Unione Europea Archive

Il Governo Greco dovrebbe dire alla Troika che la sua priorità è il calo della disoccupazione

Bill Mitchell ci racconta la truffa sulla revisione dei conti di bilancio fatta dai Greci nel 2010, gli interessi che c’erano dietro, e cosa dovrebbe fare adesso un governo che voglia ricostruire il paese  Il britannico Guardian ha riferito (6 febbraio 2012) – Incredulità per come

Stiglitz: i primi a lasciare l’euro ne usciranno meglio

L’Observatoire de l’Europe pubblica un’intervista a Stiglitz, in cui il Nobel per l’economia manifesta una sfiducia oramai totale sull’euro, paragonando l’austerità ai salassi delle sanguisughe.   Il Premio Nobel per l’economia, noto per le sue posizioni keynesiane, paragona la pratica attuale dell’austerità ai “salassi della

Fiscal Compact: un golpe istituzionale nazionale ed europeol’UEM

Il Trattato sulla stabilità, il coordinamento e la governance dell’Unione economica e monetaria, o ‘Fiscal Compact’ è stato firmato il 30 gennaio da 25 paesi su 27, tutti tranne Gran Bretagna e Repubblica Ceca. La versione ufficiale, invece, è del 31 gennaio 2012. Tutte le lingue dei paesi

E’ Monti a provocare il populismo!

Da Alba kan per Voci dalla Strada. Lettera aperta al Presidente Monti. Egr. Presidente Monti, in questi giorni Lei ha denunciato l’esistenza del “seme di un populismo antieuropeo in Italia come in altri Paesi”. Lei ha ragione! Tuttavia, bisogna intendersi in merito a chi e

L’Europa dei po…lli

di Rom Vunner* L’Europa dei popoli sta scomparendo proprio in queste ore. Scompare sotto l’indifferenza per la Grecia. Indifferenza da parte del popolo e sciacallaggio da parte di grigi tecnici acculturati al soldo del capitale. Non rimane che l’Europa dei cittadini divenuti sudditi, dei

IL TRATTATO FISCALE POTREBBE PROVOCARE UN’ESPLOSIONE DEL DEBITO

DI WOLFGANG MUNCHAU FT AlphavilleHo avuto di recente una conversazione in cui tutti sembravano essere d’accordo che il nuovo patto fiscale Europeo era una cosa folle. La conversazione è stata ascoltata da un ex politico, che si è rivolto a noi dicendo che era da’accordo in

The Economist: l’Europa sta sgretolando le sovranità nazionali

Postato da andrea su Quinto Potere Arriva dall’Economist l’ennesima conferma del grave attentato alla democrazia da parte dell’Europa nei confronti degli Stati membri: Corea del Sud, Costa Rica, Uruguay e Isole Mauritius sono tutti Paesi con un indice democratico maggiore del nostro. Ed il Botswana sta peggio di noi per

Parlamento iraniano: Niente petrolio all’UE

Di Tito Pulsinelli SelvasBlog Intaccato il vincolo dollaro-petrolio – Si estende l’area economica de-dollarizzata- Bye bye petro-dollaro – Verso la quotazione con altri segni monetari La sospensione dell’invio di petrolio all’Europa che il Parlamento iraniano applaude, produrrá ben altro che un inevitabile rincaro. L’assemblea legislativa dell’Irlanda critica “l’embargo

I TEDESCHI LANCIANO UNA BLITZKRIEG SULLE TRATTATIVE PER IL DEBITO GRECO

DI MARSHALL AUERBACK New Economic Perspectives Le notizie ancora una volta suggeriscono che la Grecia sia sul punto di raggiungere un nuovo accordo con i creditori privati per la perdita che dovranno accettare sulle loro obbligazioni. Gli ultimi dati suggeriscono un abbattimento del 70%.

Eccovi gli Stati Uniti d’Europa

(Immagine di Josetxo Ezcurra) Mario Monti è lì per costruire l’Europa unita. Politicamente unita, sfruttando le condizioni propizie per la cessione della nostra sovranità. La persegue lui, la persegue Draghi, la persegue la Merkel, Papademos, la perseguono tutti tranne i popoli, che ogni volta cui è stato concesso

UN COMMISSARIO AD ATENE

Grecia ed euro: chi ha ragione tra Merkel e Roubini? di Leonardo Mazzei A quanto pare il Monti greco, al secolo Lucas Papademos, non gli basta più. La signora Merkel vuole controllare la finanza e la politica greca senza intermediari: non più dunque un

“Erika” alias Angela Merkel vuole un “Gauleiter” per ogni Stato della UE.

