Disinformazione Archive

Lezioni da riscrivere per la teoria economica

di Armanda Cetrulo La crisi non ha prodotto un cambiamento della didattica nelle università. Noi studenti sentiamo ripetere le stesse lezioni come se nulla fosse accaduto. È l’ora di cambiare registro. O cambiare i maestri? Il 2 novembre, alcuni studenti di Harvard hanno deciso

L’INFAME E TRADITORE ABBAIA, LA PSICOPATICA RISPONDE.

Da mentereale di Corrado Belli Quello che in questi giorni sta accadendo in Russia è la risposta degli infami dell’Elite, uno di questi è Gorby (nella foto) era certo che non avrebbero calato giù lo smacco subito all’Assemblea dell’ONU con il NO di Russia

SMART AS A FOX (FURBI COME VOLPI)

Scritto da Gianluca Freda Quando un trucco funziona splendidamente, perché scervellarsi ad escogitarne di nuovi? E’ questo che devono aver pensato i network internazionali, Fox in testa, nel riproporre al popolo dei loro minorati teleutenti il video di cui parla Russia Today nel servizio

Siria – Propaganda e menzogne mediatiche, via col vento…

La guerra dell’informazione, propaganda e menzogne mediatiche: la Siria più che mai sul terreno di un giornalismo a geometrie variabili. 26 NOVEMBRE 2011 L’edificio sede del partito Baath a Damasco, presumibilmente colpito da razzi è intatto; nessun razzo ha colpito l’edificio. – 21 novembre 2011

“In Siria sono al lavoro squadroni della morte”

 UN’INTERVISTA DI STEFANIA LIMITI CON WEBSTER TARPLEY « In Siria sono al lavoro squadroni della morte, composti da libici, ceceni, iracheni, afghani, gente senza scrupoli che semina terrore ». La denuncia arriva da uno dei maggiori giornalisti investigativi americani, Webster Tarpley, che si è recentemente recato

LE CONTRADDIZIONI DELLA POLITICA DI OBAMA

 EDITORIALE DEL LATINOAMERICA N. 116 (N. 3/2011) E’ passata sotto silenzio la notizia che il governo degli Stati Uniti ha inserito anche quest’anno, senza pudore, Cuba nell’elenco degli “stati canaglia”, cioè dei paesi fiancheggiatori del terrorismo [per un approfondimento sulle ipocrite moti- vazioni si

Che fine ha fatto Sakineh?

Di Daniele Di Luciano Vi ricordate Sakineh Mohammadi Ashtiani, la donna iraniana che l’anno scorso rischiava la lapidazione perché adultera? Il suo caso divenne noto a livello mondiale, tanto da mobilitare diverse organizzazioni per i diritti umani tra cuiAmnesty International. Moltissime le proteste organizzate nelle

La Leva del Piano Emozionale

Da puntozero Armi silenziose per guerre tranquille   Guardare una città dall’alto è come vedere un grande formicaio, migliaia di persone viaggiano freneticamente senza mai fermarsi a chiedersi perché corrono. Le scadenze, il lavoro e il tempo le tiene prigioniere mentre tutto intorno a loro

Venezuela: La RAI la spara molto grossa

Rai International:“Ogni giorno a Caracas uccise 6 mila persone”, cioé 2 milioni e 190 mila l’anno!! -Peggio di Bagdad e Kabul? – Governo xenofobo? J. Giordani, italiano, ministro delle Finanze; figlio di libanesi é ministro degli Interni – RAI schierata apertamente con l’opposizione golpista

L’IMPOPOLARITA’ DELLA VERITA’ E IL TRIONFO DELL’APPROSSIMAZIONE – DIVIDIT ET IMPERAT –

Da oltrelacoltre di Gianni Tirelli “Non fare del bene agli ignoranti – Potrebbero rinfacciartelo e testimoniare davanti ad un giudice, di essere stati loro a fare del bene a te” Noto con piacere (ne avevo trattato in tempi non sospetti, allertando inutilmente e senza

Anche tu Peacereporter a far pubblicità all’Inconsistente che legge scemenze con le guardie del corpo!

Di Lino Bottaro Lo scrittore di aria fritta esordisce con una sua classica frase senza senso per poi continuare a menarla evitando attentamente di dire che il problema sono le BANCHE mondialiste criminali! Continua quindi il depistaggio del bruttone e il fiancheggiamento dei giornali

Liberissima stampa

Da byebyeunclesam In un’intervista rilasciata a Radio Canada lo scorso 31 Ottobre, il Tenente-Generale Charles Bouchard, comandante di Unified Protector, ha rivelato che presso il quartier generale della NATO a Napoli era stata istituita un’unità di analisi con lo scopo di studiare cosa stesse avvenendo sul

