di Muammar Gheddafi

“La realtà della situazione ha iniziato a chiarirsi; è in atto una rivolta contro la rivoluzione di Al-Fatah e contro il potere dei Comitati del Popolo. Questo sforzo riconosciuto è il tentativo di far precipitare la Libia nello stato in cui era prima della Rivoluzione (la rivoluzione di Al-Fatah) ovvero una proprietà delle multinazionali occidentali ma non del popolo Libico, con lo scopo di farlo tornare in schiavitù dopo che era stato il vero detentore del potere. Con lo scopo di far precipitare la Libia nei suoi tempi coloniali dopo che ne era stata liberata; dopo la rivoluzione di Al-Fatah.

Non ci vuole uno studio approfondito per comprendere che i motivi di questa rivolta sono la bandiera dell’umiliazione e del disonore, che non esiste alcuna scelta per il popolo Libico se non sconfiggere questa rivolta che va contro al senso della rivoluzione di Al-Fatah.

Noi non possiamo accettare di regalare il nostro petrolio ai francesi perchè ne usufruiscano liberamente, nè permetteremo di diventare schiavi quando eravamo padroni tramite i Congressi del Popolo e nei Comitati del Popolo.

Non permetteremo che la Libia sia dominata da logiche coloniali così come piace ai traditori. Non ci arrenderemo. Oggi non abbiamo alcuna scelta se non combattere fino alla vittoria e questa rivolta è ormai alla fine e Dio (Allah) è al di sopra di tutti quelli che fanno atti di aggressione“.

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=XtO7fRFlIec traduzione dall’inglese a cura di Tonguessy per Appello al Popolo

Commenta su Facebook