Armamenti Archive

LA DISFATTA DELLA TECNOLOGIA MILITARE AMERICANA

DI ANTONIO CAMUSO, Osservatorio sui Balcani 10 gennaio 2014: il giorno della disfatta della tecnologia militare americana … ovvero la guerra dei droni è alle porte. La notizia è passata quasi sotto silenzio su TV e giornali e forse solo con il tempo comprenderemo la

Falchi italiani per la guerra in Congo

17 DICEMBRE, 2013 | DA ANTONIO MAZZEO Il drone Falco della Selex, foto di Giles Thomas (flickr.com/photos/jacobsroom/) Due aerei senza pilota “Falco”, prodotti dall’azienda Selex ES (Finmeccanica), sono stati acquistati dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite per essere impiegati con la Missione militare nella

Test a Trapani Birgi dei nuovi droni squalo

Da Antonio Mazzeo Blog di Antonio Mazzeo La Sicilia poligono sperimentale dei velivoli senza pilota destinati ai futuri scacchieri di guerra. Le società Piaggio Aereo Industries e Selex Es riferiscono di aver utilizzato a novembre la base del 37° Stormo dell’Aeronautica militare di Trapani Birgi per

Falchi italiani per la guerra in Congo

Di  Antonio Mazzeo Blog Shopping ONU in Italia per le operazioni di guerra nel continente africano. Due aerei senza pilota “Falco”, prodotti dall’azienda Selex ES (Finmeccanica), sono stati acquistati dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite per essere impiegati con la Missione militare nella Repubblica

Gli USA annunciano “cambiamenti significativi” nella politica militare

Andrej Akulov Strategic Culture Foundation 15.11.2013 Il 5 novembre, nel discorso al Global Security Forum del Centro per gli Studi Strategici e Internazionali (CSIS), il segretario alla Difesa statunitense Chuck Hagel ha detto che il Pentagono ha bisogno di cambiamenti significativi “in ogni aspetto” della difesa. Aveva individuato

Il MUOS di Niscemi strumento di guerra del XXI secolo

Di Antonio Mazzeo Il MUOS (Mobile User Objective System) è il nuovo sistema di telecomunicazioni satellitari che permetterà il collegamento della rete militare USA (centri di comando, controllo e logistici e gli oltre 18.000 terminali militari radio esistenti, tutti gli utenti mobili come droni, cacciabombardieri, unità

L’alleanza militare tra Israele e Arabia Saudita contro l’Iran

Nikolaj Bobkin Strategic Culture Foundation 24/10/2013 Il ministero della difesa dell’Arabia Saudita ha piazzato negli Stati Uniti un ordine per la fornitura di avanzati missili da crociera e bombe per aereo per complessivi 6,8 miliardi di dollari. Si prevede che il contratto sarà firmato entro un

Gli UFO dell’Iran appaiono su una rivista militare

di Antonio De Comite L’articolo che state per leggere è apparso sulla rivista militare “Combat Aircraft Monthly, vol.14, n°10, del mese di ottobre 2013” e descrive della “strana” attività aerea che ha coinvolto negli anni l’Aeronautica Militare Iraniana (IRIAF). Secondo lo studio intrapreso dalla

Un nuovo MiG a decollo e atterraggio verticali?

Valentin Vasilescu, Réseau International, 21 ottobre 2013 Il 15 agosto 2013, il quotidiano russo Kommersant ha riferito che il Ministero della Difesa ha rinviato al 2016 l’acquisto di 37 MiG-35D, già ordinati. Le fonti hanno rivelato i piani per accelerare il progetto segreto di un velivolo a

Legge stabilità, 7 miliardi per le nuove navi da guerra della Marina militare

Il contributo ventennale servirà ad acquistare 12 pattugliatori. Da Fincantieri commentano: “Finanziamento importante per salvaguardare i nostri lavoratori”. Il capo di stato maggiore De Giorgi ha alzato la posta chiedendo 12 miliardi. Intanto la portaerei Cavour, costata 1,5 miliardi, viene impiegata come ‘fiera galleggiante’

Usa: arriva il super-cacciatorpediniere ‘stealth’ da 3,5 miliardi di $

Pubblicato da ImolaOggi ott 21, 2013 21 ott. – Doveva essere varato la settimana scorsa ma complice lo ‘shutdown’ delle attivita’ federali non essenziali, la cerimonia avverra’ in settimana. Si tratta dello ‘Uss Zumwalt’, il cacciatorpediniere americano del XXI secolo, l’unita’ di questo tipo piu’ moderna,

Stati maggiori e ministri dichiarano che i poligoni sardi sono intangibili. Apologia di reato e/o istigazione a delinquere?

