The American Dream

UN-Repressive-Global-Governance.jpgLa maggior parte delle persone non ha idea che le Nazioni Unite hanno redatto una costituzione mondiale per l’ambiente che è destinata a sostituire tutte le leggi nazionali esistenti. Questo documento ha il titolo funzionale di “Progetto di Patto internazionale sull’ambiente e lo sviluppo” e può essere letto per intero qui. Il lavoro sul progetto di Costituzione globale per l’ambiente è in corso dal 1995 e la quarta edizione è stata rilasciata agli Stati membri delle Nazioni Unite il 22 settembre 2010.

Questo documento è destinato a diventare un trattato vincolante e stabilirebbe un sistema permanente e incredibilmente repressivo di governance globale. Questo “Patto”, come viene chiamato, rivendica l’autorità su tutto l’ambiente globale e tutto ciò che lo riguarda. Considerato il fatto che tutto ciò che facciamo influenza l’ambiente in qualche modo, questo significa che il documento diventerebbe la più alta forma di legge per tutte le attività umane. Questa costituzione per l’ambiente globale proposta dalle Nazioni Unite è incredibilmente dettagliata. La Costituzione degli Stati Uniti ha solo 7 punti, ma il documento delle Nazioni Unite ne ha 79. Nel caso gli Stati Uniti ratificassero questo trattato, qualunque legge nazionale, statale o locale dovesse confliggere con questo accordo, sarebbe nulla.  Potenzialmente, questa è una delle più grandi minacce per la sovranità nazionale che abbiamo mai visto e dobbiamo mettere in guardia gli americani su questo.

Fondamentalmente, quello che questo patto ambientale propone di fare è prendere i principi dello sviluppo sostenibile basato sull’Agenda 21 e trasformarli in una legge costituzionale globale.

Tutte le Parti di questa nuova costituzione sarebbero costrette a trasformare le loro nazioni in società pianificate a livello centrale (Nota: Planned-opolis, guarda su YouTube), in cui tutte le decisioni su qualunque cosaverrebbero valutate nel contesto dello sviluppo sostenibile.

Se gli Stati Uniti diventeranno membro di questo trattato, sarà un paradiso per i maniaci del controllo. Le decisioni di base su ciò che mangiamo, su ciò che indossiamo, dove viviamo, quanto grande possa essere la nostra famiglia e in quali attività possiamo essere coinvolti, da un giorno all’altro, potrebbero essere dettate dai mandati della costituzione globale.

Se avete dei dubbi,  leggete il documento.

Diamo uno sguardo più da vicino ad alcuni dei termini di questa proposta di costituzione globale ….

Nei documenti di questo tipo, gli autori hanno imparato a non usare il termine “governance globale”, che fa scattare campanelli d’allarme nelle persone. Molto spesso usano il termine “governance” più politicamente corretto. A pagina 36, ??ci viene detto che il buon governo prevede la creazione di istituzioni governative a vari livelli “dal locale al globale” ….

“La governance è il processo decisionale e il processo attraverso il quale vengono attuate (o non attuate) le decisioni. Potrebbe anche essere definita come l’organizzazione razionale della società, al fine di raggiungere gli obiettivi che nascono dalle preoccupazioni comuni che si presentano su basi e bisogni materiali, economici, storici e culturali. La governance prevede la creazione e il funzionamento delle istituzioni e delle regole a vari livelli, dal locale al globale. “

Nel preambolo del documento, ci viene detto che il patto è un “documento vivo” che servirà da modello per un accordo internazionale che gli autori sperano sarà eventualmente adottato da tutti i membri delle Nazioni Unite ….

“Il Progetto di Patto è un modello per un quadro internazionale (o generale) di accordo, per consolidare e sviluppare principi giuridici esistenti in materia di ambiente e sviluppo. L’intenzione è che rimanga un “documento vivo” fino a quando – secondo la speranza e l’aspettativa di coloro che sono stati coinvolti nel progetto – sarà adottata come base per negoziati multilaterali”.

