Dalle rilevazioni effettuate dall’Eurostat nell’ultimo trimestre del 2013, il passivo dei bilanci pubblici corrisponde al 61,7% del Pil


lunedì 27 gennaio 2014 08:25

I dati diffusi mercoledì dall’Eurostat relativi all’ultimo trimestre del 2013, pubblicati dall’agenzia “Hina”, premiano i Paesi dell’Eurozonapoiché il debito pubblico è diminuito per la prima volta negli ultimi sei anni, ma fotografano in Croazia una situazione economica dai contorni alquanto drammatici registrata specialmente agli inizi di dicembre. Il debito pubblico di Zagabria, infatti, ha raggiunto negli ultimi mesi dello scorso anno il 61,7% del Pil (circa 21 milioni di euro) e il deficit è stato stimato attorno al 6% del Pil (un buco di circa 250 milioni di euro), ben al di sopra del fatidico 3% imposto daBruxelles. Il debito pubblico croato è aumentato di 1,9% rispetto alle stime del secondo trimestre, quando era pari al 59,8% del Pil.

Ad ogni modo, negli ultimi giorni la Commissione europea e laBanca nazionale di Zagabria hanno previsto un netto miglioramento del clima economico in Croazia durante i primi mesi del 2014, in linea con una generale evoluzione riscontrata nei Paesi dell’Unione europea.

Fonte: http://italintermedia.globalist.it/Detail_News_Display?ID=60812#.UuYTt3ytDRw.facebook

Commenta su Facebook