Unione Europea Archive

Euro, l’Olanda pronta ad abbandonare la moneta unica

Il leader del Pvv, Geert Wilders (Credits: Pierre Crom/REPORTERS) di Micaela Osella Anche i primi della classe, qualche volta, perdono la pazienza. Troppi i soldi buttati in quel pozzo senza fondo che rischia di diventare la Grecia. L’Olanda non ci sta più. È pronta

La Desertificazione dell’Europa

Molti si domandano quali vantaggi traggano le classi dirigenti dalla siccità che sta colpendo molti paesi europei, spesso gli stessi (Portogallo, Spagna, Italia…) già prostrati dalla crisi economica e dissanguati da governi rapaci. Qui una barriera igroscopica rintuzza una perturbazione, là una squadriglia di aerei chimici

MES e EUROGENDFLOR: Il vero volto dell’Europa Unita?

Prima l’istituzione della nuova gendarmeria europea, poi il Meccanismo europeo di stabilità, che si configura come un ente finanziario sovranazionale in grado di condizionare le politiche economiche dei paesi membri e salvare banche private. L’Europa unita mostra d’improvviso il suo vero volto, fatto di imposizioni

L’ ITALIA NON E’ PIU’ FATTORE DI CRISI

DI GF cobraf.com Abbiamo un mago dell’economia e anche dei mercati. Tre giorni fa, “Tokyo, Monti: ”L’Italia non è più un fattore di crisi”. Subito dopo le banche e la borsa italiana affondano e oggi è la borsa che perde di più, di tutte quelle

LO TSUNAMI CHE CI ASPETTA

DI FABRIZIO TRINGALI  main-stream.it Ringrazio Gisella che mi ha mandato la notizia che leggete cliccando qui. Quelle poche righe ci dicono moltissime cose. In primo luogo, esse sono l’ennesima prova che la presunta “guerra” dollaro-euro semplicemente non ha senso. Con buona pace di quanti difendono l’Euro

L’errore politico e tecnico dell’euro

Di Stefano d’Andrea Proseguo nella pubblicazione del Documento di analisi e proposte politiche dell’Associazione Riconquistare la Sovranità e offro in lettura la seconda parte. Si tratta del terzo paragrafo dell’Analisi, dedicato all’errore politico e tecnico dell’euro. Dal Documento di analisi e proposte politiche dell’Associazione Riconquistare la Sovranità: §

L’insanabile contrasto tra Costituzione della Repubblica Italiana e Trattati dell’Unione Europea

Da Voci Dalla Strada di Alba kan. Offro in lettura i primi due paragrafi (la prima parte) del Documento di analisi e proposte dell’Associazione Riconquistare la Sovranità. L’associazione è stata costituita il 21 marzo da trentacinque soci, tra i quali il sottoscritto. Il Documento del quale pubblico i

Dalla UdSSr alla EUdSSr e NWO. Trovati nuovi documenti sulla fondazione della EU. Seconda parte

La prima parte QUI di Corrado Belli Era il 19 Settembre 1946 il giorno in cui Winston Churchill tenne un discorso durante il Congresso tenutosi a Zurigo e dichiarò di voler costituire gli “United States of Europa”, il discorso era stato scritto da Courdoven

TUTTE LE STRADE PORTANO A “WASHINGTON” (ALTRO CHE MERKOZY)

Di corsairvoice (La Voce del Corsaro) Sicuramente, il dibattito sull’attuale stato in cui si versa l’Europa è basato principalmente sulle tematiche economiche che sembrano affliggerla: la crisi dell’euro, il ruolo della Bce, il commissariamento de facto di alcuni governi ecc. Per molti, però, queste altro non sono che le

Dalla UdSSr alla EUdSSr e NWO. Trovati nuovi documenti sulla fondazione della EU. Prima Parte

di Corrado Belli Da alcuni giorni il Giornale Inglese “The Telegraph” ha messo sulle prime pagine la notizia del ritrovamento di un documento che riporta date, nomi e cognomi dei personaggi che decisero la Fondazione di una Europa Unita.E’chiaro che il tutto è cominciato

IL PROBLEMA DELL’EUROZONA NON E’ ALLA PERIFERIA, MA AL CENTRO: IN GERMANIA

La Germania ha molto successo nell’esportazione di prodotti. E siccome esporta molto più di quanto importa, la bilancia dei pagamenti è positiva. La crescita del differenziale tra esportazione e importazione è cambiata, passando dal 2,8% del prodotto interno nell’anno 2000 al 7% nel 2008.

La UE come mostro adescatore: la proibizione agli Stati nazionali di presentare argomenti scientifici

di Menici60d15 Due mesi fa, su una rivista della Società europea di biologia molecolare due ricercatori, la norvegese Wickson e l’inglese Wynne, hanno paragonato la natura di una proposta legislativa della Commissione europea (CE) alla rana pescatrice abissale [1]; è quel pesciaccio, che vive negli

ISLANDA: NO Euro, NO Europa!

