Mass-Media Archive

Comincia il primo mondiale con le partite interrotte dalla pubblicità

Da L’olandese volante Riceviamo e pubblichiamo di Attilio Folliero, Caracas Vedasi il calendario dei mondiali Annunciazione! Annunciazione! Per milioni di italiani ed europei termina la crisi economica. Comincia il mondiale e tutti felici e contenti dimenticano i loro problemi. Anche chi ha poco o niente

Manipolatori della realtà

Da  IL CORROSIVO di marco cedolin Marco Cedolin L’informazione mediatica, che già agli albori del secolo scorso iniziava a mostrare tutte le proprie potenzialità, ha man mano conquistato nei decenni a venire uno spazio sempre maggiore, crescendo di pari passo con la crescita degli strumenti tecnologici idonei

USA, guerra alla libertà di stampa

L’assalto della Corte Suprema americana ai principali diritti democratici negli Stati Uniti ha fatto segnare un nuovo capitolo questa settimana, con la mancata accettazione da parte del tribunale stesso di un delicatissimo caso relativo ad un noto reporter del New York Times. La vicenda

I SOCIAL MEDIA SONO ARMI PER LA GUERRA PSICOLOGICA E TU SEI IL BERSAGLIO

DI TONY GOSLING rt.com Per secoli il più potente servizio di intelligence e raccolta dati è stato il rito cattolico della “confessione”, con cui milioni di persone rivelavano informazioni vitali al Pontefice riguardo i loro atti di colpevolezza e grazie ai quali, quindi, potevano essere

Siamo Tutti Cani di Pavlov

Di Frankpro http://www.anticorpi.info/ Vi è capitato di sbavare o di avere una imprevista erezione, qualche volta, vedendo quella pubblicità dei wurstel o delle crociere in tv? Bè, non vi preoccupate: non è mica colpa vostra! E’ soltanto il solito piccolo grande trucco delle neuro-associazioni applicato

The Monuments Men e le balle della redenzione

Da Bye Bye Uncle Sam Il commento di Philippe Daverio a margine della presentazione al festival cinematografico di Berlino dell’ultima produzione del divo di Stato George Clooney. “Andremo a vedere il film “The Monuments Men” appena approderà nelle nostre sale cinematografiche. Ma nel frattempo faremo un

Propaganda, Hollywood e CIA

Julie Lévesque Global Research, 1 febbraio 2014 “Una delle tendenze più diffuse nella cultura occidentale del 21.mo secolo è diventata un po’  un’ossessione negli USA. Si chiama “storia di Hollywood”, dove le macchine degli studi aziendali di Los Angeles spendono centinaia di milioni di dollari

11 Consigli per Far Felici gli Amici che Controllano i Media

Haarpo Anticorpi.info Ma volete capirlo o no che i signori che controllano i mass media sono esseri umani come tutti noi, con un cuore ed una sensibilità che bisogna rispettare? Quindi una volta per tutte basta coi discorsi complottardi e cerchiamo di amarli e

Ed eccolo, quell’articolo su Repubblica contro Giovanni Falcone

Abbiamo recuperato l’introvabile articolo di Sandro Viola che nel gennaio 1992 si scagliava contro Giovanni Falcone, accusandolo di essere un “guitto televisivo”. Qualche giorno dopo sullo stesso giornale Giuseppe D’Avanzo difendeva il giudice antimafia: “Non ha mai avuto una vita facile”. È il 9

Cecchini killer di feti? Ron Paul: altra ripugnante bufala

Cecchini-killer, così feroci da prendere di mira le gestanti per colpire il feto nel loro grembo. Oltre l’orrore. L’ennesimo crimine del regime di Assad, denunciato dal “Times” di Londra: quei cecchini, probabilmente cinesi o provenienti dall’Azerbaijan, si “giocavano” i nascituri, per ottenere il premio in palio:

Report, Lucrezia Reichlin incredula: “Mai detta quella roba. Frasi fuori contesto”

Milena Gabanelli e Lucrezia Reichlin L’economista intervistata su RaiTre sul rapporto tra Banche centrali e inflazione: “In una lunga intervista ho fatto degli esempi che slegati tra loro perdono significato. Non ho controllato il montaggio e questa è stata una leggerezza. Non ho visto

QUESTO NON E’ SERVIZIO PUBBLICO

DI CLAUDIO MARTINI il-main-stream.blogspot.it Chi ha ancora il coraggio di guardare la tv, e ha il fegato di frequentare Rai 3, ricorderà che circa un mese fa Riccardo Iacona, ideatore della trasmissione Presa Diretta, mise in onda una puntata di vera informazione sulla crisi dei cittadini europei, che