Questo progetto inizialmente era quasi interamente incentrato sull’ambiente, ma gli autori riconoscono che in questa ultima edizione, c’è stata una maggiore attenzione ai “pilastri sociali ed economici” ….

“Particolare cura è stata adottata per l’aggiornamento in materia di pilastri sociali ed economici per evitare di cadere nella trappola di concentrarsi solo sul pilastro ambientale'”.

Il preambolo afferma che una “partnership globale” è necessaria al fine dello “sviluppo sostenibile” ….

“… La convinzione che l’umanità è giunta ad una svolta nella storia, richiede una partnership globale per lo sviluppo sostenibile”

L’articolo 3 di questa proposta di Costituzione globale afferma che l’ambiente globale dovrebbe essere sotto la “protezione” del “diritto internazionale” ….

“L’ambiente globale è una preoccupazione comune dell’umanità e sotto la protezione dei principi del diritto internazionale, dei dettami della coscienza pubblica e dei valori fondamentali dell’umanità.”

Più avanti nel documento, le cose cominciano a essere più specifiche.

All’articolo 16, ci viene detto che tutti i paesi membri devono integrare la conservazione dell’ambiente in tutte le decisioni nazionali ….

Le Parti, in tutte le fasi e a tutti i livelli, dovranno integrare la conservazione dell’ambiente nella pianificazione e nell’attuazione delle loro politiche e azioni, riservando una piena e pari considerazione ai fattori ambientali, economici, sociali e culturali. A tal fine, le Parti dovranno:

(A) effettuare periodiche revisioni sulle politiche nazionali e sui piani per ambiente e sviluppo;

(B) mettere in atto, rivedere periodicamente e far rispettare leggi e regolamenti, e

(C) istituire o rafforzare le strutture istituzionali e le procedure per integrare le questioni ambientali e dello sviluppo in tutti i settori del processo decisionale.

All’articolo 20, ci viene detto che alle Parti firmatarie del presente accordo sarà richiesto di “mitigare gli effetti negativi dei cambiamenti climatici.” Questo significa che se questo trattato sarà ratificato dagli Stati Uniti, il dibattito nazionale sui cambiamenti climatici sarà superato, e le nostre istituzioni governative nazionali, statali e locali, saranno tutte costrette a combattere attivamente il riscaldamento globale causato dall’uomo, che esista realmente o no . …

Le parti devono adottare misure precauzionali per proteggere il sistema climatico della Terra e mitigare gli effetti negativi dei cambiamenti climatici. A tal fine, esse coopereranno tra le altre cose, a livello internazionale:

(A) Per misurare le loro emissioni e attuare azioni di mitigazione appropriata a livello nazionale;

e

(B) Stabilire la gestione del rischio e attuare misure di adattamento che consentano uno sviluppo adeguato al  clima.

Nell’articolo 31 c’è la richiesta di eliminare la povertà. Sì, tutti devono lavorare sodo per eliminare la povertà, ma ciò che questo documento prevede è un mondo socialista, in cui viene ridistribuita la ricchezza a livello mondiale ….

Le parti, singolarmente o in associazione con altri Stati, organizzazioni internazionali e società civile, in particolare, il settore economico privato, adotteranno misure per l’eradicazione della povertà, comprese misure per:

(A) aiutare legalmente le persone che vivono in povertà ad esercitare i loro diritti, compreso il diritto allo sviluppo;

(B) rispettare, proteggere, promuovere e realizzare i diritti delle persone vulnerabili ed emarginate, in particolare al cibo, acqua, riparo e altri bisogni di base;

(C) per consentire a tutte le persone di ottenere mezzi di sussistenza sostenibili, anche attraverso un maggiore accesso e  controllo delle risorse, compresi i terreni;

(D) il ripristino delle risorse degradate, per quanto possibile, e la promozione dell’uso sostenibile delle risorse per i bisogni umani fondamentali;

(E) per fornire acqua e servizi igienici;

(F) fornire istruzione, con particolare attenzione, e con la partecipazione di donne e ragazze, popoli indigeni, comunità locali e persone vulnerabili o emarginate, e

(G) sostenere il microcredito e la micro-assicurazione e lo sviluppo di istituzioni di microfinanza e delle loro capacità.