Da mentereale di Corrado Belli Angiluzza getta la Maschera e si scopre che in realtà sta seguendo le orme dello zio Adolf su ordine di coloro che sono i figli di quelli che gli dettero soldi, armamento e la possibilità di provocare la morte di

Tsunami in Grecia e nei Paesi del Mediterraneo

Da mentereale di Corrado Belli Tranquilli non è un Tsunami come quello che è successo in Giappone, ma qualcosa di peggio. Durante l’ultimo meeting dei Ministri della UE sul da farsi come superare questa crisi che non potrà mai essere superata, la signora Mekel è

L’UE VUOLE SANZIONARE BUDAPEST MA ORBAN “SE NE FREGA”!

Da Alba kan per Voci dalla Strada. È rottura tra Budapest e Bruxelles. L’Europa ha aperto una procedura d’infrazione nei confronti dell’Ungheria chiedendo di modificare alcuni aspetti della Costituzione in vigore dal primo gennaio, come l’indipendenza della Banca centrale, l’autonomia della magistratura e il

L’UNGHERIA DI FRONTE ALLA ROVINA MENTRE L’UE PERDE LA PAZIENZA

DI AMBROSE EVANS-PRITCHARD Telegraph.co.uk La Commissione Europea ha avviato un’azione legale con il governo ungherese guidato da Fidesz per le violazioni ai trattati dell’Unione Europea e per l’erosione della democrazia, segnando una drammatica escalation nella guerra dialettica con l’enfant terrible dell’UE. Il premier provocatore

Gli ungheresi vogliono uscire dall’Unione Europea

Alcune migliaia di persone hanno manifestato ieri a Budapest per chiedere l’uscita dell’Ungheria dall’Unione europea. Nel corso del raduno, indetto dal partito di estrema destra Jobbik (che è all’opposizione), due deputati di tale forza politica hanno dato alle fiamme una bandiera della Ue davanti alla rappresentanza

Una iattura chiamata Europa

Di Rivista.Indipendenza Uno scritto redazionale di “Indipendenza” il cui impianto, benché siano trascorsi anni da quando, a metà del 2005, fu redatto, rimane ancora attuale e concorre ad offrire una panoramica di un processo di neocolonizzazione che si muove a tappe e a tutto campo,

Non guardate il dito, guardate la Luna

Di Giulietto Chiesa E tenete la mano sul portafoglio. Perché questo 2012, anche lasciando stare i Maya, preannuncia grosse sorprese. Qui vi espongo alcune cifre, che sembrano spiegare bene cos’è il dito e cos’è la Luna. Il dito siamo noi, l’Europa. Che è stata appena bombardata. Gli stormi di

Le strategie dell’integrazione europea e il loro impatto sull’Italia

di Massimo Pivetti * ** 1. Nel corso dell’ultimo trentennio il capitalismo avanzato nel suo complesso ha sperimentato una poderosa restaurazione liberista, nel cui ambito il progresso è stato identificato con la mondializzazione e la conservazione con la difesa di uno Stato sociale e di una

USCIRE DALL’EURO COME ALTERNATIVA: IL CASO DELL’ARGENTINA

Una teoria che è stata promossa da importanti ambienti finanziari, come il Fondo Monetario Internazionale (FMI), è quella sviluppata da due dei suoi economisti, Ken Rogoff e Carmen Reinhart, sorprendentemente definiti in un recente articolo come “nuovi guru dell’ economia“, i quali sostengono che

«È il crollo di un mondo. Forze immense stanno per scatenarsi»

Frédéric Lordon 09 Gennaio 2012 di Frédéric Lordon traduzione di Maurizio Blondet trovato su www.effedieffe.com Così parla Frédéric Lordon, famoso economista francese, direttore delle ricerche del CNRS, in una lunga intervista alla Revue des Livres. A proposito delle forze che stanno per scatenarsi, ecco cosa prevede: «Se, come

Attenzione ai Prossimi Salvataggi dell’Europa

Che gli Stati Uniti stessero combinando qualcosa sottobanco [1] lo si era intuito, che ora fosse divenuto ufficiale è un’altra cosa. Gerald O’Driscoll, ex vice-presidente della Federal Reserve Bank di Dallas poi andato a Citigroup ed ora membro anziano del Cato Institute, ha in un certo modo confermato [2] quello

Europa, falsa amica

di Claudio Martini Sono ormai diversi mesi che un nutrito gruppo di intellettuali, tra cui l’economista Alberto Bagnai, il filosofo Costanzo Preve, il giornalista Paolo Barnard, il gruppo di Rivoluzione Democratica e quello di Rivista Indipendenza, nonché ovviamente i compagni di Alternativa Marino Badiale, Fabrizio

