Debito Pubblico Archive

MUORE IL SOGNO DELLA CRESCITA, E UN ALTRO PROGETTO ATTENDE DI ESSERE TESTATO

DI GEORGE MONBIOT Guardian.co.uk Anche quando i tempi sembrano apparentemente buoni, né la società né l’ambiente possono sostenere una continua espansione dell’economia Quanto di questo è reale? Quanto lo è gran parte della crescita economica degli ultimi sessanta anni? Quanto lo sono la ricchezza

SOVRANITÀ MONETARIA, DEBITO PUBBLICO E CRISI ECONOMICA

  Dal 14 agosto 2011 è in vigore il decreto legge 13 agosto 2011 n. 138, decreto anticrisi Ulteriori disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria e per lo sviluppo,varato dal Consiglio dei Ministri per arrivare al pareggio di bilancio nei prossimi anni. Bene esprime il

Lettera aperta al Ministro Giulio Tremonti

di Antonio Miclavez   Egregio Ministro, da anni ormai il bilancio statale viene gestito come fosse un bilancio aziendale. Per farlo quadrare, si segue la regola “più entrate e meno uscite” con i risultati che stiamo vedendo in Grecia, Portogallo, Spagna e Italia: un

ll colossale inganno del debito pubblico

  Se volessero davvero risanare il “debito pubblico” la strada da seguire esiste già e l’hanno messa in pratica paesi come l’Argentina 10 anni fa, l’Equador, qualche anno fa e l’Islanda un anno fa (clicca qui). In realtà hanno ben altro in mente, ossia,

Difesa, sanità, energia e trasporti ovvero le fragilità del colosso USA

Con la crisi del debito, anche gli Stati Uniti si sono rivelati una nazione fragile e vulnerabile. L’amministrazione Obama non solo sta spendendo soldi che non ha, ma sta spendendo in settori dove gli investimenti non sono redditizi. O sono addirittura enormi sprechi. Un’interessante quadro dell

IL FATTO QUOTIDIANO: UNA VOCE DEL CAPITALE

DI MORENO PASQUINELLI sollevazione.blogspot.com Nazionalizzare le banche e poi cancellare il debito pubblico In risposta al bocconiano Stefano Feltri «Per il Feltri insomma, se lo Stato non paga il debito, ci sarà lo sfracello, il cataclisma. Perché? Perché salterebbero proprio le banche italiane, che

Appunti di lettura sulla manovra e sul commissariamento dell’Italia

di Girolamo De Michele Praise be to Nero’s Neptune The Titanic sails at dawn And everybody’s shouting “Which Side Are You On?” (Bob Dylan, Desolation Row) Ricordate il film Titanic? Ricordate cosa succede, quando la nave comincia ad andar giù e il comandante realizza che non c’è

Morire per il debito?

by EuroAsia-Rivista.org Alla vigilia della Seconda Guerra Mondiale, il socialista francese Marcel Deat si chiedeva se valesse la pena “morire per Danzica”. Parafrasando le sue parole, oggi gl’Italiani dovrebbero domandarsi se valga la pena “morire per il debito”. Perché la sorte che si profila

ARGOMENTANDO SULLA LIBIA

      DI WILLIAM BLUM Anti-Empire Report  aurorasito.wordpress.com Il 9 luglio ho partecipato ad una manifestazione davanti alla Casa Bianca, il cui tema era “Stop ai Bombardamenti della Libia“. L’ultima volta che aveva preso parte a una protesta contro il bombardamento degli Stati

ROMPERE IL MONOPOLIO MONETARIO-CREDITIZIO

  L’ALTERNATIVA AI SACRIFICI INUTILI ESISTE DI MARCO DELLA LUNA marcodellaluna.info Il decreto legge risanatore del 12 Agosto è un palliativo strutturalmente errato e impotente, depressivo, socialmente dirompente. La forte e compatta opposizione che giustamente suscita può costringere il governo Tremonti a far qualcosa

Fuori dal Debito! Fuori dall’Euro!

by krommino75 Il nostro paese è destinato ad entrare in una fase di grandi turbolenze e conflitti, di polarizzazione sociale e politica. Lo sbocco non è predeterminato, verrà deciso nel corso della battaglia. Come sempre vincerà il più forte. Si deve dar vita, per tempo,

Chiudete la borsa (inizialmente USA s.p.a.)

