44di Corrado Belli

Se prima non viene distrutta la Siria non ci potrà essere un attacco contro l’Iran, questo è quello che gira nei salotti dei governi Occidentali.

Certamente avrete letto che anche questa risoluzione presentata dagli USA e la NATO che rappresenta i governi occidentali è stata bocciata dalla Russia e dalla Cina, da tener presente che questi due paesi Cina e Russia sono contrari a una No Fly zone come è stata fatta con la Libia, le loro risoluzioni vengono sempre annullate e nessuno ne parla, se la risoluzione viene fatta dai criminali USA-NATO.

Anche i Ratti nelle fogne di New York-Londra-Berlino-Parigi-Roma si strofinano le mani e preparano le armi, ma c’è un problema che assilla gli alleati al crimine (NATO) contro le popolazioni civili, con la Libia si son permessi di fare quello che volevano oltrepassando pure la risoluzione dell’ONU, commettendo crimini e genocidi con l’aiuto che hanno dato ai loro eroi Ratti di Al Qaeda, in Siria la posta è alta e si tengono bene alla larga (specialmente Sarkozy e Cameron) di prendere iniziative, per il momento possono ciucciare qualche cetriolo Olandese o spocchiosare davanti i microfoni di quei dementi che poi interpreteranno le dichiarazioni a secondo da chi ricevono gli ordini per pubblicare la disinformazione.

Per arrivare a Teheran, l’aggressione deve partire da Londra e non da Washington, passa da Berlino-Parigi-Roma-Tel Aviv- Damasco, come specificato, per il momento non c’è nulla da fare neanche in Siria e per questo che è partito l’attacco da parte di tutti i Media occidentali e l’opposizione in Russia, il mister Gorbachiew fa pressione ai suoi connazionali in Russia, a quei quattro scimuniti che sono pronti a consegnare la Russia nelle mani del nemico numero uno, i Rothschild, i Rockefeller, i Bush tutti quelli che oggi stanno facendo sprofondare l’economia mondiale nell’abisso chiamato fame, dittatura, schiavitù.

L’aggressione all’Iran partirà un mese dopo che la Siria sarà conquistata ..sempre se questo è stato prognosticato dal gruppo di lavoro che si trova nel centro Studi per l’Asia Centrale nel Caucaso e nella regione dell’Ural-Wolga incaricato per le statistiche dall’Accademia di Scienze Russa sull’Orientalismo, le dichiarazioni sono state rilasciate durante una conferenza stampa con RIA-Novosti.

http://de.rian.ru/politics/20120202/262598539.html

In base agli studi fatti dal gruppo, la Georgia, la Turchia, Israele e le Monarchie del Golfo, Arabia Saudita, Katar che fanno parte della coalizione Anti–Iran prenderanno parte all’aggressione all’Iran, il presidente Georgiano Michail Saakaschiwili dal canto suo ha di già precisato che farà tutto quello che Washington chiederà, compreso un attacco in direzione della Russia in caso di un coinvolgimento russo nel conflitto con l’Iran, quello che gli USA e la NATO sperano è che anche l’Aserbaidschan si avventuri in un conflitto e conquistare la zona montagnosa di Karabach per contrastare le forze Iraniane stazionate in quella zona, ma questo esclusivamente se la Russia si terrà fuori da questo conflitto e senza intervenire, ma siccome l’obiettivo è proprio la Russia, si pensa che le possibilità di sopravvivenza di questi stati intorno alla Russia si deciderà in una settimana e non di più.

L’Iran dal canto suo può contare in un appoggio della Cina che ormai stretta e messa con le spalle al muro dal governo USA e non vuole perdere i rapporti commerciali con l’Iran oltre al Petrolio come è successo con la Libia, darà il contro colpo agli stati occidentali, sia diplomaticamente che militarmente, i primi ad accusarne i colpi saranno la Gran Bretagna e gli USA che in passato hanno cercato di occupare la Cina massacrando milioni di cittadini, sia con le armi che con l’Oppio distruggendo regioni intere.. questo è sicuro e ambedue stati/nazioni ne dovrebbero tener conto.

Lo scenario che si presenta per gli stati Europei non è molto roseo e neanche tanto tranquillo, anche qui si registreranno malumori e nasceranno organizzazioni contro le aggressioni ad altri popoli, questo succederà subito dopo a una aggressione all’Iran e alla Siria, i governi dovranno vedersela con i cittadini ed avranno problemi quando dovranno impiegare soldati per reprimere le sommosse e nelle stesso tempo mandare truppe nei diversi fronti, “Questo è un altro tema scottante che deve far riflettere molto chi gestisce le forze armate“.