ECCO COME ISRAELE GESTISCE LA STAMPA BRITANNICA

DI GILAD ATZMON  Information Clearing House MegaChip               Quella che segue è una sbirciata all’operazione di Hasbara, ovvero Mossad, ovvero Sayanim nel Regno Unito. Spiega come Israele e i suoi agenti agiscano in modo da dominare la copertura informativa

Il New York Times onora Norman Ramsey, Premio Nobel della fisica (e criminale di guerra)

Da Andrea Carancini La Fat Man, la bomba sganciata su Nagasaki IL NEW YORK TIMES ONORA UN CRIMINALE DI GUERRA AMERICANO[1] Martedì 8 novembre 2011 Nota del direttore [Michael Hoffman]: la noncuranza con cui ilNew York Times celebra la vita del defunto fisico nucleare Norman Ramsey, che è morto

I RAPPORTI DI FORZA E LO STATO COME “PROCESSO COSTANTE”

Di A. Fais Mi è capitato di leggere un articolo di Gianluca Di Feo a proposito dell’intervento atlantico in Libia, pubblicato lo scorso 27 ottobre sul sito de L’Espresso. L’esordio suona agghiacciante, ma non sorprende affatto e svela le cifre fornite dal nostro Stato Maggiore,

Costruire un pretesto per muovere guerra alla Siria: L’Agenda nascosta dietro la Risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell’ONU

di Ronda Hauben Global Research blogs.taz.de/netizenblog – 27 Ottobre 2011 I – Introduzione  Martedì, 4 ottobre, il Consiglio di Sicurezza dell’ONU ha annunciato di voler riprendere un progetto di risoluzione sulla Siria. Questo incontro doveva essere un’occasione, nella quale le lezioni che alcuni membri del

Fukushima Daiichi, per Jpquake: “La Repubblica batte tutti per cattivo giornalismo”

Di Marina Il sito che sta facendo le pulci ai media e ai blog di mezzo mondo rei di sensazionalismo e di notizie scientifiche errate, in buona sostanza di cattivo giornalismo, su terremoto e tsunami in Giappone e incidente nucleare diFukushima Daiichi si chiama Jpquake.info. Secondo

NADAH KHANFAR, AL-JAZEERA E IL TRIONFO DELLA PROPAGANDA TELEVISIVA

DI THIERRY MEYSSAN Reseau Voltaire Nella foto: Wadah Khanfar   Al-Jazeera, la catena informativa qatariota che si è imposta da quindici anni nel mondo arabo come fonte originale di informazione, si è fatta carico improvvisamente di una vasta operazione di inquinamento, con l’obbiettivo di

UTILIZZARE LE EMOZIONI PER ASSERVIRE LA POPOLAZIONE – ECONOMIA ED EMOZIONI

Da 4SfumaturedellaRealtà di L’Hacker: IMPEGNO CAMBIAMENTI GLOBALI UNA RIVOLUZIONE DELLA MENTE Nessuna organizzazione filantropica, nessuna filosofia. Nessuna forma di ideologia, nessun pensiero sensato, nessuna convinzione claudicante, niente brontolare, niente ronzare. E non fermatevi di fronte alla paura. E i suoi discepoli gli chiesero: “Quando

TRIPOLI, ABU SLIM, 25 SETTEMBRE: UN BUCO CON ALCUNE OSSA ANIMALI DIVENTA FOSSA COMUNE

IL CNT ALLA FINE DEVE AMMETTERE “OSSA TROPPO GRANDI PER ESSERE UMANE. FORSE E’ QUALCOS’ALTRO”. MA MOLTI MEDIA NON SE NE ACCORGONO DI MARINELLA CORREGGIA               Avevano già funzionato benissimo a febbraio le false fosse comuni sul mare di

Il TAV in TV

Di Marco Cedolin Marco Cedolin Proprio dopo essere riuscito a spegnere la TV in maniera definitiva, ed avere portato a termine fino in fondo il processo di disintossicazione da telecazzate assortite, sono purtroppo caduto preda della malsana idea di farmi del male un’ultima volta, dando

Il diritto alla censura sull’informazione di Cuba

di : Pascual Serrano  venerdì 16 settembre 2011 Quando le informazioni di Wikileaks hanno smesso di essere un’esclusiva del cartello di giornali al quale Julian Assange aveva ceduto l’informazione, cominciamo a conoscere cose molto interessanti su Cuba. Si tratta di informazioni che da novembre 2010

IL LUNGO PURGATORIO CHE CI ATTENDE

DI FRANCO BERARDI “BIFO” facebook.com “L’operaio tedesco non vuol pagare il conto del pescatore greco.” dicono i pasdaran dell’integralismo economicista. Mettendo lavoratori contro lavoratori la classe dirigente finanziaria ha portato l’Europa sull’orlo della guerra civile. Le dimissioni di Stark segnano un punto di svolta:

