Da mentereale

di Corrado Belli

Tranquilli non è un Tsunami come quello che è successo in Giappone, ma qualcosa di peggio. Durante l’ultimo meeting dei Ministri della UE sul da farsi come superare questa crisi che non potrà mai essere superata, la signora Mekel è convinta che solamente con un Governo centrale Europeo e una Unione fiscale unificata potrà essere possibile superare questi piccoli problemi di manifattura politica anche un Super Tribunale unificato dovrà essere costituito (vuole sbattere tutti in galera tranne se stessa), inoltre dichiarava che il debito della Grecia non è una cosa essenziale??

Sbagliato signora Merkel, la Commissione Europea ha appena preparato un altro pacchetto di chissà quanti Miliardi di Euro per una situazione allarmante e di notevole sicurezza per la Grecia e che tutti i paesi della UE devono essere pronti a sostenerla, di certo la Germania non ne uscirà fuori a testa alta cara signora Merkel, chi sarà colpito ancora più duro sarà di nuovo la Grecia e i paesi come l’Italia che stanno con l’acqua alla gola, è chiaro che anche il nostro Mostro Monti stà facendo di tutto che il Panfilo Europa sprofondi nel più scuro abisso per non essere più recuperato, l’unica cosa certa è che ormai sono allo sbando totale e si stanno preparando al Tsunami che porta un nome poco confortevole “Rivoluzione” delle masse in tutta l’Europa e questo in un periodo alquanto difficoltoso per le popolazioni mentre i sicari hanno tutto pronto per sopprimere nel sangue a fiumi le rivolte.

Questo è quello che è stato deciso per la Grecia e che verrà applicato a tutti i paesi del mediterraneo:

L’ultimo testo è veramente perverso, per chi sa leggere l’inglese capirà il perchè.

1. Restructuring of the public sector at central and local  level. Reportedly revenues of at least 5 billion euros are expected from this intervention. It looks as if massive layoffs  would be due.

2. Interventions to the specific wage rates of academics, judicial, military and security forces.

3. Changing the VAT refund scheme for farmers.

4. Cancel the heating allowance  at least for 2012.

5. New taxation bill that would include some reductions in selected tax rates and elimination of tax exemptions and special regimes, removal of reduced VAT rates, simplifying property taxes, and closing of 200 tax offices by the end of 2012.

6. Padlocks or mergers for 11 large public companies and 35 smaller ones.

7. Measure equivalent of ‘labour reserve that ensures the rule 1 recruitment to 10 departures in the public sector.

8. Commitment to sell all the shares held by the state to utilities, ports and banks. The goal of privatization is 22 billion euro by 2015.

9. Complete the negotiations with social partners to Conclude National Tripartite Agreement, including wages, lower wages, the National Collective Agreement and the non-wage labor costs, including social insurance.

10. Plan for the settlement of arrears of more than 6.7 billion euro.

11. Further reduction in spending on hospital care and medicines.

12. Adoption of reforms to supplementary pensions and compensation in the public sector.

13. Decreases in basic pensions for farmers (OGA insurance fund), lowering the limits of pensions of other social security funds and tightening the pension criteria according to permanent residence.

14. Interventions in welfare benefits.

15. New criteria for disability, that will limit the number of recipients in a total of 10 percent.

16. New intervention in the pensions.

17. Decreases in defense spending.

18. Increases in revenues from tolls, fares, fees, royalties and other revenue sources.

19. Report on the operation of scheduled passenger transport (KTEL) which will present options for their “liberation”.

20. Clear political commitment by the parties to implement the measures

Altro che Forconi, qui ci vogliono cannoni e coglioni!

Corrado Belli

Commenta su Facebook