di : operai contro 
sabato 17 settembre

Rosario Monda, operaio Fiat di Pomigliano, con l’ennesimo ricorso, ha ottenuto che la magistratura intimasse alla FIAT il pagamento dei salari non corrisposti per il periodo della sua sospensione illegittima.

La FIAT, come al solito, se ne è strafregata, e così è partito il pignoramento dei beni aziendali.

Tutto ci si poteva aspettare tranne il fatto che il conto corrente aziendale su cui si è abbattuto il pignoramento risultasse senza un euro!!!

JPEG - 119.4 Kb

La grande FIAT, che paga milioni di euro ai suoi dirigenti, presente dappertutto, sbarcata in America in pompa magna e osannata dal presidente di quel paese, non ha le poche migliaia di euro sul conto aziendale di Pomigliano, presso la locale agenzia Bnl, per pagare quanto dovuto a Rosario.

E’ sicuramente un fatto voluto, ma ci deve anche far riflettere.

Qual è la reale situazione della FIAT?

Per gli investimenti in Italia dovrebbe spendere ventuno miliardi di euro e a Pomigliano non ha un soldo!

Commenta su Facebook