VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 32

del Consiglio comunale Protocollo n. 2008/48982

Oggetto: ORDINE DEL GIORNO RELATIVO AI PROVVEDIMENTI DI SOSTEGNO

ECONOMICO PER LA POPOLAZIONE DEL COMUNE DI TRENTO: PROGETTO

SCEC, UN BUONO LOCALE DI SOLIDARIETA’ ALTERNATIVA/SOSTITUTIVA

L’EURO.

L’anno duemilaotto, addì ventitrè del mese di aprile alle ore 18.12 nella sala delle adunanze a

seguito di regolari avvisi, recapitati a termini di legge, si è riunito il Consiglio comunale.

1. Pattini Alberto Presidente 26. Gianordoli Domenico

2. Pacher Alberto Sindaco 27. Gilmozzi Italo

3. Agostini Graziano 28. Giuliana Emilio

4. Agostini Maurizio ass. 29. Giuliano Nicola ass.

5. Bertoldi Micaela 30. Gozzer Laura

6. Bertuol Gianfranco 31. Iori Tommaso ass.

7. Biasi Carlo 32. Maestranzi Dario

8. Biasioli Paolo 33. Manuali Giorgio

9. Bornancin Daniele Maurizio 34. Marchesi Michelangelo

10. Bosetti Stefano 35. Maule Luigino

11. Bridi Vittorio 36. Merler Luigi

12. Calza Roberta 37. Micheli Franco ass.

13. Chiogna Beniamino 38. Monti Paolo

14. Coppola Lucia 39. Passerotti Stella

15. Coradello Antonio ass. 40. Pedrotti Clemente

16. D’Annunzio Elio 41. Pietracci Alessandro

17. Dalla Fior Marco ass. 42. Salvati Nicola ass.

18. Di Camillo Ivana 43. Santini Flavio

19. Divan Antonio ass. 44. Seck Mamadou

20. Fadanelli Giovanna 45. Sembenotti Marco ass.

21. Ferrari Sara 46. Tarolli Flavio Maria

22. Filippin Giuseppe ass. 47. Tomasi Marco

23. Firmani Bruno 48. Tomasi Renato

24. Fontana Flavia 49. Vicini Paola ass.

25. Franzoia Mariachiara 50. Zampiccoli Ettore

e pertanto complessivamente presenti n. 39, assenti n. 11, componenti del Consiglio.

Sono presenti gli Assessori:

1. Andreatta Alessandro 5. Plotegher Violetta ass.

2. Maestri Lucia 6. Pompermaier Aldo

3. Panetta Salvatore 7. Robol Andrea

4. Pegoretti Renato 8. Rudari Andrea ass.

il Segretario generale

Deliberazione Consiglio comunale 23/04/2008 n. 32 f.to Gaio

Assume la presidenza il signor Alberto Pattini.

Partecipa il Segretario generale del Comune dott. Maurizio Gaio.

Riconosciuto legale il numero degli intervenuti il Presidente, dichiara aperta la seduta per la

trattazione dell’oggetto suindicato.

Il Consiglio comunale constatato e proclamato da parte del Presidente, assistito dai segretari questori

Gilmozzi e Tarolli in qualità di scrutatori, il seguente esito della votazione:

presenti n. 39 (trentanove), voti favorevoli n. 31 (trentuno), voti contrari n. 2 (due), Consiglieri

astenuti n. 6 (sei)

approva

il seguente ordine del giorno.

Premesso:

– che il caro prezzi, prepotentemente intervenuto in seguito all’introduzione della nuova moneta

europea, ha determinato una forte riduzione delle capacità reali di acquisto dei cittadini

salariati italiani e trentini;

– che in questi anni si è assistito ad un progressivo depauperamento di una fascia sempre più

amplia della popolazione e delle famiglie un tempo appartenenti alla cosiddetta classe media;

– che un numero significativo di famiglie e di anziani, residenti nella città di Trento, sempre più

spesso lamentano difficoltà ad arrivare alla fine del mese;

– che lo status di benessere psicofisico e clima di serenità è fortemente

condizionato/determinato anche dalla tranquillità economica degli individui e delle famiglie;

