Di Jacopo Castellini

“Il fatto che nel mondo della globalizzazione neoliberale, del pensiero unico e del consumo unico, uno dei simboli del totalitarismo mercatista chiuda per il semplice disinteresse di un popolo ad acquistare quel prodotto, è una buona notizia”

McDonald’s ha abbandonato gli ultimi otto “ristoranti” a La Paz, Cochabamba e Santa Cruz e lasciato la Bolivia. Di fronte al completo fallimento dell’ultima multimilionaria campagna pubblicitaria che tentava di rilanciare l’immagine della nota catena di cibo spazzatura, e ai molteplici tentativi di bolivianizzare sapori e ambienti, la soluzione intrapresa dalla multinazionale è stata la rinuncia completa a quel mercato.

Finisce così dopo 14 anni la sempre traballante storia di Mc Donald’s negli altipiani andini. È il primo paese d’America che viene abbandonato dalla catena dopo dieci anni consecutivi di perditeClicca qui per leggere l’articolo di Gennaro Carotenuto.

Commenta su Facebook