La battaglia finale per la liberazione di Sirte è cominciata. I combattenti libici, soprattutto di Misurata, hanno conquistato dopo duri scontri il quartiere centrale di Abu Faraa.

https://www.youtube.com/watch?v=c20pleqp5Kw

La lotta è casa per casa, alla ricerca delle bandiere nere. I mortai, che martellano le postazioni dello Stato islamico, alzano colonne di fumo nero. Dai tetti si spara all’impazzata sui cecchini, i tank avanzano verso i palazzi ancora nelle mani dei miliziani fedeli al Califfo.

A ridosso della prima linea si cerca di salvare i feriti. “Abbiamo bisogno di ortopedici e chirurghi”, dice il dottor Mohammed Lajnef, che chiede rinforzi all’Occidente: “Ringraziamo il governo italiano che ci aiuta, ma abbiamo bisogno di più. Perché la guerra contro l’Isis non è solo per la Libia. È una guerra internazionale”’

La battaglia è costata 15 caduti ed 80 feriti. Le bandiere nere sono ancora asserragliate in due quartieri di Sirte, ma la liberazione della città è vicina.

Commenta su Facebook