Di Appello al Popolo di Uriel Fanelli kein pfusch Il titolo e’ provocatorio, ma anche no, nel senso che si tratta della misura presa da Putin dopo la “tempesta perfetta” (cosi’ l’aveva definita lui) del credit crunch. Perche’ vedete, sono pochi coloro che, nel mondo hanno

INFURIA LA CRISI DEL CREDITO PERCHÉ GIOVEDÌ IL DOW HA PERSO 512 PUNTI

DI MIKE WHITNEY Counter Punch                     Sono stati i cattivi dati economici degli Stati Uniti, l’improvviso rallentamento della produzione, le spese dei consumatori in calo, la contrazione del PIL o i continui problemi dell’immobiliare? No.

L’INDEBITAMENTO DELLE FAMIGLIE HA SUPERATO I 19.000 EURO

Effetto euro i poveri sono più indebitati di Keynesiano* I dati sono stati resi noti dalla CGIA di Mestre: al 31 dicembre 2010, l’indebitamento medio delle famiglie consumatrici italiane – causato dall’accensione di mutui per l’acquisto della casa, dai prestiti per l’acquisto di beni mobili,

Ungheria, “processo ai politici per il debito”

      da Il blog di Daniele Martinelli di Daniele Martinelli “Conti falsi, ruberie, privatizzazioni di comodo, spreco di soldi pubblici. Un rigore lontano” si leggeva sui giornali italiani un anno fa a proposito dell’Ungheria. “Il fiorino è crollato e le famiglie che pagano i mutui

Qualcuno avvisi le tre scimmiette: nessuno più investe su di loro.

Opportunità perse e prospettive incerte. Le economie ex-regnanti stentano a riconoscere un cambio globale dei giochi finanziari. Assente anche l’informazione “occidentale” – e nostrana – ad aprire occhi, orecchie e bocca delle classi politiche dirigenti. L’ Europa politica demanda alle magistrature la funzione di riparare i

PER UN DEFAULT «PROGRAMMATO» E L’USCITA DALL’EURO

La Napoleoni una “estremista? No, solo realista «Se non vi piace l’Argentina, facciamo come in Islanda» I sacrifici gli italiani dovranno farli comunque, si tratta di sapere chi li farà e per quali scopi di Loretta Napoleoni* «Penso che noi dobbiamo prenderci le responsabilità

CRISI DEL DEBITO GRECO: LA RIVOLTA ANTI-AUSTERITÀ “NOI NON PAGHIAMO”

      Mentre la Grecia è al tracollo finanziario ed è scossa dalle proteste, esaminiamo il crescente movimento di disobbedienza civile   DI ANGELIQUE CHRISAFIS Guardian.co.uk Tra i lussuosi bar sullo storico lungomare di Salonicco, spicca un ristorante in particolare. Dalla terrazza del

I signori della borsa: quei terremoti nei mercati finanziari creati ad arte dagli speculatori

di insorgenze Non esiste una finanza buona e una cattiva. Anche i fondi sovrani e i fondi pensione ricorrono alla speculazione per avere profitti immediati Paolo Persichetti Liberazione 22 luglio 2011 Di fronte all’ennesima tempesta che si è abbattuta sui mercati finanziari sono state riproposte grosso

Giorgio Ruffolo «Il momento è grave, ma la manovra è peggio»

Autore: Parlato, Valentino   «Una grande manovra avrebbe richiesto un’imposta patrimoniale straordinaria con il vincolo dell’utilizzazione del prelievo in un forte programma di investimenti e ricerca. La sinistra trema al solo pensarci». Il manifesto, 7 agosto 2011   Giorgio Ruffolo ha scritto un libro dal titolo

Pare che la BCE ci metterà un TAMPONE

Da Il Grande Bluff.info Aggiornamento delle 0.08 Futures Dow Jones -2,8% Futures FTSE MIB -0,6% Futures DAX -1% ———————— Pare che la BCE ci metterà un TAMPONE. Speriamo che sia vero e che tenga per un po’….non perchè sia la soluzione corretta (chi legge il

E se il modo di non pagare il loro debito in realtà ci fosse?

by coriintempesta L’economista francese François Chesnais argomenta la proposta di moratoria sul debito legandola al protagonismo dei movimenti sociali di François Chesnais. Nella primavera del 2010 le grandi banche europee, in prima fila le banche francesi e tedesche, hanno convinto l’Unione Europea e la BCE che

Dobbiamo fermarli! 5 proposte per un fronte comune contro il governo unico delle banche.