L’ISLANDA SOGNA L’ALTERNATIVA ALL’EURO – L’Islanda è pronta a rinunciare all’ingresso nell’Unione europea e all’adozione dell’euro. L’instabilità politico-finanziaria dell’Eurozona, le continue pressioni di Gran Bretagna e Olanda affinché il Paese dell’Europa settentrionale restituisca i denari ai creditori britannici e olandesi del fallimento del fondo Icesave

BACSIN: l’Europa finanzia i batteri “spazzini” per bonificare dalle sostanze inquinanti

Giovedì, 08 Marzo 2012  Scritto da Marta Albè La Commissione Europea ha deciso di finanziare nuove ricerche in campo scientifico riguardo alla possibile azione benefica di batteri e microrganismi, comunemente detti “spazzini”, in grado di purificare aree contaminate, anche in maniera grave, da petrolio e altre sostanze inquinanti, con particolare riferimento a siti industriali

Trattati UE: il diavolo è nei dettagli

Si noti una parolina: prudenziale. Tutto quello che sta succedendo in Europa, in termini di esautoriamento degli Stati, deprivazione della sovranità popolare dei popoli e il loro depauperamento ineluttabile, sta succedendo a causa di quella parolina, nel contesto degli articoli sotto. Prudenziale, ispirato, dettato

Il Fondo europeo di stabilità finanziaria (FESF) e il Meccanismo europeo di stabilità (MES) contro i popoli di Europa

Damien Millet – Éric Toussaint – François Sana Tradotto da  Curzio Bettio In reazione alla crisi greca e di fronte al rischio rappresentato dal contagio delle crisi del debito sovrano, gli Stati membri dell’Eurozona, invece di aggredire il problema alle sue radici, nel maggio 2010

« UNIONE EUROPEA: TERAPIA DELLO SHOCK COME IN AMERICA LATINA NEGLI ANNI ’80-‘90 »

Carlos Alonso Bedoya intervista Eric Toussaint La Primera Eric Toussaint, dottore in scienze politiche e presidente del Comitato per l’Annullamento del Debito del Terzo Mondo (CADTM), è membro della Commissione di Audit integrale del credito pubblico dell’Ecuador (CAIC) le cui conclusioni hanno portato alla sospensione del

IL ROMBO SOVRANO DELLA SPAGNA E LA FINE DELL’EUROPA DELLA MERKEL

DI AMBROSE EVANS-PRITCHARD  Telegraph.co.uk La ribellione spagnola è iniziata, prima e più decisamente di quanto mi aspettassi. Come molti lettori avranno già saputo, il Premier Mariano Rajoy si è rifiutato categoricamente di adempiere alle richieste di austerità della Commissione Europea e del Consiglio Europeo (sequestrato

Jean Thiriart e l’impero che verrà

A circa mezzo secolo dalla prima edizione italiana del celebre libro di Jean Thiriart L’Europa: un impero di 400 milioni di uomini, le Edizioni Avatar ne hanno recentemente pubblicata una seconda, la quale reca una Prefazione di Claudio Mutti che riproduciamo qui di seguito. L’ultimo

Irlanda chiede un referendum sui trattati Ue, l’Europa trema

New York – Il premier Kenny ha deciso che sara’ il popolo irlandese a stabilere se il paese aderira’ o meno alle nuove norme di controllo del budget fiscale imposte dalle autorita’ europee, che vanno sotto il nome di Fiscal Compact. Il solo pronunciare

L’Eurogendfor non deve Rispondere a Nessuno

di Marco Canestrari Ogni informazione contenuta in questo testo deriva direttamente da fonti ufficiali Il 12 giugno 2010, dopo la ratifica della Camera e del Senato senza nessun voto contrario, il trattato di Velsen entra in vigore in Italia. Questa legge istituisce la Forza

MES. Siamo nella trappola di Orwell … è ufficiale.

