Unione Europea Archive

USCIRE DALL’EURO – PIUTTOSTO CHE LASCIARSI PRIMA SVENARE E POI SVENDERE…

DI MARCO DELLA LUNA marcodellaluna.info I rimedi ai problemi finanziari proposti dalle parti sociali e dai partiti sono meri palliativi, inutili, perché servono solo a tirare avanti di qualche settimana. La manovra governativa, anche la seconda, è iniqua e recessiva, sbilanciata sul lato delle

Infiltrazioni mafiose negli appalti, si muove l’Europa

di Gaetano Liardo* Dagli appalti pubblici, si sa, le mafie ricavano buona parte delle loro ricchezze. Gare truccate, imprese legate ai clan, fornitura di materiali scadenti, imposizione di ditte sub-appaltatrici, corruzione e quant’altro, fanno da sfondo alle opere pubbliche in Italia. Il nostro paese da

IL DIRITTO ALLA BANCAROTTA COME CONTROPOTERE FINANZIARIO

            Solo il diritto all’insolvenza degli stati potrebbe smontare il potere finanziario. L’Europa potrebbe cambiare le regole e unire le sue politiche fiscali. Una finanza mondiale grande otto volte l’economia reale non è sopportabile e la politica monetaria aiuta

IL MIO NOME È BOND, EUROBOND. IN RISPOSTA A TREMONTI E AI VENDITORI DI FUMO

DI DANIEL GROS*  FONTE: Sollevazione                       Consigliamo ai lettori di leggere quest’articolo, senza farsi spaventare dai tecnicismi, inevitabili in questo genere di trattazioni. Gros non è certo un “anticapitalista”, anzi. Questa degli Eurobond, spacciati come

L’UE STA DIVENTANDO UN “QUARTO REICH”?

Coloro che ripiombano nei libri degli anni ’30 e ’40 che hanno sui loro scaffali ma che non avevano più considerato come fondamentali dopo aver finito di studiare, trattengono il fiato leggendo certi passaggi e pensano che ciò che dicono, fanno e preparano i

LE VOCI ANTI-EURO ACQUISTANO VISIBILITA’

Da Alba kan per Voci dalla Strada. Mentre l’UE scivola verso un sistema dittatoriale, le voci dissidenti rimangono minoritarie ma riscuotono maggior attenzione. I professori Wilhelm Hankel in Germania e Paolo Savona in Italia sono due rare eccezioni nella professione economica per aver denunciato

Governeuro

Abolizione dei comuni, delle province, delle regioni… solo palliativi. La strada giusta ci è stata autorevolmente indicata da Merkel e Sarkozy. Abolizione dell’Italia. E della Francia, e della Germania. Abolizione di tutti i paesi con meno di cento milioni di abitanti, e accorpamento al

Fuori dal Debito! Fuori dall’Euro!

by krommino75 Il nostro paese è destinato ad entrare in una fase di grandi turbolenze e conflitti, di polarizzazione sociale e politica. Lo sbocco non è predeterminato, verrà deciso nel corso della battaglia. Come sempre vincerà il più forte. Si deve dar vita, per tempo,

PER UN DEFAULT «PROGRAMMATO» E L’USCITA DALL’EURO

La Napoleoni una “estremista? No, solo realista «Se non vi piace l’Argentina, facciamo come in Islanda» I sacrifici gli italiani dovranno farli comunque, si tratta di sapere chi li farà e per quali scopi di Loretta Napoleoni* «Penso che noi dobbiamo prenderci le responsabilità

L’UE condanna Israele per la continua metastasi degli insediamenti illegali: “Siamo profondamente delusi dalle scelte di Tel Aviv!”

by S. Kahani “Profondamente delusa”, così si é dichiarata il Ministro degli Esteri dell’UE Lady Catherine Ashton, commentando la notizia secondo la quale il regime dell’Apartheid di Tel Aviv ha intenzione di costruire altre 900 unità abitative nell’insediamento illegale di Har Homa, a Gerusalemme Est,

Dieci piccoli euro-indiani

      Mentre si attende che i tedeschi cadano per l’ennesima volta dal letto, e si lavori a fare dell’EFSF l’entità che emetterà gli eurobond (come da queste parti si dice da molto tempo), è utile ricordare che questo fondo, che il 21

