Nel primo venerdì del Ramadan Israele ha posto restrizioni all’entrata dei fedeli nella spianata delle Moschee

Nella città vecchia di Gerusalemme oggi le forze di sicurezza israeliane limitano l’accesso dei fedeli musulmani alla spianata delle Moschee.

Più di 2mila agenti sono stati dislocati permonitorare l’area attorno al luogo santo. Secondo testimoni oculari si permette l’accesso solo a uomini di età superiore ai 50 anni e a donne di almeno 35 anni.

Oggi è il primo venerdì di Ramadan e Israele ricorre spesso a queste misure precauzionali in occasione di momenti di tensione o in date significative per il mondo musulmano.

La spianata delle Moschee per l’islam è il terzo luogo santo al mondo ed è venerato anche dagli ebrei come monte del Tempio.

PeaceReporter.it

Commenta su Facebook