La Cina ha aperto allo scambio diretto fra lo yuan e lo yen giapponese, facendo così una mossa volta a promuovere il commercio tra le due maggiori economie dell’Asia. Questo significa che i due paesi non utilizzeranno il dollaro come intermediario. La Cina, i cui rapporti con il Giappone non sono sempre distesi, è il principale partner commerciale del paese. Secondo la banca centrale cinese il sistema China Foreign Exchange Trade inaugurerà lo scambio a partire dal prossimo mese. (ndr: cioè a partire da giugno 2012)

“Questa mossa fa parte della più ampia strategia della Cina di ridurre la dipendenza dal dollaro“, ha detto Dariusz Kowalczyk di Credit Agricole CIB a Hong Kong. Ha aggiunto che lo yen è stato scelto per via della grande quantità di scambi tra i due Paesi e “questo potrebbe portare a una espansione dello scambio con altre valute”.

Il rafforzamento dei rapporti fra Cina e Giappone

Nel mese di dicembre, i leader di Giappone e Cina hanno concordato di promuovere reciprocamente lo scambio diretto tra le due valute basato sui principi di mercato. La Banca Popolare della Cina ha dichiarato che la mossa potrebbe ridurre i costi di conversione delle valute e contribuire a facilitare il commercio bilaterale e gli investimenti.

Da parte sua, il ministro delle finanze giapponese Jun Azumi ha detto ai giornalisti che gli scambi nel quadro del nuovo regime inizieranno a Tokyo e Shanghai il primo del mese prossimo: questo è quanto ha riportato l’agenzia di stampa Reuters. “Portare a termine le transazioni senza l’uso della valuta di un terzo paese porterà vantaggi per quanto riguarda la riduzione dei costi di transazione”, ha dichiarato Azumi. “Questo contribuirà a migliorare la convenienza delle valute dei due paesi e a rinvigorire il mercato di Tokyo”, ha aggiunto.

media giapponesi riportano che questa è la prima volta la Cina ha permesso che una grande valuta diversa dal dollaro sia scambiata direttamente con lo yuan.

 

Tradotto da Raffaele Guerra per Forexinfo.it – Fonte: BBC News.

Commenta su Facebook