di Il faro sul mondo

Il consigliere per gli affari internazionali del Leader supremo Khamenei, Ali Akbar Velayati ha sottolineato il continuo sostegno del suo Paese alla Siria nella lotta contro il terrorismo, ed ha sottolineato che il presidente Bashar al-Assad è l’unico che può combattere e sconfiggere i terroristi e salvare la sua nazione.

“Non è facile per un Paese resistere ad una guerra globale per cinque anni e raggiungere la vittoria”, ha dichiarato Velayati, lodando l’ottimo lavoro del governo siriano negli ultimi anni della guerra contro il terrorismo. Ai primi di maggio, Velayati ha tenuto una riunione con il presidente Assad a Damasco e conferito sui recenti sviluppi regionali, specialmente sulla guerra congiunta dei due Paesi al terrorismo.

Nel corso della riunione, il presidente Assad ha apprezzato gli sforzi e l’assistenza dell’Iran al suo Paese nella lotta contro i gruppi terroristici, dichiarando che la nazione iraniana e il governo hanno utilizzato tutte le loro risorse a tal fine. Velayati, da parte sua, ha sottolineato l’importanza di combattere il fenomeno del terrorismo, che ha rappresentato un grave pericolo per la pace e la sicurezza regionale e mondiale.

“In realtà, l’asse della Resistenza è in piedi e lotta per la pace e la sicurezza globale. La Repubblica islamica dell’Iran si avvale di tutte le sue capacità per la lotta contro i terroristi, che commettono crimini contro le nazioni regionali, a prescindere dalle loro tendenze e senza attenzionare la ridicola categorizzazione dei terroristi in ‘moderati’ o estremisti”, ha aggiunto Velayati.

Fonte: Il faro sul mondo

Commenta su Facebook