Da I Lupi di Einstein

L’Unione europea ha una scadenza? 

di Adrian Salbuchi
Global Research
Russia Today – 19 Novermbre 2011

Una vera e propria ri-organizzazione di tutto il pianeta ha avuto luogo davanti ai nostri occhi per molti decenni. Tuttavia, dal momento che è graduale, la maggior parte delle persone non si accorge o non capisce cosa sta succedendo.

Proprio come la rana proverbiale che, se gettata in acqua bollente salta fuori dolorosamente e sopravvive, ma sarà cotta e morirà, se gettata in acqua tiepida in cui il calore aumenta di un grado ogni 5 minuti …

Quello che va sotto il nome di “Nuovo Ordine Mondiale”, “globalizzazione” o (il mio preferito) “Governo Mondiale”, descrive gli obiettivi a lungo termine di una Elite di Potere Globale molto potente, incorporata all’interno di ogni paese, in particolare Stati Uniti ed Europa, che possiede, gestisce e dirige le risorse di ogni paese – petrolio, finanza, potere economico, potenza militare, risorse naturali – dall’interno, per promuovere la sua agenda sovranazionale.

Questo processo molto complesso, olistico e ampiamente pianificato aiuta a spiegare molta (se non tutta) della violenza in corso, del caos e dell’ingiustizia che vediamo nei campi della finanza, della politica e dell’economia. Ma una buona pianificazione strategica richiede anche  sperimentazione, prove ed errori,costruzione di scenari e giochi di guerra.

Il mio paese natale, l’Argentina (e l’America Latina nel suo complesso), è stato ripetutamente utilizzato per tale “sperimentazione”, come è accaduto dieci anni fa, quando il cartello bancario internazionale, allineato al FMI/Banca Mondiale, Dipartimento del Tesoro statunitense, agenzie di rating e i media mainstream “qualificati”, hanno lavorato insieme per far crollare il sistema finanziario e monetario in Argentina, ma allo stesso tempo sono riusciti a salvare tutte le loro banche che operavano nel paese.

Gli Argentini hanno visto i loro soldi bloccati nelle banche, i loro depositi in dollari furono riconvertiti arbitrariamente in pesos locali svalutati a tassi di cambio fraudolenti mentre  Governi Provvisori locali (ancora oggi) adottano misure sempre allineate agli interessi dei banchieri locali e internazionali.

I risultati per l’Argentina? Il PIL è sceso del 40% nel 2002, il 50% della nostra popolazione è scesa al di sotto della soglia di povertà (la maggior parte non ha mai recuperato), violenza e morte sulle nostre strade, pignoramenti, fallimenti, vera e propria guerra sociale (che si è fermata a pochi passi dalla guerra civile) e ancora …. non una singola banca chiusa!

Se ci trasferiamo rapidamente in Grecia, Irlanda, Italia, Spagna, Stati Uniti, Regno Unito, Portogallo e Islanda di oggi, assistiamo alla stessa scena più e più volte. Chiaramente, non ci sono errori commessi da governi specifici, ma un vero e proprio piano progettato per controllare intere nazioni, imponendo debiti pubblici inutili e fraudolenti.

Una delle lezioni chiave che hanno appreso in Argentina è stata come controllare “We the People” attraverso la PsyWar (guerra psicologica) esercitata dai media controllati, in modo che la popolazione finisce per accettare tutte le difficoltà, mentre gli infiltrati del sistema bancario e del governo continuano a mantenere tutti i loro soldi e a rimanere al potere.

Mi chiedo se l’Unione europea non possa essere un esperimento simile ma su una scala molto più vasta e più grande? Un esperimento su come avvicinare paesi molto diversi, con lingue diverse, sistemi giuridici diversi, culture diverse, storie di guerra e di odio tra loro, il tutto sotto la camicia di forza di un’unione burocratica che distrugge sempre più sovranità nazionali? Una sorta di “Manuale” per promuovere la sottomissione volontaria dei 27 stati membri dell’UE ad accettare un’unica burocrazia legale, un unico parlamento, un unico presidente non eletto, un’unica forza militare, un’unica bandiera, e un’unica valuta …

Quali insegnamenti stanno traendo i globalisti dai problemi della UE? I guai odierni dell’euro sempre crescenti sono  un riflesso del fatto che, dopo più di mezzo secolo di costruzione dell’euro-ora vediamo la demolizione controllata della UE al fine di (ri) costruire qualcosa di nuovo? Forse, “la sua trasformazione in qualcosa più vicina al desiderio del loro cuore”, secondo la vecchia  19th Century British Fabian Society che sollecitava un graduale governo mondiale socialista, un tempo immaginato?

L’Unione europea è una tappa intermedia sulla “Hard Road verso il governo mondiale”, suggerita dal membro del Council on Foreign Relations, Richard Gardner, in un seminale articolo dell’aprile 1974  su “Foreign Affairs”? Una fase in cui il mondo legale, politico, commerciale, finanziario, sociale, culturale, mediatico, monetario, militare e tante, tante altre complessità sono stati rottamati, ri-progettati e ri-elaborati per servire ad uno “scopo più grande”?

Avremo presto il crollo dell’euro, non come uno sfortunato “incidente” ma come un mega-processo previsto che (insieme alla iper-inflazione del Dollaro USA) che lo farà avvitare in un collasso controllato solo per essere sostituito da una nuova moneta globale emessa e gestita dagli interessi privati della  Global Power Elite ??per mezzo di una prossima banca centrale mondiale di qualche tipo? L’UE ha una scadenza?

Il Vaticano, sempre ben informato, sembra pensarla così, come vediamo dal suo recente  invito a rinnovare le istituzioni globali, un segno sicuro che i vecchi che camminano lungo i corridoi del Vaticano stanno ancora una volta difendendo il loro posto sotto il sole che verrà …

Il collasso controllato dell’euro (attraverso il suo crollo) e del Dollaro (tramite inflazione) insieme ad una versione opportunamente costruita della “Primavera araba” per l’Europa, gli Stati Uniti e altri, eroderanno ulteriormente sovranità nazionali su scala planetaria, alimentate da una serie controllata di guerre e sostenute dalla crescente Guerra Psicologica proveniente dal monopolio dei media occidentali …

E’ tutto solo un grosso errore o semplicemente punti di vista diversi sullo stesso Leviatano planetario deciso a imporre un Governo Mondiale su tutti noi?

Adrian Salbuchi è un analista politico, scrittore, speaker radiofonico e / commentatore televisivo in Argentina (www.asalbuchi.com.ar)

Fonte: Global Research 20 Novembre 2011
Traduzione: Anna Moffa per ilupidieinstein.blogspot.com

Commenta su Facebook