IL VERO OBIETTIVO DI MONTI: TROVARE 125 MILIARDI DI EURO

Editoriale a cura dello staff di nocensura.com  Le tasse imposte da Mario Monti agli italiani servono davvero per scongiurare il fallimento? Per evitare il default, come ci hanno detto e ripetuto? NO! SERVONO PER CORRISPONDERE LA CIFRA DI 125.395.900.000€ al nuovo organo sovranazionale europeo, creato

Unione Europea a stelle e strisce

Da Rivista.Indipendenza UNIONE EUROPEA A STELLE E STRISCE -Integrazione economica e militare europea nelle strategie USA- L’Unione Europea come futuro antagonista imperialista degli Stati Uniti? È una tesi che riscuote consenso in larghi settori dell’estrema sinistra e dell’estrema destra. Certo, i primi auspicano soprattutto un’inversione

UNIONE EUROPEA O DELL’ IMPERIUM ŒCONOMICUM

Dalla Res publica alla dittatura del mercato di Franco Russo* Pubblichiamo volentieri questo breve e denso saggio, necessario per capire a quale ordine giuridico corrisponda l’Unione europea. In maniera limpida vengono spiegati i passaggi che hanno portato al dissolvimento sostanziale degli stati-nazione, rimpiazzati da un nuovo tipo di

ANCORA DUBBI SULL’USCITA DALLA UE?

un filmato tedesco davvero istruttivo ESM: L’ULTIMO GOLPE DEGLI OLIGARCHI EUROPEI di SOLLEVAZIONE Abbiamo sostenuto che Le decisioni del vertice europeo del 9 dicembre sono state un sostanziale fiasco in quanto esso non è riuscito ad adottare le quattro fondamentali misure attese dai pescecani dei mercati finanziari.

Si chiama Mes la nuova dittatura europea

A cura di Alfredo D’Ecclesia   MES (fonte image: informarexresistere.fr) Foggia – E mentre si continua con le distrazioni di massa, e mentre l’Europa continua a dare segni di assenza totale su tutto, da comunità di valori si sta trasformando in una succursale di questo

IL PANICO FINANZIARIO SI DIFFONDE IN EUROPA

…mentre il capo del Fondo Monetario Internazionale mette in guardia su una “depressione come quella degli anni ’30” Siamo sull’orlo di un’altra Grande Depressione? Christian Lagarde, il capo del FMI, ha detto questa settimana che se non viene intrapresa subito un’azione drammatica potremmo davvero

L’esperienza dell’Argentina e la crisi dell’Europa

INTERVISTA Joseph Stiglitz, Premio Nobel 2001, keynesiano: “L’Europa e l’euro sono sulla strada del suicidio.” T. LUKIN e J. LEWKOWICZ Pagina12.com.ar Joseph Stiglitz è un militante contro le ricette di aggiustamento fiscale che propongono una “svalutazione interna” grazie alla diminuzione dei salari e alla sottomissione dei debitori nei confronti dei

I terroristi finanziari, Goldman Sachs e il fascismo prossimo venturo

L’UE si accinge a prendere il controllo sulle economie nazionali, con un tratto di penna Il fascismo uber alles per i tecnocrati di Goldman Sachs di Paul Joseph Watson Prison Planet Dimenticate i milioni di europei colpiti, l’UE non si prenderà nemmeno la briga

La Fiskalunion è il peggiore dei mali per l’Europa

Ambrose Evans Pritchard sul Telegraph ci fa un quadro della Fiskalunion come la intende la Merkel … Attenti al termine Tedesco ‘Fiskalunion’, la prossima fase della disavventura Europea. Per il Cancelliere Angela Merkel significa avere maggiori poteri di controllo sui bilanci degli stati peccatori della

L’Europa dice NO alle sanzioni all’Iran

Di Nicoletta Forcheri Debora Billi. Fonte: http://petrolio.blogosfere.it/2011/12/leuropa-dice-no-alle-sanzioni-alliran.html L’Europa non vuole sanzionare l’Iran. Perché a rimetterci, saremmo solo noi: specialmente Grecia, Spagna e Italia Uh oh. Questa sì che è una notizia, infatti non la riporta nessuno. Leggo su Upstream Online, autorevolissima rivista internazionale che si

SANZIONI CONTRO L’IRAN: GUERRA PER IL CONTROLLO DEL SUO PETROLIO

Il greggio è preso ancora una volta di mira dagli Stati Uniti fino a stringere con le sanzioni finanziarie in una mossa per scoraggiare gli acquirenti di petrolio iraniano. La Cina, nel frattempo ha minacciato una terza guerra mondiale se gli Stati Uniti non

Auerback: l’Unione Europea è un’associazione a delinquere

Imbranata nel salvare chi è nei guai – la crisi greca poteva essere risolta subito, se solo la Germania non avesse frenato la Bce – ma poi bravissima nel sovvertire la democrazia. L’Unione Europea? «Efficace e spietata quanto una ben rodata associazione a delinquere».