USA contro l’Europa per la tassa sulle emissioni delle compagnie aeree

          Dal 1 gennaio 2012 l’Unione Europea ha intenzione di imporre anche alle compagnie aeree americane che operano nel vecchio continente la stessa regolamentazione sulla riduzione delle emissioni di CO2 che viene “subita” dalle compagnie europee. American Airlines, Delta, US

IL QUARTO REICH TEDESCO HA CONQUISTATO L’EUROPA

          FONTE: King World News Con i timori che aumentano nel mondo finanziario mentre la scadenza per il tetto del debito del Stati Uniti si sta avvicinando, oggi King World News ha intervistato Jim Rickards per darci la sua opinione

GIORGIO CREMASCHI: «CANCELLARE IL DEBITO»

              di Giorgio Cremaschi* «Occorre una rivoluzione democratica e sociale dei popoli europei che rovesci l’Europa delle banche, della finanza, dei ricchi. Bisogna non pagare questo debito e far invece cadere, finalmente, i costi della crisi su chi

L’attacco speculativo all’Italia evidenzia la bancarotta dell’Eurosistema

          (MoviSol) – L’implosione dell’Eurosistema è entrata in una nuova fase la scorsa settimana, con l’attacco speculativo ai titoli di stato italiani partito dalle stesse forze finanziarie che sperano di salvare a tutti i costi le proprie istituzioni in bancarotta.

Anticostituzionalità della rete di salvataggio dell’Unione Europea

        (Di MoviSol) – Il 5 luglio la Corte Costituzionale tedesca ha tenuto un’udienza pubblica sui due ricorsi contro l’adesione del governo di Berlino alle politiche di salvataggio europee. I ricorsi sono quelli presentati dai famosi “cinque professori” (Wilhelm Hankel, Wilhelm

EURO: UN TUMORE NEOLIBERISTA

          Non confondiamo il sogno dell’Unione europea con l’incubo della moneta unica   di Mark Weisbrot* Pubblichiamo quest’articolo malgrado sia “inglese”, ovvero contenga la pittoresca idea che la politica monetaria del duetto anglosassone (UK e USA) sia “meno di destra”

FLASH UPDATE: Via libera al default della Grecia, o forse no…

Scritto il 21 luglio 2011 alle 12:31 da Dream Theater                 Sembra proprio che si sia accettata l’potesi più pesante ma necessiaria per risolvere il problema all’origine: viene accettato il fallimento della Grecia Public sector support for

O la Borsa o la Vita. Basta ricatto del debito sovrano

di Tonino Perna   27 giugno 2011 Le grandi banche d’investimento hanno procurato la crisi debitoria e devono pagarla loro. Chi a sinistra non lo capisce, finirà come Zapatero e Papandreou  Il debito è stato lo strumento principe che ha permesso,dalla fine degli anni

CONTRO L’EURO

Di Claudio Martini Appello Al Popolo   Ho letto con grande interesse l’intervento di Daniela Salvini. Esso mi dà la possibilità di sviluppare una replica esaustiva e pertinente, tanto che credo che una critica serrata dell’articolo in questione possa costituire la base di una

Jacques Attali svela le intenzioni “antidemocratiche” dietro il costrutto UE

                      (MoviSol) – Che l’Unione Europea sia stata costruita con una strategia deliberata di manipolazioni, ricatti, faits accomplis e menzogne vere e proprie non era una novità. Tuttavia, un’altra conferma sconvolgente della natura totalitaria

Lacrime e sangue? Ma non per i padroni

di Giorgio Cremaschi. No signor Presidente della Repubblica, mi permetto di obiettarLe che questo non è il momento della coesione nazionale. Capisco le buone intenzioni di natura istituzionale, ma esse oggi lastricano una via che porta al massacro sociale in Italia come in Europa.

SVIZZERA: Una marcia silenziosa verso Bruxelles?

            Di Reinhard Koradi Intorno alla politica europea, c’è fatto uno strano silenzio in Svizzera. I temi principali discussi in modo polemico in pubblico, come gli accordi bilaterali, l’accordo quadro, i negoziati sul libero scambio agricolo con l’UE non

Bce, banca centrale folle, alza i tassi e impoverisce tutti. Trichet: “Saliranno ancora”

        Di Wall Street Italia Francoforte – Come previsto la Banca Centrale Europea ha deciso di alzare i tassi di interesse di 25 punti base all’1,5%, il secondo rialzo in tre mesi. Ma il quesito sul mercato e’: “cosa succedera’ ora”?