– che la globalizzazione ha provocato ed è causa, oltre che di nuove opportunità per le

imprese, di un pesante depauperamento sociale, delle economie locali e della piccola

distribuzione (per es. continuo è lo stillicidio rappresentato dalla cessazione di moltissimi

esercizi commerciali in centro storico della città di Trento);

– che nel corso dell’approvazione al bilancio comunale 2008 è stato approvato un ordine del

giorno collegato, il dispositivo del quale prevede l’istituzione della consulta dei cittadini per il

controllo e la limitazione dei prezzi;

– che anche nella nostra dimensione locale il denaro/la ricchezza prelevato/lavorato dalle

sempre più numerose banche nazionali/internazionali e le grandi catene commerciali è

reinvestito a chilometri di distanza con grave nocumento per l’economia locale;

– che in paesi europei (per es. in Germania quasi tutti i Land ne sono dotati) ed Italia sono state

avviate positive esperienze ove attività pubbliche, esercizi privati e cittadini hanno dato vita a

convenzioni creando circuiti locali virtuosi ove lo sconto riconosciuto dalle realtà commerciali

ai clienti convenzionati (sconto compreso dal 10 al 20% non oltre) è tramutato in SCEC,

“banconote locali” stampate e messe in circolazione, poi utilizzate quale valido titolo di

pagamento alternativo accettato dagli esercizi aderenti al circuito medesimo: i Buoni Locali di

Solidarietà, come una sorta di moneta parallela del taglio massimo di 1 (uno) euro, a loro

volta sono spendibili in altri negozi convenzionati con il risultato, a sistema/circuito

sufficientemente sviluppato, di giungere fino alla possibilità di comperare/vendere un bene od

un servizio senza spendere denaro contante;

– che l’attivazione di un sistema il quale, in un mondo ove i mercati territoriali risultano essere

stressati dagli effetti incontrollati della globalizzazione spinta, consente che la parte corrente

della ricchezza prodotta da un territorio (es. della città di Trento ovvero della provincia),

rimanga e sia reinvestita nel medesimo mercato, rappresenta un evidente beneficio per tutti

gli attori di quel luogo, siano esse le imprese ovvero i singoli consumatori;

– che numerosi vescovi (es. monsignor Domenico Graziani di Crotone) e numerosi parroci sono

oggi impegnati fattivamente nella costruzione di progetti similari in altre aree del Paese;

il Segretario generale

Deliberazione Consiglio comunale 23/04/2008 n. 32 f.to Gaio

tutto ciò premesso, il Consiglio comunale impegna il Sindaco e la Giunta comunale a stimolare, attraverso il coinvolgimento di enti ed istituzioni pubbliche, delle associazioni dei cittadini (Acli ecc.) e dei consumatori, dei sindacati d’impresa (Confesercenti, Artigiani, Unione commercio turismo ecc.), delle organizzazioni sindacali dei lavoratori e pensionati, delle attività professionali o di servizio, la CCIAA, la Federazione delle Cooperative Trentine e il sistema creditizio locale, SAIT, POLI ed ORVEA, i negozianti, cittadini e la popolazione della città per la creazione di un circuito commerciale locale che produca i seguenti effetti positivi:

– il permanere della ricchezza nel territorio a beneficio dei consumatori e delle imprese locali;

– l’incremento, a parità delle disponibilità economiche in essere, delle capacità reali di acquisto

dei cittadini e delle famiglie;

– benefici economici significativi per le imprese commerciali locali aderenti al circuito

determinato dalla elevazione e consolidamento dei ricavi generati da una clientela fidelizzata;

– il consolidamento del tessuto commerciale del centro storico della città e salvaguardia dei

piccoli e medi esercizi locali esistenti;

– il mantenimento in vita di negozi ed uffici locati nel centro storico cittadino preservando la

qualità della vita sociale offerta nell’ambito della città storica e consolidata e conseguente

difesa del valore del patrimonio abitativo cittadino.

Si dà atto che nella presente proposta non sono ravvisabili aspetti specificatamente tecnicoamministrativi

e contabili.

Allegati parte integrante:

///

Documentazione approvata: certificato iter

///

IL SEGRETARIO IL PRESIDENTE

f.to Gaio f.to Pattini

Alla presente deliberazione è unito: certificato iter

fonte:http://www.monetacomplementare.it/images/stories/Delibera_Comune_di_Trento.pdf

 

Commenta su Facebook