Guerre Archive

La strage di civili in Afghanistan

Arriva direttamente dalle Nazioni Unite una notizia che dovrebbe fare scalpore. E invece passa in sordina tra i principali media internazionali.

Trump e l’Ucraina

Donald Trump, dopo una prima opposizione all’adesione della Crimea alla Russia, definì inutile continuare a costringere la Russia a rinunciare alla Crimea.

KIEV ALL’ATTACCO IN DONBAS. COMPLICI, McCAIN E I “FAKE MEDIA”

Le truppe di Kiev da giorni hanno compiono bombardamenti d’artiglierie contro il Donbass separatista – uccidendo volontariamente un gran numero di civili.

P.C. Roberts: Il Suicidio della Sinistra

La deriva della sinistra americana, ormai ridotta a ragionare per appartenenza. Il suo obiettivo è unicamente quello di attaccare l’avversario politico.

Non la Nato, ma la sinistra è «obsoleta»

Voci della sinistra europea si sono unite alla protesta anti-Trump dimenticando il muro anti-migranti di Calais, le guerre origine dell’esodo di rifugiati.

Lettera aperta ai sedicenti “Difensori dei Diritti Umani” ad Aleppo

Lettera aperta a coloro che invocano selettivamente i diritti umani per giustificare la politica di intervento delle potenze occidentali.

Mosca avanza nel Mediterraneo tra le disfatte della NATO

La Russia potrà rinnovare, ricostruire e demolire gli impianti ed avviare lavori di costruzione, anche subacquei. La Siria non farà obiezioni.

Promemoria per El Papa: i nazionalisti fanno la pace. Le democrazie, le guerre

Questo mito, che siano i populismi e nazionalismi a fare le guerre,è assolutamente centrale nell’ideologia globalista, giustificando l’assoggettamento UE.

L’Italia si dota della Legge per la guerra

Piuttosto in sordina, il 31 dicembre scorso è entrata in vigore la Legge quadro sulle missioni militari all'estero. La legge già pubblicata sulla GU.

Nuova guerra nel cuore dell’Africa

Una nuova crisi africana, una nuova miccia in una regione che sembra destinata a non trovare mai pace; grande poco più dell’Umbria e conosciuto come Gambia.

Conflitto in Yemen, morti 1400 bambini e distrutte fino a 2mila scuole

Bilancio, drammatico, della guerra in Yemen tracciato dal fondo Onu per l’infanzia, nel corso di una conferenza che si è tenuta la scorsa settimana a Sana’a

Il ritorno del movimento di Gheddafi: la variabile che nessuno considera per il futuro della Libia

La significativa ripresa di settori che si rifanno all'esperienza della “Rivoluzione Verde” guidata dal colonnello Gheddafi.

La scienza della pace

Calcolare i costi della guerra e “misurare” la pace. È quello che fanno alcuni centri di ricerca. dati alla mano, provano a dimostrare che la pace conviene.

Siria, nuove sanzioni in arrivo da Washington

Gli Stati Uniti hanno imposto nuove sanzioni nei confronti della Siria e contro l’esercito siriano, a poche giorni dall’insediamento di Trump.

Libia, sepolta nel crimine e nel silenzio

Non sappiamo quanti siano i morti in Libia in seguito al brutale intervento NATO. Alcune fonti parlano di circa 30mila morti, altre danno cifre maggiori.

Siria, parte la ricostruzione di Aleppo

A prendere leggermente vita sono i negozi che stanno riprendendo l’attività con quanto a disposizione. Alcuni lavoratori sono tornati alle fabbriche.

Palmyra: iniziata la ritirata dell’Isis

A Palmyra, l’improvvisa offensiva dell’Isis che aveva riconquistato la città e minacciava la base aerea T-4 dirigendosi verso ovest è completamente fallita.

I negoziati per la Siria del futuro

Russia, Iran e Turchia hanno allestito il tavolo per la Siria del futuro. Tre potenze che fino a qualche settimana fa si combattevano nel territorio siriano

Palmira: l’ISIS indietreggia. Iniziata la controffensiva siriana

La spinta verso ovest dell’ISIS è ormai finita. I miliziani del Califfato, incalzati dall’esercito siriano, hanno abbandonato nelle ultime ore le posizioni.

A tre anni da Euromaidan: la Repubblica di Donetsk tra normalità e guerra

A quasi tre anni dalla crisi scoppiata nell'ex paese sovietico e dalla fondazione delle due repubbliche indipendentiste filo-russe proponiamo due video che narrano di quali sono le condizioni della Repubblica di Donetsk nella vita di tutti i giorni.

