Emo Samloo era uno dei sostenitopri dell’ex presidente Manuel Zelaya. da quando c’è stato il gpolpe di Lobo era entrato nell’Fronte nazionale di resistenza popolare

E’ stato ucciso domenica notte, con almeno cinque colpi di arma da fuoco, Mahadeo Roopchano Sadloo Sadloo, per tutti “Emo”: uno dei mebri di spicco del Fronte nazionale di resistenza popolare (Fnrp) in Honduras.

E’ stato assassinato all’interno del suo negozio, nei pressi dell’hospital Escuela, a Tegucigalpa. Chi l’ha ucciso s’era recato al suo negozio “a piedi” secondo alcuni testimoni.

Indiano di nascita honduregno di passaparto, Emo Sadloo è arrivato in Centro America 35 anni fa per entrare nell’Frnp.

Dopo il golpe del 28 giugno 2009, con cui è stato rovesciato il governo di Manuel Zelaya, Emo è entrato a far parte del Fnrp. Da allora, più volte aveva subito minacce. Il presidente honduregno Porfirio Lobo ha pubblicamente condannato l’assassinio.

Commenta su Facebook