Scritto da Paul Joseph Watson

attaccoisraelirandi Paul Joseph Watson – Prison Planet.com.

Perfino mentre si trova tuttora invischiata in Libia, la NATO si sta preparando a lanciare un attacco militare contro la Siria al fine di creare una testa di ponte per un futuro attacco contro l’Iran, sostiene l’ambasciatore russo alla NATO Dmitrij Rogozin. «La pianificazione [della campagna militare] è ben avviata. Sarebbe una conclusione logica di queste operazioni militari e di propaganda, che sono state effettuate da certi paesi occidentali contro il Nord Africa», ha dichiarato Rogozin in un colloquio con il quotidiano «Izvestia» pubblicato venerdì. L’ambasciatore ha aggiunto che gli attacchi contro la Siria e lo Yemen erano parte dei preparativi via via più intensi focalizzati su un cambio di regime in Iran.

rogozin«Il cappio intorno all’Iran si sta stringendo. Una pianificazione militare contro l’Iran è in corso. E noi siamo certamente preoccupati per l’escalation di una guerra su larga scala in questa enorme regione», ha affermato Rogozin.

Rogozin è noto per aver fatto affermazioni sopra le righe in merito all’avventurismo militare della NATO in passato, per cui il fatto che ci sarà effettivamente un intervento in Siria resta da vedere.

Mosca ha sempre avvertito la NATO di non immischiarsi con la Siria, ribadendo che al paese si dovrebbe lasciar risolvere i suoi problemi, dato che la violenza che ha ucciso 1600 civili a partire da marzo continua ad affliggere il paese.

Le congetture intorno a un attacco all’Iran, che Rogozin sostiene sia l’obiettivo a lungo termine dell’assalto alla Siria, hanno raggiunto l’apice nelle ultime settimane.

Gli sforzi da parte dei leader palestinesi di addivenire a uno stato completo, per i quali è già stabilito che siano ascoltati dalle Nazioni Unite ai primi di settembre, hanno sospinto le supposizioni sul fatto che Israele stia pianificando un attacco chirurgico contro gli impianti nucleari dell’Iran nel mese di settembre quale mezzo per distrarre dalla prospettiva di un tale accordo e in ultima analisi, di farla deragliare.

Il mese scorso, l’ex agente della CIA Robert Baer ha affermato che i commenti fatti dall’ex capo del Mossad Meir Dagan «ci dicono con certezza che Netanyahu sta pianificando un attacco e, nella misura in cui io possa indovinare quando sarà, probabilmente sarà nel mese di settembre, prima di una votazione sullo stato palestinese».

 

Fonte: http://www.prisonplanet.com/russian-envoy-nato-is-planning-attacks-on-syria-iran.html.

Traduzione per Megachip a cura di Maria Rosa Felluda.

Commenta su Facebook