Soros,Rothschild,Rockfeller, bisogna schiacciare gli stati finanziariamente…

Chiedo ai vari Lilly Gruber, Luca Telese, Enrico Mentana,Giovanni Floris, Michele Santoro e al 99% della stampa italiana:perchè nascondete alla gente le informazioni su Soros,Rotschild ,Rockfeller e colossi bancari come Goldman SAchs,Jp Morgan o Citygroup? Semplice: sono dei servi.Il telespettatore o i lettori devono

GIORNALI TEDESCHI E FRANCESI PUBBLICANO TESTIMONIANZE DIRETTE: SONO STATI I RIBELLI A USARE I GAS (OBAMA INCHIODATO)

lunedì 9 settembre 2013 Sono stati i ribelli ad aver usato il gas sarin e altri armi chimiche e non l’esercito siriano: a rivelarlo al quotidiano “Le Soir” è Pierre Piccinin da Prata, l’insegnante belga liberato con l’inviato della “Stampa” Domenico Quirico. E anche

L’industria della menzogna quale parte integrante della macchina da guerra dell’imperialismo

Di Domenico Losurdo Nella storia dell’industria della menzogna quale parte integrante dell’apparato industriale-militare dell’imperialismo il 1989 è un anno di svolta. Nicolae Ceausescu è ancora al potere in Romania. Come rovesciarlo? I mass media occidentali diffondono in modo massiccio tra la popolazione romena le

“Superquark” ed il controllo mentale: quali strategie adotta la televisione satanista per manipolare le coscienze

Absit iniuria verbis. Nulla è più facile che nascondere l’evidenza. Il 20 agosto scorso è andata in onda una puntata dell’ignobile trasmissione condotta da Pirlangela, “Superquark”. All’interno del programma è stato inserito un siparietto sulle scelleratezze del sistema e si è pure accennato alle

NAVE DA GUERRA INGLESE CONTRO LA SPAGNA. NON E’ NOTIZIA IN ITALIA

FONTE: SENZASOSTE.IT Da anni sosteniamo che il mainstream italiano viva in un cono di realtà autoreferenziale incapace rappresentare i fatti del mondo e, di conseguenza, anche di affrontare la complessità del mondo globale. Altrimenti non sarebbe stato possibile che il modello, informativo e antropologico,

De Benedetti il moralista: carcere, tangenti, Svizzera, affari e brutte storie

Il volto dei dirittoumanisti a la page, della “società civile” e dei buoni sentimenti, un tanto al kilo. Barbara Chi è Carlo De Benedetti, il proprietario del Gruppo Espresso, dunque l’editore de la Repubblica, il quotidiano che pretende di moralizzare da 40 anni l’intero paese?

Altro che santa: il fenomeno mediatico di madre Teresa

Secondo uno studio canadese di prossima pubblicazione, la beata dei morenti non sarebbe che una montatura. Analisi di un mito costruito ad hoc dal Vaticano. The Times of India venerdì 8 marzo 2013 timesofindia.indiatimes.com  Uno studio condotto da ricercatori canadesi ha definito madre Teresa

BYE BYE CARA CUPOLA MEDIATICA. CROLLA IN ITALIA IL MERCATO DELL’ EDITORIA, DELL’ INFORMAZIONE E DELL’ ASCOLTO TELEVISIVO. QUESTA E’ LA RAGIONE DELLA VIRULENZA DEL CAVALIERE SILVIO BERLUSCONI

DI SERGIO DI CORI MODIGLIANI Libero pensiero La giustizia non c’entra affatto. Il disgustoso cancan allestito dalle truppe berluskiane, con la complicità piddina, poco ha che vedere con problemi di merito o di sostanza legati a questioni dello Stato di Diritto, tutela, rapporti con la

Signore e Signori, Uccidete

TG: immortalato accidentalmente messaggio subliminale choc. di L. CaselliDeva (così si chiama la signora ritratta nella foto qui sotto) si è scattata una foto con il suo cellulare per il suo profilo Facebook, prendendo sullo sfondo il televisore che stava trasmettendo il TG. Immaginate il

L’APPARIZIONE DI ALEX JONES HA TRASFORMATO “SUNDAY POLITICS” IN UNA PUNTATA DI SCHERZI A PARTE

DI CHARLIE SKELTON  www.guardian.co.uk Si doveva discutere di Bilderberg, invece la produzione televisiva ha trasformato la puntata in una baraonda urlante (Link al video: Andrew Neil ridicolizza i teorici della cospirazione su Sunday Politics )  Ottimo lavoro, Sunday Politics. Hai invitato all’intervista un grosso orso grigio e poi

Ecco perché il giornalismo d’inchiesta non c’è più

di Anna Biason Fonte: lanotiziagiornale.it Lo scrittore Marco Pizzuti punta l’indice: i cronisti si limitano a fare i propri comodi. Ma non tutti i professionisti sono dei “venduti” o sono in malafede.     Parlando con Marco Pizzuti in quest’intervista, mi è tornato alla