Ma i politici, se lo sanno, preferiscono non dirlo. O lo dicono obliquamente, sperando di essere rieletti. – Emanuele Itta Nota di Giuditta:  alcuni miei lettori mi hanno informata del fatto di non aver mai sentito parlare di questo Meccanismo Europeo di Stabilizzazione. Stranissimo che

Fondi UE per rinnovabili ed efficienza: l’Italia non ne approfitta

Il report che la Corte dei Conti ha reso noto in questo ore racconta di una specie di disastro finanziario o, se vogliamo, della solita cattiva gestione italiana delle opportunità messe in gioco dalla Comunità Europea. In un periodo di crisi, in cui gli investimenti sul

Eurogendfor: Lo Stato di Polizia Europeo con Poteri Illimitati

Il Trattato Eurogendfor è stato firmato a Velsen il 18 ottobre 2007 da Francia, Spagna, Paesi Bassi, Portogallo e Italia. L’acronimo sta per Forza di Gendarmeria Europea (EGF). L’EGF è il primo Corpo militare dell’Unione Europea a livello sovranazionale, composto da forze di polizia di

LA NATO AFGANIZZA L’EUROPA

Di comidad Il ministro Fornero continua sulla linea delle provocazioni propagandistiche già seguita dal suo predecessore Sacconi. Il nuovo ministro del Lavoro e del Welfare vuole addirittura accreditarsi sui media come icona femminista, ed è riuscita ad aprire una disputa su una di quelle questioni

Trattati UE: il diavolo è nei dettagli

Si noti una parolina: prudenziale. Tutto quello che sta succedendo in Europa, in termini di esautoriamento degli Stati, deprivazione della sovranità popolare dei popoli e il loro depauperamento ineluttabile, sta succedendo a causa di quella parolina, nel contesto degli articoli sotto. Prudenziale, ispirato, dettato

MSE.17 ministri delle Finanze, governeranno l’Europa in totale immunità.

di Giuditta. Oggi i parlamentari francesi dovranno pronunciarsi sul trattato! C’est le 21 février 2012 que les Parlementaires Français devront se prononcer sur ce traité. MSE e’ un trattato che istituirebbe una nuova amministrazione europea, chiamata Meccanismo europeo di stabilità (MES). Il Collegio sarà composto da

Il futuro dell’Europa è già scritto, basta saperlo leggere

Quinto Potere Se la vostra casa stesse bruciando e qualcuno si avvicinasse a voi sussurrandovi che il dramma a cui state assistendo non è niente in confronto alla perdita del vostro intero patrimonio da qui ai prossimi quattro anni, come reagireste? La crisi del

MES e FISCAL COMPACT: FISCAL MESS!!!

Enne di Effe Chiedo scusa se nell’articolo Fiscal Compact avevo scritto che il Trattato sulla Stabilità, il coordinamento e la governance nell’Unione economica e monetaria era stato approvato a livello europeo, ma i procedimenti contemporanei di Fiscal Compact e Mes sono volutamente circondati da una cortina fumogena giuridica

Le vere ragioni del trattato di libero scambio UE-Marocco e l’elenco degli europarlamentari italiani che hanno votato a favore

L’unione Europea ha stipulato un trattato di libero scambio con il Marocco. Il trattato, che nella prospettiva dei paesi europei vorrebbe agevolare le esportazioni degli industriali, infligge l’ennesimo colpo mortale all’agricoltura italiana (in particolare del sud), spagnola, portoghese e francese. L’articolo di Granoduro che

Nessuno sceriffo per il Web, lo dice la giustizia Ue

La Corte di Giustizia Europea ha detto no alla Siae belga. Un giudice nazionale non può imporre agli Internet Provider di impedire l’acquisizione di opere musicali e audiovisive. giovedì 16 febbraio pinobruno.globalist.it di Pino Bruno La Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha detto no

Speroni critica Monti a Strasburgo. Il “kapo” Shulz gli toglie la parola

Io ho una teoria. Non importa quale giornale si ritenga più o meno fazioso: per avere una chancedi fare le pulci al governo in carica basta leggere i quotidiani che si trovano all’opposizione. Quegli stessi che, a parti inverse, erano autorevoli come una dichiarazione di “Alì

PARLA JOSEPH STIGLITZ

Il Nobel Jospeh Stiglitz La Ue strangola la Grecia e si scava la fossa di L’Observatoire de l’Europe*  Ieri, 9 febbraio, dicevano che il negoziato triangolare tra Atene, le banche creditrici e la Ue, si era concluso con l’accordo.Invece no. L’Eurogruppo, riunitosi ieri sera a

Fiscal Compact: un golpe nazi europeo

Da Stampa Libera Fiscal Compact, un golpe istituzionale nazionale ed europeo Il Trattato sulla stabilità, il coordinamento e la governance dell’Unione economica e monetaria, o ‘Fiscal Compact’ è stato firmato il 30 gennaio da 25 paesi su 27, tutti tranne Gran Bretagna e Repubblica Ceca. La

A cosa potrebbe somigliare l’Europa senza l’eurozona e senza l’UE

Questa volta aprofitto della traduzione fatta dal prof Bagnai– (tra l’altro consiglio a chi non lo conoscesse ancora di visitare regolarmente il suo frizzante Goofynomics) – di un articolo di un professore Svizzero molto bravo che, dall’alto delle sue montagne, guarda all’Europa con un  ottimismo e