Le molte “verità” sulla Siria: come la nostra rivalità ha distrutto un paese

“Gli USA hanno il potere di decretare la morte di nazioni”, ha scritto Stephen Kinzer sul Boston Globe: “I media stanno fuorviando il pubblico sulla Siria”.

La tregua trilaterale in Siria

L’accordo sulla Siria tra Russia e Turchia annunciato da Putin può riuscire laddove i vari negoziati di Ginevra tra Washington e Mosca (e gli altri attori del conflitto siriano) hanno fallito.

La triste uscita di scena di Obama

Si chiude la corsa di quello che il Washington Times definì "il peggior presidente della storia". Ma l'uscita di scena è peggiore dell'ingresso.

Gentiloni: da pacifista militante a finanziatore di dittatori e guerre

ifferenze enormi tra il Gentiloni No ware No Nuke e il Gentiloni Pd. Ad agosto a Washington con l’amica-sorella-compagna Roberta Pinotti, molto probabilmente riconfermata ministra della difesa, offre agli Usa il consenso all’utilizzo della base di Sigonella per gli attacchi in Libia con i

Siria, fosse comuni in zona Aleppo controllata dai ribelli. Russia: “Segni di gravi torture”

La Russia denuncia il ritrovamento ad Aleppo di fosse comuni con decine di corpi mutilati e che portano i segni di spari alla testa.

Ad Aleppo, la disfatta morale e intellettuale dell’Occidente

Erdogan ha accettato il principio della “integrità territoriale della Siria” (non certo di buona voglia) perché ciò comporta l’eliminazione dei sogni indipendentisti curdi?

LA CIA ammette ruolo degli Stati Uniti nella guerra alla Siria

In un'intervista con l'emittente NPR, pubblicata venerdì scorso, il capo della CIA, tuttavia, non avrebbe voluto che i "ribelli" fossero sconfitti ad Aleppo

UFFICIALI STRANIERI INDIVIDUATI CON I RIBELLI NELLA SACCA DI ALEPPO? UNA STORIA VECCHIA COME IL MEDIO ORIENTE

Cosa ci faceva una dozzina di ufficiali stranieri insieme ai ribelli siriani che resistevano nella sacca di Aleppo est? È inquietante anche solo a pensarlo.

La tregua di Natale 1914: Quando l’uomo dice no alla guerra…

Il Natale del 1914, nel 1o anno della 1a guerra mondiale, i soldati tedeschi, inglesi e francesi disobbedirono ai loro superiori e fraternizzarono.

Siria, Caschi Bianchi e menzogne

I Caschi Bianchi hanno conosciuto una crescente notorietà nella guerra siriana e in particolare, più di recente, in occasione della battaglia per la liberazione di Aleppo, finendo per essere candidati al Premio Nobel per la Pace e ricevendo il Right Livelihood, una sorta di

Usa: la rivolta dei generali. Nascosta, ma continua

“L’ostinata insistenza di Barack Obama che Bashar al-Assad va rovesciato, e che in Siria ci sono ribelli ‘moderati’ ha provocato il silenzioso dissenso, ed anche aperta opposizione, fra alcuni dei più alti generali dello Stato Maggiore Congiunto del Pentagono”: con questo incipit, Seymour Hersh,

La fabbrica delle notizie sulla guerra in Siria – la testimonianza della giornalista canadese Eva Bartlett

La giornalista canadese Eva Bartlett, rispondendo alle domande di un collega, parla delle fake news sulla guerra in Siria e sulla battaglia di Aleppo, spiegando come vengono fabbricate le notizie riprese dai media mainstream e perchè vi trovino così tanto spazio. I media occidentali

30 ufficiali dei servizi segreti israeliani, eliminati da un attacco missilistico russo su Aleppo

Le navi da guerra russe di stanza al largo della Siria hanno colpito e distrutto un centro di operazioni militari, uccidendo venti/trenta ufficiali dei servizi segreti israeliani e occidentali. “Le navi da guerra russe hanno sparato 3 missili Kalibr sul centro di coordinamento operativo

“Quella su Aleppo è propaganda”

Fatima Jairudie e Waddah Sawadah sono due giornalisti della televisione di Stato siriana (Syrian Television): presentatrice lei, autore di programmi lui. In questi giorni si trovano in Italia, ospiti dell’associazione no-profit Mameli Sette, “per raccontare la verità su Aleppo Est”. Qualcuno obietterà che la

Aleppo, nei covi dei terroristi i “doni” dell’Occidente

Le telecamere della Tv satellitare libanese Al-Mayadeen entrano nei quartieri orientali di Aleppo dopo la sua liberazione. Le immagini ci mostrano i tunnel dei gruppi terroristici e i depositi di armi e munizioni. Quanti Stati canaglia hanno contribuito ad armare questi terroristi? FONTE: Il Faro