by S. Kahani

Lo Stato Maggiore della Marina Turca, il cui Comandante in Capo é stato recentemente collocato al suo posto dal nuovo Governo di Recep Erdogan dopo le dimissioni “di massa” dei vecchi ‘generalissimi’ ancora legati alla massoneria atlantica, fascistoide, filoamericana e filoisraeliana (ampiamente coinvolta negli scandali ‘Gladio’ ed ‘Ergenekon’), ha comunicato nelle scorse ore che la flotta di Ankara “non prenderà alcuna parte” alle esercitazioni congiunte “Sirena Fidata”, che vedranno unità navali Usa e Israeliane coinvolte in diversi giorni di ‘giochi di guerra’.

Il quotidiano “Zaman” ha citato fonti ufficiali dei Ministeri degli Esteri e della Difesa che spiegavano come per decisione delle più alte cariche dello Stato (Il Premier Erdogan e il Presidente della Repubblica Gul, ambedue espressione del partito AK, vincitore delle elezioni di giugno con maggioranza assoluta) é stato dato lo “stop” a ogni attività che possa vedere la Turchia coinvolta insieme a funzionari o rappresentanti dello Stato Ebraico, responsabile l’anno scorso del massacro di nove cittadini turchi durante l’arrembaggio in acque internazionale della nave di aiuto umanitario “Mavi Marmara”, armata e pilotata dall’ONG IHH.

Sono ormai diversi anni che le forze armate turche hanno interrotto ogni esercitazione congiunta con Israele; in passato rivoltante ‘liet motiv’ della subservienza della casta militare ai ‘diktat’ e ai desiderata del regime dell’Apartheid di Tel Aviv. La Turchia ha a tutti gli effetti interrotto ogni rapporto diplomatico con lo Stato ebraico e ha cancellato dozzine di accordi tecnologici e commerciali, causando a Israele danni per centinaia di milioni di Euro.
Fonte: Palestina Felix.blogspot.com
Commenta su Facebook