La Banca di Russia e la Banca popolare di Cina hanno intenzione di creare una piattaforma comune per  gestire in modo concordato il commercio e l’acquisto dell’oro.
“I paesi BRICS sono grandi economie con grandi riserve di oro e un volume impressionante di produzione e di consumo di questo metallo prezioso. In Cina, il commercio dell’oro è condotto nella borsa di Shanghai, in Russia da quella di Mosca. La nostra idea è quella di creare un collegamento tra le due città, al fine di incrementare gli scambi tra i due mercati “. Lo ha dichiarato in settimana il Primo Vice Governatore della Banca centrale russa Sergey Shvetsov aTASS.

La Cina è il maggior produttore mondiale di oro (490 tonnellate l’anno scorso). La Russia è al terzo posto dopo l’Australia con circa 295 tonnellate prodotte nel 2015.

Nel complesso, i paesi detengono il 25 per cento della produzione mondiale di oro.

Allo stesso tempo, le banche centrali di Russia e Cina sono i maggiori acquirenti di oro al mondo. Dalla fine del 2008 le riserve d’oro della Cina si sono triplicate – da 600 a 1.762 tonnellate. La Banca centrale della Russia ha acquistato 356.000 once di oro nel mese di febbraio, divenendo il maggiore acquirente del metallo prezioso tra le banche centrali del mondo, secondo dati del FMI. La Russia ha attualmente 1.415 tonnellate di oro.
Tra i paesi con le maggiori riserve d’oro, la Cina è quinta e la Russia è sesta, dopo Stati Uniti, Germania, Italia e Francia. Ma questa classifica è presto destinata a modificarsi.
Fonte: RT / L’Antidiplomatico
Commenta su Facebook