiornamento: Mi arrivanono segnalazioni di altri comuni che hanno lasciato Equitalia, come Castellammare di StabiaCabrasPalazzuolo sul SenioBergamoGalliateColfelice,PorticiOttobianoMassarosaPietrasantaSeravezzaStazzema   … (INVIATE ALTRE SEGNALAZIONI)

Fonte: http://www.stopcensura.com/2012/05/i12-comuni-che-hanno-detto-no-equitalia.html

Commenta su Facebook