Proteste sociali Archive

Finanziaria lacrime e sangue? Acquistati d urgenza lacrimogeni e proiettili veri

di : antonio camuso  giovedì 15 settembre 2011 Finanziaria lacrime e sangue? Piombo e CS agli incazzati http://www.pugliantagonista.it/osse… Estate 1789 Si narra che la povera Maria Antonietta mossa a compassione del popolo francese si lasciasse scappare un : “- Se il popolo ha fame dategli

Caro Fabio Fazio, i veri precari siamo noi…

Scritto da Redazione | Diritto di critica   Repubblica di oggi, pagina 1. Titolo: “Fazio: distruggono la Rai, anch’io mi sento precario”. Fabio Fazio precario. Serena Dandini precaria. Michele Santoro precario. Marco Travaglio precario. Vauro precario. E’ una vecchia storia, piuttosto irritante anche per chi è

Italia, irruzione agli uffici di Standard&Poor’s

A Milano una decina di ragazzi ha esposto dall’agenzia di raiting degli striscioni. Oggii ci sarà una mobilitazione internazionale contro le banche Una decina di persone tra esponenti del centro sociale “Il Cantiere” e studenti “indignados” hanno fatto irruzione nella sede di Milano dell’agenzia

PRIME PROTESTE ANTI-EURO DAVANTI ALLA BCE

The Prudent Investor           Dopo aver assistito ai bisticci di politici e banchieri sul salvataggio dell’Euro da addossare sulle spalle dei contribuenti europei per circa due anni, un gruppo di tedeschi ha inscenato la prima protesta davanti al quartier generale

Oggi 17/9 Antibanks Day in Piazza Affari a Milano ed in tutto il mondo

Da MERCATO LIBERO NEWS RASSEGNA STAMPA     Oggi diamo visibilità all’antibanks day. Oggi occupazione della piazza della Borsa a Milano ed in simultanea anche nelle seguenti città: San Francisco, New York, Parigi, Utrecht, Atene, Madrid, Berlino, Londra, Barcellona, Tokyo, Seattle, Toronto, Los Angeles, Tel Aviv.

Rivoluzione islandese

di Massimo Dadea Sardegna 24, 3 settembre 2011. Da circa due anni è in corso in Europa una rivoluzione, ma nessuno ne parla. Una rivoluzione dal basso, pacifica, che viene accuratamente taciuta. Una rivoluzione di cui è difficile trovare traccia nei mass-media. Si tratta dell’Islanda,

VOGLIAMO I POLIZIOTTI

Di Gianni Petrosillo Sono cresciuto con i poliziotteschi degli anni ’70, pellicole come La Polizia ringrazia di Steno, La polizia vuole giustizia di Martino, La polizia incrimina, la legge assolve di Castellari, e tanti altri piccoli capolavori come quelli del mio conterraneo, il regista

L’Europa tra dittatura finanziaria e rivolta

di : Zero81 occupato – Aula Flex Napoli  Troviamo la strada. O apriamone una nuova (Annibale) L’Europa tra dittatura finanziaria e rivolta Amore e rivolta ! È la storia di una società che precipita e che mentre sta precipitando si ripete per farsi coraggio fino

Lo sciopero “dopo” la sconfitta

Lo sciopero arriva a giochi fatti e con i lavoratori già spogliati di tutto. La vendetta del padronato italiano sulla classe lavoratrice che era riuscita a conquistare diritti di livello europeo finalmente trova sfogo nell’attacco all’art.18. Padronato alleato di sindacati che si appropriano di

Della serie hanno la faccia come il culo… una chiappa SI e l’altra TAV.

  Non so perché leggo certi giornali, forse masochismo o forse noia oppure semplicemente per vedere cosa dicono loro, gli altri… quella gente là, come direbbe il buon Gaber riprendendoJacques Brel. L’articolo da cui scaturiscono queste sensazioni è stato pubblicato lunedì 29 Agosto da La

VAL DI SUSA: IL CANTIERE FANTASMA

di Luca Mercalli – 25 agosto 2011 Proseguono gli scontri tra manifestanti e forze dell’ordine. Le Istituzioni continuano a ignorare il problema di base: l’opera serve o non serve? I lavori sono solo propaganda, non esiste alcuno scavo e lo “pseudo cantiere” è solo un’area recintata tra

Chiomonte, lacrimogeni nella notte

  Continuano senza sosta le iniziative di disturbo al fortino delle forze dell’ordine in Val di Susa. Nella giornata di ieri, dopo una bella serata al presidio di Chiomonte e il concerto partecipatissimo di Marco Rovelli, gli attivisti No Tav hanno deciso di muoversi

Occupiamo Wall Street

E allora, novantamila liberatrici e liberatori, ribelli e radicali, in questo esatto momento la tattica rivoluzionaria sta attraversando un cambiamento che fa sperare bene per il futuro. Lo spirito di questa nuova tattica, una fusione tra Tahrir e le acampadas di Spagna, è ben

Old England

– di Sandro Moiso – “Qui mira e qui ti specchia, secol superbo e sciocco, che […]volti addietro i passi, del ritornar ti vanti, e proceder il chiami.” (Giacomo Leopardi – La ginestra, 1836) Per fortuna questa volta non hanno tirato in ballo i black block.

SACCHEGGIARE ALLA LUCE DEL GIORNO

DI NAOMI KLEIN Guardian.co.uk Sentiamo sempre dire che le rivolte in Inghilterra non erano politiche, ma che i saccheggiatori sanno che le loro élite stanno commettendo rapine alla luce del sole Continuo a sentire paragoni tra le rivolte di Londra e quelle nelle altre

La vendetta è un piatto che va servito ai poveri

di Federico Campagna 15 / 8 / 2011   Una volta che gli incappucciati sono tornati nelle loro tane, che gli incendi si sono spenti e la minaccia è finita, la polizia ha preso pieno possesso delle città inglesi. Per giorni interi, i sedicimila armati

I rivoltosi londinesi e il diritto al lusso

  Premessa di Cogito Ergo Sum Raramente mi piacciono gli articoli del Fatto Quotidiano, ma quello proposto dopo questa premessa è, tra tutti quelli letti finora sulle sommosse inglesi, quello che meglio coglie un aspetto trascurato e forse decisivo sui motivi di questa rivolta. Vivo

European Revolution: La Lunga Marcia degli Indignados

di Marco Nurra Fonte È iniziata lo scorso 29 luglio l’epica marcia verso Bruxelles organizzata dal movimento spagnolo degli Indignados, a cui parteciperanno i rispettivi indignati di tutta Europa. Dalla Porta del Sol di Madrid fino al Parlamento Europeo: oltre 1.500 chilometri per esporre le rivendicazioni