ARGENTINA: I PADRONI SCAPPANO CON I SOLDI, IL NUOVO MOTTO E’ OCCUPARE, RESISTERE, PRODURRE…GLI OPERAI OCCUPANO LE FABBRICHE, FORMANO DELLE COOPERATIVE E RIMETTONO IN MARCIA LE AZIENDE….SONO GIA 300 E DOPO LE PRIME REPRESSIONI ORA STANNO OTTENENDO LE PRIME LEGGI REGIONALI!

DOCUMENTARIO DI NAOMI KLEIN E AVI LEWIS SULLA SITUAZIONE ARGENTINA POST CRISI: Occupare. Resistere. Produrre. Nei sobborghi di Buenos Aires, trenta lavoratori disoccupati “organizzati” entrano nella loro fabbrica inattiva, tirano fuori i materassini sui quali dormire e rifiutano di andarsene. Quello che vogliono è riavviare le macchine ferme. Ma questo semplice gesto – The Take – ha il potere di portare alla ribalta il problema della globalizzazione. Armati solo di fionde e di un’incrollabile fede nella democrazia operaia, i lavoratori si scontrano con i capi, i bancari e l’intero sistema che vede le loro amate fabbriche come nient’altro che un pezzo di metallo da svendere. Con The Take, diretto da Avi Lewis, giornalista canadese e dalla scrittrice Naomi Klein, autrice del bestseller internazionale “No Logo”, realizzano un chiaro manifesto economico per il XXI secolo. Il volume allegato al DVD – “Argentina fuori dall’ordinario” – raccoglie analisi, testimonianze e sguardi sull’Argentina, sulla crisi economica e la sua difficile eredità. Un saggio in cui Naomi Klein mette in relazione la bancarotta argentina con le politiche liberiste di Menem e la spietata dittatura militare degli anni Settanta. Il diario di viaggio in Argentina di Antonio Moresco e i suoi incontri con gli scrittori sudamericani. Le cronache di Nicola Fantini, piccoli squarci sulla quotidianità, e i racconti di Laura Pariani, che in Argentina ha recuperato memorie familiari e vicende private.

Commenta su Facebook