ARTICOLO | 4 OTTOBRE, 2013 – 10:33 Foto di Gigi Medas, Panorama di Calamosca – Sardegna Il Capo di Stato maggiore della Marina, Binelli Mantelli, non si è fatto sfuggire i riflettori dei media sulle manovre di guerra in corso in Sardegna e ha colto

Armi chimiche. Putin : anche Israele deve essere disarmato

Dopo la proposta di mettere sotto controllo delle Nazioni Unite l’arsenale di armi chimiche della Siria, il presidente russo Vladimir Putin lancia una provocazione : smantellare anche l’arsenale chimico di Israele. Putin si è espresso durante un incontro con esperti russi e internazionali a

MUOS: il voltafaccia di Crocetta, la resistenza dei pacifisti

Nel cosiddetto Decreto del Fare del 21 giugno 2013, il governo Letta ha introdotto il comma 4 all’articolo 39, consentendo la deroga alle norme che regolano il fragile rapporto tra la realizzazione di infrastrutture e la difesa dell’ambiente e del territorio. “Qualora i lavori siano iniziati

L’attacco chimico in Siria opera degli alleati degli Stati Uniti

Prove contrarie emergono mentre gli USA vogliono punire il regime di Assad Jerome R. Corsi WND Jerome R. Corsi, Harvard Ph.D., è un reporter di WND ed autore di molti libri, tra cui i best-seller “The Obama Nation” e “Unfit for Command”, L’ultimo libro è “What

LA VERITÀ SULLE ARMI CHIMICHE: ECCO LE EMAIL SEGRETE CHE SVELANO I RETROSCENA DELL’ATTACCO CHIMICO IN SIRIA

Il video che testimonia come i ribelli provano le armi chimiche sui conigli a testimonianza che non è stato Assad a lanciare le armi chimiche. di Maria Melania Barone Ma torniamo a noi, alla Siria e a quell’affaraccio chiamato petrolio. Soprattutto è arrivato il momento

Turchia: polizia trova gas sarin in casa di ribelli siriani

da: ImolaOggi 30 ago – I media turchi riferiscono che forze di sicurezza turche hanno trovato una bombola da 2 kg con gas sarin, durante una perquisizione in casa di militanti jihadisti di al-Qaeda Jabhat al-Nusra (Nusra Front) che sono stati già arrestati. Il gas,

Siria, ribelli: abbiamo usato noi le armi chimiche, ma non sapevano che cos’erano

I ribelli siriani hanno ammesso al giornalista che lavora anche per Associated Press Dale Gavlak che sono loro i responsabili per l’incidente con le armi chimiche, altre conferme provengono dalla Turchia. -Angelo Iervolino- 31 Agosto 2013 –  Notizia bomba che arriva dai giornalisti americani di www.infowars.com/ del

GUERRA ALLA SARDEGNA

Di Gianni Lannes E’ un drammatico primato: la più estesa servitù militare d’Europa, che si allunga anche al mare, oltre che al cielo ed alla terraferma. Nell’isola sarda da più di mezzo secolo si sperimentano armamenti d’ogni genere. In loco, il governo tricolore violando il

QUANDO LE ARMI CHIMICHE ERANO ‘ BUONE ‘ ( E MADE IN ITALY )

L’arroganza dei ricchi mestieranti delle guerre “ comode” non ha più limite, è fuori della portata di qualsiasi interazione di un cervello normale. La tracotanza di statunitense e al di là di ogni logica politica ed umana, si vuole martoriare ancora di più, come

PRONTO UN DRONE PER QUALSIASI OPPOSIZIONE IN ATTESA DELLA “LIBERAZIONE”

Di comidad del 15/08/2013 Per i prossimi due anni pare che ci sia un copione già scritto. Nel 2015, settantennale della liberazione dell’Europa dal nazismo, gli USA arriveranno nuovamente a “liberare” l’Europa dall’attuale oppressione tedesca, grazie all’instaurazione del TTIP, il mercato transatlantico o “NATO economica”, che comporterà probabilmente

F-35: UN’ALTRA FIGURACCIA DEL GOVERNO ITALIANO

Italia :::: Marco Nocera :::: 3 agosto, 2013 :::: È di poche ore fa la notizia che il TAR non ha fermato, ma anzi ha confermato, l’acquisto degli aerei da combattimento F-35 di fabbricazione USA, al centro dell’acceso dibattito dei mesi passati. Lo spirito

Muos, i cittadini contro Crocetta

Sicilia. Rivolta dopo il voltafaccia del Governatore, che replica duro: “Andate via voi!” “Ribadiremo in tutte le sedi che l’atto di ritiro della revoca delle autorizzazioni ai lavori del Muos è illegittimo”. Ad affermarlo gli avvocati Paola Ottaviano e Sebastiano Papandrea dei Comitati No

