Non per fare la parte di quello che già sapeva tutto da tempo, ma, effettivamente, se non si è nati ieri era facile capire che lasciare ai governi (ed alle banche centrali) il corso legale forzoso della valuta avrebbe portato, non appena si fosse creata la tecnologia necessaria, all’abolizione del loro contante fatto di carta igienica, non merce ma frode e allucinazione collettiva indotta da sapiente ipnotismo, come quando si e’ abolito il lavoro salariato, lavoro che le macchine possono fare meglio, e si sono aboliti i lavoratori.  D’altronde la differenza tra schiavi e padroni che ha iniziato la società patriarcale e cittadina è stata prodotto di due tecnologie, quella della torre e quella della chiave e serratura. La tecnologia viene sempre colta al balzo dalle classi rapaci e, in un certo modo, prevista: quando costruirono lo ziggurat, prevedevano già l’invenzione della serratura, per lasciare affamati quelli che non facevano parte del club.
Da domani l’ipnotismo non servirà più.   Potrete comprare tutto quello che vi mantiene in vita unicamente scansionando il Marchio della Bestia a barre e tenendo in tasca una tessera bancaria: la macchina alla cassa prelieva direttamente il dovuto senza dovere neanche maneggiare il simbolo dei vostri averi che rimane nel portafogli, ovvero prove di microchip sottocutaneo molto prossimo venturo (dopodomani).
Naturalmente i più idioti, o pidioti, sono sempre all’avanguardia nel chiedere l’accorciamento delle proprie catene.  Non si smentiscono mai.  D’altronde da gente che era in passato fiera di essere salariato in strutture nelle quali faceva la parte della stupida macchina solo perché le macchine produttrici automatiche più intelligenti di loro non le avevano ancora e dovevano mettere una pezza alla mancanza tecnologica che da li a poco sarebbe stata colmata,  ci si poteva e ci si può aspettarsi solo più idiozia, e sempre peggiore.
Al peggio assoluto, infatti, ci stiamo arrivando molto in fretta.  Mentre si disquisisce unicamente di argomenti come se il matrimonio fra criceti da ruota omosessuali, al fine di ottenere aggratis , per i criceti, dal mitico Pantalone, la pensione di reversibilitàin un mondo senza le più le pensioni, sia veramente progressista.
Le sorti progressivamente aramengo della classe di schiavi che usavano chiamare se stessi operai ma volevano essere borghesi sfruttando il resto del mondo (il terzo mondo, del quale ora fanno parte anche loro, pluralisticamente) determinano infatti che sarà motivo di orgoglio affittare l’utero delle figlie all’aristocrazia politica e dello spettacolo, viziosa e libertina, mentre gli si sta già affittando, tutti, lo sfintere anale: ma fa tanto progressista, essere invertiti come gli “eroi” della nostra Cul-tura.  Ai miei tempi era una caratteristica dei fascisti, pensa un po’…
Quando si vuole dominare qualcuno, gli si impresta la propria mente, diceva Carlito, e accidenti se non aveva ragione lui.
Perciò traduco questo breve e sintetico articolo che ben spiega le ragioni della guerra al contante intrapresa da pressochè tutti i governi, specialmente nella prigione a cielo aperto dell’UE, dalla quale spero (anche se ne dubito molto) di uscire quale suddito britannico, visto che sembra che, bontà loro, ci lascino partecipare ad un referendum abrogativo.  Buona lettura.