Con l’aggressione all’Iran si creeranno disguidi tra le forze della coalizione Occidentale, a crearle sarà sempre il governo Israeliano che cercherà di approfittarne delle debolezze di alcuni, ad esempio la Grecia o la Turchia o addirittura ambedue, con la richiesta fatta al governo greco di poter stazionare nell’Isola di Cipro delle truppe e di poter usare un aeroporto militare, Israele cerca di mettere zizzanie tra i due stati che dopo un eventuale attacco all’Iran ne usciranno malconci, saranno una facile preda per Israele che non esiterà di cercare di sottometterle per poi appropriarsi delle risorse che giacciono nel sottosuolo intorno all’Isola di Cipro, ma c’è un incognito che israele non ha calcolato, l’America, nonostante l’America è controllata dalle lobby Sioniste, può cambiare direzione nel giro di poche ore e nel giro di poche può far sparire Israele dalle cartine geografiche nonostante la batosta che abbia preso durante l’aggressione all’Iran, l’Europa sarà occupata al 90% dalla Russia con la possibile estinzione degli anglosassoni escludendo gli Irlandesi, queste saranno le conseguenze dopo un eventuale attacco all’Iran, non calcolando quello che hanno in mente di attuare i criminali dell’Elite mondiale quando vedranno che i loro sogni di dominio sono svaniti nel nulla.

Di già cominciano a scaturire fuori le solite pesanti bugie per accelerare una guerra contro l’Iran, un altro cocainomane dei Repubblicani ha oggi dichiarato che l’Iran è pronto ad aggredire l’America con l’Atomica, pur non essendo certo che l’Iran abbia l’atomica, ”sempre se Israele scende a patti con l’Iran e gliene vende una”, il candidato alla presidenza Rick Santorum, durante un discorso alla folla nel Missouri, ha dichiarato che l’Iran, appena avrà l’atomica la butterà sopra l’America e di sicuro non risparmierà il Missouri.

http://antikrieg.com/aktuell/2012_02_05_santorum.htm

Già negli anni 90 la CIA dichiarava che nel 2000 l’Iran avrebbe avuto al 100% l’atomica ed sarebbe ora di attaccarlo per fermare una eventuale distruzione dello stato di Israele, “sarebbe sto opportuno scambiare i posti dei nomi negli stati nominati”, ancora oggi non è successo nulla allo stato di Israele.
33
Le dimostrazioni che ci sono state ieri e oggi in molte città e contro una guerra all’Iran, dimostra che le persone si stanno risvegliando da quel dolce sogno nella quale erano stati indirizzati dalle classi Politiche e Militari = Multinazionali & Banche.

anche in Canada nella città di Calgary e Vancouver.

Per il momento lasciamoci prendere ancora per il fondello dai Parlamentari del NWO che hanno occupato le sale del Governo sotto forma di Governo, lasciamoci riempire la testa dai Media che il pianeta si stà SURRISCALDANDO e che queste temperature sono provocate dal suo surriscaldamento tramite il Co2, ”meno Co2, meno vita per le piante e meno caldo.. lo stiamo vedendo”, prossimamente saranno chiuse 5 raffinerie in Italia a causa dell’Embargo che hanno deciso di applicare contro l’Iran, più freddo.. meno posti di lavoro e più affamati, in tutta l’Europa saranno 70 raffinerie che chiuderanno, i proprietari riceveranno aiuti da Brussel, i lavoratori pagheranno con le tasse gli aiuti per i proprietari, i governanti useranno i cadaveri dei lavoratori licenziati e dei loro familiari per riscaldarsi bruciandoli nei loro camini, cosi funziona anche la lenta ed inesorabile eliminazione della popolazione, il pacco degli aiuti a morire è ricco di sorprese, i Tecnocrati hanno pensato a tutto.

http://www.voltairenet.org/Die-Europaer-erste-Opfer-der

Da Voltaire: gli Europei saranno le prime vittime dell’embargo nei confronti dell’Iran.

In attesa che i Cinesi e i Russi mettano piede in Italia come liberatori, offrendoci Wodka e Arancine, buon divertimento con la neve che sicuramente sarà un piacere modellarla con i volti dei nostri AMATI politici e aspettando che si sciolga ..come dovrebbero sciogliersi anche loro.

Corrado Belli

Commenta su Facebook