Ci incontriamo il 1° ottobre a Roma (Per adesioni:appello.dobbiamofermarli@gmail.comQuesto indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.) E’ da più di un anno che in Italia cresce un movimento di lotta diffuso. Dagli operai di Pomigliano e Mirafiori agli studenti, ai

Dieci piccoli euro-indiani

      Mentre si attende che i tedeschi cadano per l’ennesima volta dal letto, e si lavori a fare dell’EFSF l’entità che emetterà gli eurobond (come da queste parti si dice da molto tempo), è utile ricordare che questo fondo, che il 21

Italia: default morbido, quasi morbido, praticamente in mutande

      Il contenuto di questo scritto, tratto dal blog di Beppe Grillo, esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta quello del blog. Il default quando arriva, arriva. E poi? Cosa succederà? Immaginiamo tre scenari: “default morbido”, “quasi morbido”, “praticamente in

Tetto del Debito USA:Istituito Super Comitato con inquietanti poteri

Ron Paul lancia l’allarme sull'”inquietante” Super Congresso   Paul Joseph Watson Prison Planet.com   Il Membro del Congresso Ron Paul avverte che l’onnipotente nuovo “Super Congresso” creato dal voto sul tetto del debito, sarà utilizzato per aumentare velocemente le tasse, concentrando più potere sui

Assalto all’Italia sotto assedio

da STAMPA LIBERA  di Lino Bottaro L’Italia intera, festaiola e ferragostana, tutta intenta a godere degli Ozi di Capua, ( ricordate Annibale?) non si accorge di essere in una situazione di drammatico pericolo. Il caldo umido lascia sdraiati sotto gli ombrelloni i meno giovani e

USA: IL DOWNGRADE DEL SECOLO

Da Il Grande Bluff Innanzitutto leggetevi la news che casualmente stanotte ho riferito per primo in Italia, grazie alla mia prostata….:-) Standard&Poor’s ha DOWNGRADATO gli USAAA ad USAA+ vedi una sintesi in italiano delle motivazioni A seguire alcune brevi considerazioni aggiuntive: 1- gli USA da tempo avevano

DEBITO USA: THERE WAS NO WAY

DI EUGENIO BENETAZZO cadoinpiedi.it Adesso il rischio è il downgrade del titolo di Stato. Nessuno si augura un nuovo conflitto militare, ma sappiamo che questa è una delle strade solitamente percorse dal governo per rilanciare l’economia. Obama ha dimostrato di essere una pedina sacrificabile

Usa: il debito balza ai livelli del dopoguerra, al 97,2%

      Washington – A seguito dell’approvazione del piano di austerità e dell’innalzamento del tetto limite, il debito Usa è aumentato di $238,2 miliardi e ha raggiunto i massimi dalla fine della seconda guerra mondiale. Stati Uniti pronti a entrare nel “club” dei

LA MALATTIA DEL DEBITO STA NELLA CURA: LE PRIVATIZZAZIONI

Alla fine della scorsa settimana, i giornali ci hanno informato del “turbamento” provato da Romano Prodi di fronte alla notizia che era stata la Deutsche Bank a dare il via al tracollo del debito pubblico italiano. La multinazionale finanziaria tedesca è stata infatti la

TREMONTI E I CRETINI

DI MARCO DELLA LUNA marcodellaluna.info Pagare canoni di locazione in contanti è lecito. Fiscalmente illecito è non dichiarare i canoni che si sono percepiti nell’anno fiscale precedente. Quindi Tremonti non ha commesso illeciti pagando in contanti canoni a Marco Milanese. Semmai Marco Milanese può

LASCIAMO STARE IL COMPROMESSO

DI ELLEN BROWN Asia Times La crisi del tetto del debito degli Stati Uniti potrebbe essere evitato facendo rispettare il Quattordicesimo Emendamento, che obbliga il governo a pagare i suoi debiti già contratti, incluse le pensioni. Ciò concerne la social security, che è un

Obama strappa accordo dell’ultimo minuto. Ma e’ una resa

New York – Il Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, annuncia un accordo dell’ultimo minuto per alzare il tetto limite del debito e chiama i membri di entrambi i partiti a fare “la scelta giusta” e approvare l’accordo proposto per evitare un default, secondo

I TRE PIANI PER SALVARE GLI USA DAL DEFAULT

            Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, si starà riunendo con alti legislatori del Partito Democratico per prendere in considerazione l’ultima proposta per presentare un bilancio nazionale che permetta la riduzione del deficit di 14,3 bilioni di dollari