Alla fine, il socialismo rende sempre tutti più poveri, ma purtroppo le Nazioni Unite, a quanto pare, non hanno ancora ricevuto tale notizia.

All’articolo 32, c’è la richiesta di riciclare “nella misura più ampia possibile.”

Se gli Stati Uniti ratificheranno questa Costituzione ambientale globale, significa che ci saranno molti più agenti governativi a spiare nei bidoni della spazzatura per essere sicuri che stiamo riciclando correttamente, come sta già avvenendo a Cleveland, Ohio.

Secondo l’articolo 33, i paesi sono tenuti a determinare “la dimensione della popolazione umana che l’ambiente è in grado di supportare” e ad attuare misure volte a garantire che la popolazione non superi quel livello ….

Le parti svilupperanno o rafforzeranno le politiche demografiche per conseguire uno sviluppo sostenibile. A tal fine, le Parti dovranno:

(A) condurre studi per stimare le dimensioni della popolazione umana che il loro ambiente è in grado di sostenere e sviluppare programmi relativi alla crescita della popolazione a livelli appropriati;

(B) cooperare per alleviare la pressione sui sistemi naturali di supporto causati da grandi movimenti di popolazione;

(C) cooperare come richiesto per fornire le necessarie infrastrutture, con priorità alle aree a rapida crescita della popolazione;

(D) fornire alle loro popolazioni informazioni complete sulle opzioni per la pianificazione familiare;

e

(E) provvedere ad un reinsediamento a lungo termine degli sfollati a causa delle mutevoli condizioni ambientali.

Come ho scritto prima, le élite che promuovono lo sviluppo sostenibile sono ossessionate dal controllo della popolazione e sono innamorati della morte.

L’articolo 33 è senza dubbio una delle parti più agghiaccianti dell’intero documento.

Secondo l’articolo 34, i paesi sono tenuti a mantenere “un sistema commerciale internazionale aperto e non discriminatorio”. Questo documento afferma un’emergente sistema economico globale e stabilisce gli standard per partecipare in modo responsabile nei confronti dell’ambiente

1. Le parti cooperano per istituire e mantenere un sistema commerciale internazionale aperto e non discriminatorio e rispondono equamente alle esigenze di sviluppo e ambientali delle generazioni presenti e future.

A tal fine, le parti si adopereranno affinchè:

(A) il commercio non conduca ad un uso non necessario di risorse naturali, e non interferisca con la conservazione o l’uso sostenibile;

(B) le misure commerciali che affrontano problemi transfrontalieri o ambientali globali si basino, per quanto possibile, sul consenso internazionale;

(C) le misure commerciali per scopi ambientali non siano un mezzo di discriminazione arbitraria o ingiustificabile o una restrizione dissimulata al commercio internazionale;

(D) le misure commerciali unilaterali delle Parti importatrici in risposta alle attività che sono nocive o potenzialmente dannose per l’ambiente al di fuori della giurisdizione di tali soggetti siano evitate, per quanto possibile, o si verifichino solo previa consultazione con gli Stati interessati e attuati in modo trasparente e

(E) i prezzi delle materie prime e dei materiali grezzi riflettano i costi diretti e indiretti sociali e ambientali della loro estrazione, produzione, trasporto, marketing, e, nel caso del loro smaltimento finale.

Il commento all’articolo 34, ci dice che un sistema economico globale che rispetti l’ambiente è “una componente essenziale dello sviluppo sostenibile” ….

