Il quotidiano liberal israeliano contro il governo di destra: Tehran impedisce l’ingresso a chi vuole controllare. Tel Aviv fa la stessa cosa.


 In uno dei più duri editoriali degli ultimi tempi – dedicato all’atteggiamento di chiusura assunto dal governo di Benyamin Netanyahu di fronte agli attivisti di Benvenuti in Palestina (Flytilla) – il quotidiano liberal Haaretz sostiene che in questa circostanza Israele si sta comportando in maniera non dissimile dall’Iran.

«L’Iran – nota l’articolista – impedisce l’ingresso nelle proprie installazioni nucleari ai controllori dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica, che vorrebbero riferire quanto vi avviene». «Israele – aggiunge – ha deciso di impedire l’ingresso nei Territori occupati di attivisti dei diritti umani che vorrebbero riferire dello stato dei diritti umani nella Regione».

Questo editoriale (titolato: Accoglieteli con i fiori) sta destando reazioni di oltraggio in alcuni siti della destra nazionalistica israeliana.

Fonte: http://www.globalist.it/Detail_News_Display?ID=9908&typeb=0&Haaretz-contro-Netanyahu-peggio-dell-Iran

Commenta su Facebook