I civili vittime di Al-Shabaab, Ua, Amadifin, colera e Stati Uniti

Alcuni droni americani avrebbero ucciso almeno 25 civili e ferito altre decine di persone nel corso di un attacco compiuto nel sud della Somalia. Lo rende noto una tv kenyana. I civili continuano a essere le principali vittime di un conflitto che non vede una soluzione: si aggrava anche il bilancio dei morti negli scontri tra l’esercito governativo somalo, sostenuto dalla forza di pace dell’Ua, Amadifin, Kenya, Usa e Francia, e i milizani di Al Shabab. Ieri, infatti, i media locali hanno riportato che i violenti scontri avrebbero provocato la morte di altri 28 civili e il ferimento di un centinaio di cittadini a Mogadiscio e nei quartieri di Dayniile Gupta e Hodan quartiere, rispettivamente a nord e a sud della capitale somala. Combattimenti tra le forze dell’Unione Africana e le milizie somale sono segnalati in queste ore in diverse zone della capitale. Come se non bastasse,  le pessime condizioni igienico sanitarie avrebbero provocato 119 morti per colera nelle ultime 24 ore, la maggior parte dei quali donne e bambini.

http://it.peacereporter.net/articolo/31247/Somalia%2C+25+civili+uccisi+da+droni+Usa

Commenta su Facebook