Il paragrafo 1 stabilisce l’obbligo di cooperare per stabilire e mantenere un sistema economico internazionale che garantisca equità inter e intra generazionale, attuando i principi di cui agli articoli 5 ??(equità e giustizia) e 10 (Diritto allo Sviluppo) del Progetto di Accordo. Tale diritto è stato riconosciuto in recenti strumenti internazionali come una componente essenziale dello sviluppo sostenibile.

Nell’articolo 41, si ordina alle nazioni di integrare i principi dello sviluppo sostenibile in tutte le decisioni in materia di “infrastrutture e gestione del territorio” ….

Le Parti devono stabilire ed applicare sistemi integrati di pianificazione territoriale, comprese le disposizioni per le infrastrutture e la pianificazione territoriale, al fine di integrare la conservazione dell’ambiente e della biodiversità, lo sviluppo sociale ed economico.

All’articolo 51, impariamo come tutto questo sarà pagato.

Si scopre che saremo costretti a finanziare l’attuazione di queste nuove esigenze repressive ….

1. Le Parti si impegnano a fornire, secondo le proprie capacità, il sostegno finanziario e gli incentivi per gli sforzi nazionali per raggiungere gli obiettivi del Patto.

2. Le parti cercano modi innovativi per generare risorse finanziarie pubbliche e private per lo sviluppo sostenibile.

L’articolo 52, ci dice anche quanto del nostro PIL nazionale servirà per contribuire ….

Le parti, tenendo conto delle rispettive capacità e specifiche priorità di sviluppo nazionali e regionali, cercheranno di aumentare i loro programmi di aiuto per raggiungere l’obiettivo dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite di almeno lo 0,7 per cento del PIL per l’Assistenza Ufficiale allo Sviluppo.

All’articolo 69, la Corte Internazionale di Giustizia e il Tribunale internazionale per il diritto del Mare sono designati essenzialmente  come il “potere giudiziario” per questo modello di governance globale ….

1. Le Parti devono risolvere le controversie relative all’interpretazione o all’applicazione del presente Patto con mezzi pacifici, come  negoziati, inchiesta, mediazione, conciliazione e regolamento giudiziario, e, se necessario, ricorso ad organizzazioni o accordi regionali o qualsiasi altro mezzo pacifico di loro scelta.

2. Se le parti di una controversia non riescono a raggiungere un accordo entro l’anno successivo alla notifica di una Parte all’altra che esiste una controversia, la controversia sarà, su richiesta di una delle Parti, sottoposta ad  un qualunque tribunale arbitrale, compresa la Corte permanente di arbitrato o di regolamento giudiziario, compresa la Corte Internazionale di Giustizia e il Tribunale internazionale per il diritto del mare, a seconda dei casi.

Coloro che cercano di dire che questa non è una proposta di costituzione a livello mondiale stanno semplicemente delirando. L’articolo 71 fornisce anche le modalità per il “cambiamento” di questa costituzione.

Se questo documento non è inteso come una costituzione, allora perché ha un “preambolo” come la Costituzione degli Stati Uniti, perché è organizzato in “Articoli” come la Costituzione degli Stati Uniti, e perché sono stabilite le procedure per “modificare” il documento come la Costituzione degli Stati Uniti? Giusto?

E notate che la parola “deve” è utilizzata in modo costante in tutto il documento. Il progetto di Costituzione non contiene “suggerimenti” che gli autori sperano saranno seguiti. Al contrario, contiene ordini che devono essere rispettati.

Questo documento mira a stabilire un sistema di governance globale altamente repressivo. L’élite mondiale pensa che non siamo abbastanza intelligenti per pensare a noi stessi e che deve gestire tutto il pianeta come una prigione strettamente controllata al fine di salvare l’ambiente.

Se avete qualche minuto, andate a leggere il documento, e poi tornate quì e lasciate un commento con la vostra opinione su di esso ….

Fonte: The American Dream 16 Marzo 2012
Traduzione: Anna Moffa per 
ilupidieinstein.blogspot.com

Commenta su Facebook