sanctions.20150709jpg
Se gli USA volevano provocar danni, ci sono riusciti. Per ora, però, i “danni collaterali” ricadono soprattutto sull’Europa, come se non si trattasse di una loro “alleata”. Hanno sbagliato a  calibrare le sanzioni o le hanno programmate troppo bene? Una cosa è certa, gli USA se la cavano a buon mercato. esattamente come nella vicenda delle sanzioni all’Iran

[Potete aiutare i blogger a sopravvivere anche con una piccolissima donazione di 1€ ciascuno]
L’informazione libera non può accedere ai finanziamenti statali ma vive di pubblicità… USALA




Commenta su Facebook