Banning Cash: Serfdom in Our Time

di Paul Rosenberg
Nel corso degli ultimi mesi sono passati sul mio schermo una miriade di articoli, e tutti sostengono che governi e banche devono eliminare il contante; sicuramente li avrete notati anche voi.
Ci dicono che quelli che usano il contante sono terroristi e pazzi assortiti, e cosi, per proteggerci dall’essere fatti esplodere e finire a pezzi all’angolo di strada più prossimo a casa nostra, i governi dovranno metterlo al bando.
Bisogna effettivamente sforzarsi un po’ per immaginare un tentavivo più palese e ovvio allo scopo di terrorizzarci. Il Contante – usato tutti i giorni da secoli se non da millenni – è ora, improvvisamente, causa automatica di morte istantanea.Veramente suppongono che si possa accettare una simile fandonia?
Ci sono buone ragioni, però, per le quali gli addetti ai lavori stanno sostenendo queste menzogne proprio in questo momento.
La prima, forse, è semplicemente che ora possono permettersi di farlo: dopo l’undici di settembre 2001 una enorme ondata di ottemperanza alle norme contro il riciclaggio di denaro si è abbattuta sul mondo occidentale. Forse non durerà in eterno, ma è ancora in movimento, e, se le multinazionali dello spettacolo d’intrattenimento continueranno a pompare abbastanza paura nelle menti di chi è disposto a crederci, essi potrebbero riuscire a convincerli completamente.
La seconda ragione è comunque il fattore preponderante:
Il Tasso di Interesse Negativo
L’urgenza con cui si vuole mettere al bando una delle colonne portanti più antichedella vita di tutti i giorni, è sintomatica del fatto che le oligarchie pensano che sarà presto per loro necessario farlo. Sembrerebbe cioè che le banche centrali, il Fondo Monetario Internazionale, la Banca Mondiale, la Banca dei Regolamenti Internazionali e tutti coloro che le sostengono considerino l’eliminazione del contante come una strategia essenziale per la propria sopravvivenza.
La ragione è semplice: il contante consentirebbe alla gente di rifuggire dall’unica cosa che potrà salvare il loro sistema valutario da ladrocinio, i tassi di interesse negativi.
Per chiarire, vorrei parafrasare una citazione famosa (e ottima) da una dichiarazione di Alan Greenspan 1, risalente al 1966, durante il suo periodo Ayn-Randiano 2: La politica finanziaria dei sussidi pubblici necessita che i risparmiatori non abbiano alcun modo di proteggersi.
Questa dichiarazione era veritiera, e con qualche piccola modifica spiega in modo succinto la nuova guerra al contante:
Un sistema valutario in passivo necessita che i possessori della valuta non abbiano alcun modo di proteggerla.
La valuta contante, che potete toccare con mano, si regge più o meno da sola ed perlopiù esterna al controllo della banca. Il denaro elettronico – i conti bancari, i crediti, ecc – sono situati all’interno del sistema bancario e sono completamente soggetti al controllo della banca.
La combinazione di assenza di contante e tassi di interesse negativi è una tacita e permanente versione di quel che è stato fatto a Cipro, dove il governo ha semplicemente chiuso tutto il sistema consentendo solamente piccoli prelievi dai Bancomat, allo scopo di rubare denaro contemporaneamente da migliaia di conti bancari.
Lo spettacolo cipriota è stato abbastanza clamoroso e comunque ha in qualche modo minato la legittimità dei governi, cosicchè sarebbe molto meglio non avere alcun Bancomat e niente contante, del tutto. In questo modo non ci saranno code di persone inferocite che parlano tra di loro, ma solo dei derubati isolati e senza risorse che si leccano le ferite, mentre i mezzibusti televisivi esortano il pubblico a stare calmi ed a guardare le immagini del tubo catodico.
I tassi di interesse negativi danno alle banche il controllo del 100% dei vostri acquisti. Esse potranno, se proprio fosse loro necessario, consentirvi di comprare generi alimentari e bloccare il resto dei vostri acquisti. La gente comune non avrebbe nessuna risorsa e verrebbe semplicemente derubata senza problemi di sorta e senza che sia possibile incolpare qualcuno personalmente.
Tassi di interessi negativi significano che il vostro conto in banca si restringe giorno per giorno, automaticamente. I vostri 1.000 dollari in gennaio diventano 950 per il mese di dicembre. Dove va a finire quel denaro? Alle banche, naturalmente, ed al governo. Succhiano via i vostri soldi, goccia a goccia, e non c’è niente che voi possiate fare per fermarli. Ciò mette a segno diversi bersagli con un colpo solo:
  • Finanzia il governo, automaticamente e senza limiti. Dimenticate il modulo delle imposte dirette che dovete compilare: possono prendere proprio tutto quel che vogliono.
  • Paga per i debiti insolvibili delle grandi banche (e ci sono oceani di debito)
  • Vi obbliga a spendere tutto quel che avete, appena lo acquisite (altrimenti il conto si “restringe”)
  • Consegna al sistema bancario il pieno controllo della vostra vita finanziaria. Tutto è controllato, tutto è rilevato ed ogni singola tranzazione deve essere approvata da loro (o non esserlo). Se decidono che non gli piacete, sarete istantaneamente ridotti a dover mendicare.
Per farla breve, e’ un diretto ritorno alla servitù della gleba.
Vi suggerisco di parlarne con i vostri amici e vicini di casa già fin d’ora, prima che sia troppo tardi. Non vi arrendete senza lottare.
Paul Rosenberg, 9 febbraio 2016
La parte sulla lotta proprio non l’ho capita, per dirla tutta. Se si accetta di pagare con valuta di qualsiasi tipo, imposta dallo stesso organismo che vi impone le tasse (o mungitura dei perdenti disarmati), questa è la fine che automaticamente dovremo fare.
Resta quindi un solo modo per reagire, e non è facile:  la delinquenza.  Essere delinquenti è difficile ed impegnativo, molto di più che prendere occasionalmente forconi e fiaccole, spargere un pò di sangue e continuare dopo a vivere di escrementi evacuati dalla nobiltà per il vostro uso e consumo.  Non è una lotta, è uno stile di vita alternativo, come quello del grande (e fittizio) Hagbard Celine 3 che paga solo in lino.
In questo sistema il delinquente non è il criminale che danneggia altri, ma colui che non partecipa all’incularella della quale, pensate un po’, voi avete sempre un ruolo passivo (come la mammina maschio della famiglia degli invertiti, di solito, designer docet, inferiore socialmente al papino finocchietto, e dovete pure goderne perché siete stati scelti a non morire di fame nella capanna di fango).  Di questo hanno veramente paura, di quelli che non partecipano più al sistema neomercantilista feudale.
Non una lotta, uno stile di vita.

Fonte: Il Portico Dipinto

Commenta su Facebook