diGary North1

Pat Buchanan c’ha visto giusto. Il settore pubblico — denaro rubato per progetti mangiasoldi — sta andando in bancarotta. San Bernardino è la scritta sul muro.
Ci saranno fallimenti in altre città.
I politici ed i burocrati stanno finalmente iniziando ad essere a corto del denaro altrui.
La Federal Reserve in ultima analisi creerà più denaro. Ma questa “soluzione” si limita a ritardare la resa dei conti.
Ci sono altre città fallite, Harrisburg e Scranton, Pennsylvania sono al fallimento. Così come Jefferson County, Alabama, in cui si trova la città di Birmingham.
Non se ne sa molto. “Detroit è stata presa in amministrazione controllata dal Michigan. Un piano è in discussione per livellare un quarto della città e riconvertirla in pascoli e terreni agricoli come soleva essere un secolo fa.”
Propone un buon ragionamento. Hiroshima fu rasa al suolo nell’Agosto del 1945. Ora è una città di successo. Detroit era vigorosa nel 1945. E’ un caso disperato oggi.
Che cosa è successo in America? Colpisce il segno: la politica del debito pubblico. Da Reagan fino a oggi, i politici hanno promesso molto. Non possono mantenere le loro promesse. Le città hanno assunto burocrati, insegnanti, poliziotti. Queste persone hanno ottenuto pensioni al di sopra del mercato. Ma i tempi duri sono arrivati. I giorni spensierati stanno arrivando alla fine.
Era ora!

La quota della forza lavoro relativa al governo è salita a 22.5 milioni. Si tratta di quasi tre volte il numero del settore pubblico quando JFK prestava il suo giuramento. A questi dipendenti sono stati garantiti sicurezza sul lavoro e stipendi elevati, assistenza sanitaria sovvenzionata, prepensionamenti e pensioni che il settore privato non può eguagliare.

Ciò finirà, ma noi critici vi avevamo messo in guardia. Nessuno ascoltava. Ora ascolteranno. Non avranno scelta. I conti non torneranno in equilibrio.
Ha ragione: “La Grande Recessione ha portato ad un arresto. Siamo giunti alla fine della storia.”
Era ora!
Con i ricavi in picchiata, le città e contee sono di fronte ad una scelta. Aumentare le tasse, o tagliare i libri paga ed i servizi. Ma se aumentano le imposte o i lavoratori vengono licenziati e declinano i servizi, gli Americani si sposteranno nella nostra società in movimento tra i confini della città e dello stato, come si stanno muovendo dalla California al Colorado, Nevada e Arizona.
Questo non pone fine alla crisi, la intensifica.
Il fallimento non solo offre un sollievo alla città non pagando gli interessi agli obbligazionisti, consente ai sindaci di rompere i contratti con i sindacati. Sin dall’inizio della recessione, 650,000 dipendenti pubblici, quasi tutti i dipendenti comunali, provinciali o statali, hanno perso il lavoro. Milioni di persone hanno visto tagli alla paga ed ai benefici.
Era ora!
Sta accadendo in tutto il mondo.

Le città e le contee non hanno via d’uscita dal circolo vizioso. L’aumento dei deficit e dei debiti impone nuovi aumenti delle tasse e nuovi tagli nelle scuole, nella forze di polizia e nei vigili del fuoco. I residenti vedono affondare la città, così fanno le valigie e se ne vanno.

Ciò riduce ulteriormente la base imponibile ed allarga ulteriormente il deficit.
Ha ragioneo: il Keynesismo sta fallendo.
Era ora!
La Federal Reserve può ritardare tutto questo. Andrà così? Credo di sì. Ma non può inflazionare per sempre. Ciò ucciderebbe il dollaro. Se smetterà, entreremo nella Grande Depressione II.
Traduzione per il Portico Dipinto a cura di Johnny Contanti.
Commenta su Facebook