PROPOSTA DI ESPULSIONE DALL’ORDINE DEI GIORNALISTI

DESTINATARIO: Consiglio Nazionale Ordine dei Giornalisti Via Parigi, 11 – 00185 Roma C.F.: 06926900587 Informazioni generiche: odg@odg.it Posta Elettronica Certificata: cnog@pec.cnog.it Nonostante il web sia ricchissimo di contenuti come articoli, video, libri e ogni genere di materiale informativo\didattico che documentano la grave truffa del signoraggio bancario

Iron Man contro il 9/11

di Calvero il Mar, 30/04/2013 Sono rimasto spiazzato. Partito per andare al Cinema avevo già la consapevolezza di quale tipo di spettacolo “pirotecnico” e “americanata” sarei andato a vedere. Non avevo neanche dubbi sul fatto che Iron Man 3 non mi avrebbe deluso. Non mi avrebbe deluso,

PYONGYANG, ABBIAMO UN PROBLEMA

Abbiamo un problema con il sito del Corriere, che in questi minuti ha in apertura questo:   Alla stessa ora, il Washington Post era così,   Speriamo i nordcoreani non leggano il Corriere   Aggiornamento, Nyt ora 22.30 ancora così   Le Monde così,   Aggiornamento, 22.45, Il Times è così (se adesso

L’anomalia Berlusconi?

di: Matteo Pistilli * Davvero Berlusconi è un’anomalia inconcepibile altrove? Oppure è una questione che nasconde altro? Il tempo passa, ma gli errori si ripetono diabolicamente. Riproponiamo questo articolo – 30 maggio 2009 – che intende rispondere alla domanda presente nel titolo. Davvero Berlusconi è un’anomalia inconcepibile altrove? O

LA NUOVA PROPAGANDA E’ LIBERALE. LA NUOVA SCHIAVITU’ E’ DIGITALE

Che cosa è la propaganda moderna? Per molti, sono le bugie di uno stato totalitario. Nel 1970, ho incontrato Leni Riefenstahl e le chiesi dei suoi film epici che glorificavano i nazisti. Con tecniche rivoluzionarie nell’uso della videocamera e dell’illuminazione, ha prodotto una forma

L’INTRATTENIMENTO COME ARMA DA GUERRA

di comidad In questi giorni i media ci hanno narrato di un evento epocale, di un terremoto elettorale, tantevvero che il parlamento è rimasto ingovernabile com’era prima. Le elezioni diventano l’occasione per una cavalcata tra i generi narrativi. C’è la fiaba di Pollicino che attraversa

E IL VINCITORE DELL’OSCAR E’…LA CIA

DI PEPE ESCOBAR  asiatimes.com Persino nel suo periodo da selvaggio, fattone, folle easy rider, Jack Nicholson non avrebbe mai immaginato che un giorno avrebbe fatto squadra con la first lady degli Stati Uniti per presentare l’Oscar per il Miglior Film. Si tratta di roba più

Paranoie da Film

Da quando ho iniziato a studiare i libri dedicati alla propaganda, la mia prospettiva è cambiata su diversi aspetti della quotidianità; non ultimo quello relativo al cinema e ai film. Mentre prima vedevo un film come semplice veicolo di intrattenimento anche se in alcuni

Come i Giornalisti Manipolano L’Opinione Pubblica

DI ANTONELLA RANDAZZO I giornalisti dei nostri telegiornali sono diventati presentatori e pubblicitari. Altre competenze, ben diverse dall’informazione obiettiva e “sul campo”. I servizi giornalistici sembrano creati ad arte per mostrare alcune cose e nasconderne altre.  In un paese in cui sempre meno persone leggono

Un’altra infame menzogna “I jet di Assad bombardano civili inerni in fila davanti una panetteria”

di amirantecarlo SeparaQuesto video diffuso dall’Osservatorio siriano di Londra mostrerebbe “civili inerni in fila davanti una panetteria  uccisi da un bombardamento ordinato da Assad.” Ovviamente, il video non mostra nessun aereo, nessun cratere di bombe, nessuna donna o bambino colpiti (solitamente sono queste le persone

Spieghiamo a Marco Travaglio cos’è il vero potere (4 parte)

7 gennaio 2011 Il Fatto Quotidiano è sempre alla ricerca di qualche antiberlusconiano, anche non italiano e uno di questi è lo scrittore-professore della Columbia University,Alexander Stille.Silvia Truzzi lo ha intervistato.Questo signore è veramente ridicolo, si lamenta che i giornali e tv italiani non informano  i cittadini

La Gabanelli come Montanelli

di byebyeunclesam Separa“Ritardi con ENI”? Specula su ENI, semmai!, di Filippo Bovo La puntata di Report andata in onda su Rai Tre domenica scorsa, il 16 dicembre, avente il titolo “Ritardi con ENI”, ha tutta l’aria d’essere l’ennesimo programma dai contenuti speculatori e denigratori nei confronti di quella