L’UE da un altro colpo allo stato sociale con un’ondata di misure restrittive

            Fino ad ora, il trionfante ritmo dell’Inno alla gioia portava milioni di europei a sentirsi identificati con l’Europa, un continente di benessere, progresso, tradizione, cultura e giustizia sociale. Ma le note dell’inno ufficiale dell’UE cioè la versione del

UN ADDIO ALL’EGEO: L’UE, IL FMI E LA DISTRUZIONE DI UN MARE ANTICO

            DI IANNIS CARRAS Open Democracy Il progetto dell’Unione Europea e del FMI per “salvare” la Grecia comporterà una devastazione ambientale per mano dell’uomo senza precedenti. Il settore edilizio è al settimo cielo. Ma c’è una qualche alternativa invece

«CANCELLARE IL DEBITO»

          Primo passo per un’uscita anticapitalista dalla crisi di Giorgio Cremaschi «Occorre una rivoluzione democratica e sociale dei popoli europei che rovesci l’Europa delle banche, della finanza, dei ricchi. Bisogna non pagare questo debito e far invece cadere, finalmente, i

“Patto dell’euro” o liberazione dall’euro e dalla ue?

              Indipendenza 19 giugno 2011 Rivistaindipendenza Il 27 giugno il Parlamento Europeo ratificherà il “Patto dell’euro” (misure stabilite l’11 marzo dai 17 Capi di Stato e di Governo dell’eurozona per risolvere la crisi economica e favorire la competitività

DEMOCRAZIA CONTRO MITOLOGIA: LA BATTAGLIA IN PIAZZA SYNTAGMA

          STURDYBLOG Non sono mai stato tanto determinato e speranzoso di cercare di far comprendere un fatto: che le proteste in Grecia vi riguardano tutti da vicino.   Quello che sta accadendo in questo momento ad Atene è la resistenza

I «MANOVRATORI»

          Quella bomba ad orologeria del debito pubblico di Leonardo Mazzei* «Il debito pubblico è di gran lunga lo strumento principale attraverso il quale le classi dominanti scaricano il costo della crisi sulle classi popolari. E le istituzioni europee sono

I 600 miliardi di dollari del Q2 della Fed sono andati a salvare le banche straniere a spese dell’economia nazionale

Mercato Libero segnala un fortissimo articolo-bomba di ZeroHedge. di Tyler Durden 12 giugno 2011 Per gentile concessione dei documenti di bilancio della Fed recentemente declassificati, ora sappiamo che i maggiori beneficiari della generosità della Fed durante il picco della crisi del credito sono state

Perché la Germania Deve Uscire dall’Euro

Interessante articolo del Telegraph – dove si ragiona sugli squilibri profondi della zona euro, e sulla maniera più indolore di risolverli… di Edmund Conway 18 giugno 2011 Immagina di essere a capo dell’Europa, e di dover rispondere a una domanda specifica. L’unico modo possibile

MEGLIO LA FINESTRA – LIBERARCI DALL’EURO, PER UN’ALTRA EUROPA

          DI MARINO BADIALE E FABRIZIO TRINGALI megachip.info[1] 1. Introduzione Il tema dell’Europa diventerà uno dei punti cruciali della discussione politica in Italia nei prossimi mesi, perché le nuove regole europee in tema di finanza pubblica hanno conseguenze durissime per

Sovranità monetaria e democrazia

  di Sergio Cesaratto Economia e politica Un grande primo ministro canadese, William Mackenzie King,[1] ebbe a dichiarare prima delle elezioni del 1935: “Una volta che a una nazione rinuncia al controllo della propria valuta e del credito, non importa chi fa le leggi

SPAGNA: dilagano i giovani Indignados

    Si sta rompendo il “bipolarismo spagnolo”, altrettanto fasullo e interclassista di quello italiano. Continua infatti la protesta dei giovani ‘indignados’ contro la crisi, la politica e il sistema, che questa notte hanno fra l’altro di nuovo occupato la Puerta del Sol, nel