Dimostrazioni di forza in Medio Oriente stanno raggiungendo nuove vette. Israele ha riferito della sua distribuzione di missili a lungo raggio Jericho intorno a Gerusalemme, mentre il ministro della Difesa iraniano ha minacciato una rappresaglia massiccia di missili contro Israele.
La minaccia di lanciare “150.000 o più” missili è stata espressa dal generale di brigata Ahmad Vahidi. Funzionari iraniani in precedenza hanno minacciato ritorsioni contro Israele e la NATO, in caso di attacco.
I missili schierati ricordano i missili Jericho, dice Aaron Klein, capo dell’ufficio di Gerusalemme per WorldNetDaily, citando testimoni oculari diverse.
Di cosa stiamo parlando? Diamo uno sguardo:
  • Nome
  • Jericho-1(Luz YA-1)
  • Jericho-2 (Luz YA-3)
  • Jericho-3 (Luz YA-4)
  • Tipo
  • balistico-SRBM
  • balistico-MRBM
  • balistico-MRBM-IRBM (?)
  • Operatività
  • anno 1971
  • anno 1990
  • anno 2008 (?)
  • Lunghezza
  • 13,40 m
  • 14,00 m
  • ignota
  • Diametro
  • 792 mm
  • 1.554 mm
  • ignoto
  • Peso al lancio
  • 6.350 kg
  • 21.935-26.000 kg
  • ~30.000 kg (?)
  • Carico utile
  • 500 kg
  • 1.000 kg
  • 750-1.300 kg
  • Testata da guerra
  • Nucleare 20 kT
  • Termonucleare 1.000 kT
  • Termonucleare 400 kT
  • x 4 testate (?)
  • Gittata
  • 500 km
  • 1.500-2.500 km (?)
  • 3.500-4.800 km (?)
  • Sistema di guida
  • Sistema di navigazione inerziale
  • Inerziale-punto stellare
  • Vers. IIB: radar terminale
  • Inerziale-radar terminale
  • Accuratezza (CEP)
  • 1.000 m
  • ignota
  • ignota
Il giornalista specula che questo può essere un esercizio militare, probabilmente legato al lancio di prova di un precedente razzo. Il test del missile lanciato dal centro Palmachim aveva lo scopo di testare un nuovo motore per il  Gerico III a lungo raggio. Le sue specifiche sono classificate, ma gli esperti militari ritengono che il missile israeliano sia in grado di trasportare una testata nucleare per qualsiasi destinazione in Medio Oriente, la maggior parte di Europa, Nord America e Africa.
Klein ritiene che tale operazione può essere effettuata sia come un passo avanti nella escalation del conflitto sul programma nucleare iraniano, sia a causa della situazione instabile in Siria.
La crescente lite di Israele con l’Iran è tornato alla ribalta sulla scia di un rapporto Onu, che ha affermato che Teheran stia lavorando alla creazione di un’arma nucleare e, come alcuni commentatori hanno detto, ha dato a Israele il terreno per un attacco preventivo su siti nucleari dell’Iran.
Disordini civili della Siria e repressione governativa dell’opposizione ha portato a varie tornate di sanzioni imposte al paese e speculazioni che un intervento simile a quello in Libia potrebbero seguire. Il presidente Assad ha avvertito che una tale mossa si tradurrebbe in un grande conflitto regionale. Israele sarebbe poi diventato un bersaglio naturale per gli alleati siriani come Hamas e Hezbollah, in un tale scenario.
La Forza di Difesa israeliana (IDF) non ha voluto commentare il dispiegamento dei missili.
Pubblicato da Daniele L
Commenta su Facebook