IL MUOS PER FARE LA GUERRA SI USA

 di Gianni Lannes Se solo la gente comune immaginasse che genere di armamentario gravita sulle teste dell’umanità. Ora i padroni di Washington, come sempre dettano legge. E il governatore Crocetta revoca la sua revoca al Muos, ovvero al sistema di telecomunicazioni satellitari militari che

CROCETTA: “SI AL MUOS” ! Come previsto, PD e sinistra da arredamento non possono scontentare USreale …

Questo delle implicazioni sanitarie per i siciliani esposti ale radiazioni ed alle onde magnetiche prodotte dal MUOS, era l’ultimo baluardo etico che si frapponeva alla sua realizzazione. Su nuova servitù/presenza mlitare degli occupanti e su massacri, ora in Africa, medio e lontano oriente e

«Sicurezza» garantita dalla Lockheed

di: Manlio Dinucci Il satellite più pesante (quasi 7 tonnellate) finora lanciato con un razzo Atlas: è il Muos-2, messo in orbita pochi giorni fa da Cape Canaveral. La costellazione di cinque satelliti, di cui due già in orbita e funzionanti, sarà pienamente operativa nel

Carte false del Ministero della difesa nel giudizio sul MUOS

Di Antonio Mazzeo Gioca le sue ultime carte il Ministero della difesa italiano per riaprire la partita sul MUOS, il sistema di telecomunicazioni satellitari militari che le forze armate Usa intendono realizzare nella riserva naturale di Niscemi, Caltanissetta. Alla vigilia dell’udienza del 25 luglio

“Armare la pace”. Parola di ministro

Di Antonio Mazzeo I danni del MUOS? Non ci sono dati certi! La Sicilia al centro del Mediterraneo ce l’ha messa il buon Dio, ma per la pace in questo Sud del mondo non ci deve pensare Lui, ma il MUOS. Questo in soldoni

Abusivismi USA per il MUOS di Niscemi

La Marina militare statunitense avviò i lavori di realizzazione del MUOS tre anni prima della firma delle autorizzazioni da parte della Regione siciliana. La prova inconfutabile della grave violazione delle norme in materia urbanistica ed ambientale e degli impegni formalmente assunti da Washington con

F35: un caso esemplare di tradimento degli interessi nazionali

 DA GIANNI DESSI Partiamo da un punto fermo,chiaro e indiscutibile: “I velivoli ci servono per bombardare il nemico insieme ai nostri alleati, o meglio bombardare quei nemici che la “comunità internazionale” ci indicherà (…)” Chiariti i reali scopi politico militari per cui si acquistano gli

Solenne STOP della Sapienza al MUOS di Niscemi

“Il campo elettromagnetico (EM) irradiato dal MUOS può produrre effetti biologici sulle persone esposte; interferenze elettromagnetiche in apparecchiature elettroniche, strutture aeroportuali e aeromobili; effetti sulla biocenosi e sulla fauna del Sito d’Importanza Comunitaria (SIC) Sughereta di Niscemi”. Ad affermarlo il docente universitario Marcello D’Amore, perito nominato

Il falso disarmo nucleare di Barack Obama

di Antonio Mazzeo “Noi potremo continuare a garantire la sicurezza degli Stati Uniti d’America e dei nostri alleati e mantenere un forte e credibile deterrente nucleare anche riducendo sino ad un terzo il numero delle armi strategiche installate”. Il presidente Barack Obama sceglie Berlino e

MUOS, le carte segrete. “Io faccio Ponzio e tu fai Pilato”

di Antonio Mazzeo Un prefetto, un diplomatico degli Stati Uniti d’America e una sfilza di generali e ammiragli. E un ministro della guerra e un viceministro degli esteri. Forse persino una talpa dell’Ambasciata Usa in un prestigioso istituto pubblico d’Italia. Tutti insieme appassionatamente per individuare

I missili russi S-300 neutralizzano la supremazia militare statunitense

Perché gli Stati Uniti, Israele e l’Unione europea reagiscono così aspramente verso la consegna da parte della Russia dei missili S-300 alla Siria? In realtà, una o più batterie di missili antiaerei non possono mutare il corso della guerra civile in Siria. Soprattutto con

Tutti i droni di Sigonella

di Antonio Mazzeo Gli ultimi anni hanno visto un sempre crescente ricorso da parte degli Stati Uniti ai droni, mezzi senza pilota controllati remotamente e in grado di compiere operazioni militari complesse in scenari difficili, come l’Afghanistan o il Pakistan. Questi interventi, non sempre apprezzati