Solo bugie sulle proteste del venerdì a Damasco

di: Matteo Bernabei m.bernabei@rinascita.eu “Domani, atteso venerdì di protesta anti-regime nel giorno di riposo settimanale in Siria, gli impiegati pubblici sono stati precettati per partecipare a un raduno lealista nel cuore della città vecchia di Damasco e i nomi dei partecipanti saranno iscritti in una

Il monopolio dell’economista

Di Guido Viale La trasmissione l’Infedele di lunedì, dedicata da Gad Lerner alla manovra economica e al problema del debito pubblico, induce ad alcune riflessioni. Tralascio gli interventi di apologia dell’evasore-imprenditore (a cui Arzignano ha dedicato un monumento) e quello sul suo ispiratore – il governo

Kate Omoregbe, la Nigeria annuncia ufficialmente, è una bufala

Da Kelebek Blog di Miguel Martinez Copio e incollo, brutalmente. Finalmente. (AGI) – Abuja, 9 set. – (di Danilo Di Mita) Dalla Nigeria vengono sollevati forti dubbi sul caso di Kate Omoregbe, la trentaquattrenne nigeriana a cui mercoledi’ l’Italia ha concesso l’asilo politico perche’ avrebbe rischiato la lapidazione se fosse rientrata

La Bufala della “Liberazione” di Tripoli

Superando le precedenti falsificazioni dei mass media, sia nelle dimensioni che nell’audacia, la messa in scena di ieri mattina di Al Jazeera sicuramente passerà alla storia come una delle più ciniche bufale realizzate dai media dopo le foto manipolate degli iracheni che rovesciano la

Come distruggere il Fantasy Reality della NATO sulla Libia?

Da coriintempesta Quanto ancora ci vorrà perché le persone si rendano conto di essere state ingannate fin dal primo giorno sulla guerra in Libia? Che cosa occorre per far capire alla gente che la Francia, l’Inghilterra e gli Stati Uniti, insieme ai loro non

LA TEMPESTA TRADOTTA

Scritto da Gianluca Freda Sabato 27 Agosto 2011   “Mi hai insegnato il tuo linguaggio, e il profitto che ne ho tratto è che adesso so come maledirti. Ti stermini la peste rossa per avermi insegnata la tua lingua!” (W. Shakespeare, La Tempesta) Gli Stati

6 mesi

di : Salvatore Santoru  venerdì 26 agosto 2011 6 mesi,ben 6 mesi ci sono voluti nei tg per dire tutto quello che già sapevamo sulla guerra in Libia:la costruzione a tavolino di notizie false e infondate per giustificare l’intervento “umanitario”,intervento già preparato dall’asse anglofrancoyankee da

Il ruolo di Al-Jazeera nel bombardamento imperialista della Libia e altri intrighi pro-imperialisti

di tibgra Al-Jazeera: Un’Isola Pro-Imperialista Sukant Chandan, http://panafricannews.blogspot.com/2011/08/role-of-al-jazeera-in-imperialist.html L’Impero ammette: senza al-Jazeera, non potevano bombardare la Libia Come ha fatto al-Jazeera – un tempo soprannominata la ‘rete del terrore’ da parte di alcuni e il cui personale è stato martoriato dalle bombe USA in Iraq e in

COME 10.000 MANIFESTANTI SI MOLTIPLICANO DURANTE LA NOTTE PER DIVENTARE 500.000

   DI PIERRE PICCININ Counter PunchLa storia di Hama Questo luglio ho fatto un viaggio in Siria, col proposito di scoprire le origini l’attuale conflitto politico.Ho potuto vagare nel paese in piena libertà, da Dera, Damasco, Homs, Hama, Maraat-an-Numan, Jisr-al-Shigur, sul confine turco, persino

GLI ANONIMI PRONTI A DISTRUGGERE FACEBOOK

Il gruppo hacktivista Anonymous ha pubblicato un video su YouTube in lingua inglese, annunciando piani spagnoli e tedeschi per distruggere più grande social network al mondo, Facebook. Gli hacker offrono a chiunque sia interessato, con la diffusione di informazioni personali sul web, di unirsi

Strategia della distrazione per l’ultimo round

by coriintempesta di: Salvatore Santoru INFORMAZIONE CONSAPEVOLE “L’elemento principale del controllo sociale è la strategia della distrazione che consiste nel distogliere l’attenzione del pubblico dai problemi importanti e dai cambiamenti decisi dalle élites politiche ed economiche utilizzando la tecnica del diluvio o dell’inondazione di distrazioni continue e

I SEALS ABBATTUTI NON POTRANNO PIÙ PARLARE

        DI JULIUS SEQUERRA Beforeitnews.com Trentuno soldati statunitensi sono rimasti uccisi quando l’elicottero, un Boeing Chinook, su cui stavano volando è precipitato in Afghanistan. Dei trentuno deceduti, venti erano membri del SEAL Team 6. Ero già stato precedentemente informato (da un colonnello