A suo tempo erano Too big to fail, adesso sono Too big to jail, troppo grandi per essere arrestati. Mps è l’ultimo della lunga catena che coinvolge HSBS, JP Morgan, Santander. Loro nonostante le perdite hanno bilanci da favola, i tagli sono stati fatti sui dipendenti. E i manager? Al loro posto, ovvio!
ROSSANA PREZIOSO 
Anche i derivati Mps colpiti dalla Tobin tax. Per 100 euro. A tale cifra ammonta la “gravissima” ritenuta fiscale che gli esperti del governo hanno attribuito a operazioni come quelle che stanno dilaniando la banca più antica del mondo.Una domanda (tra le tante) serpeggia ora tra gli addetti ai lavori e soprattutto tra i piccoli azionisti: se i problemi dell’istituto erano noti da tempo, come mai Mussari (autore da anni dei disastri, lo stesso uomo che ha comprato Antonveneta per 9 miliardi quando questa, che produceva utili per 300 milioni, era stata da poco comprata per poco più di 6,7) è stato riconfermato alla guida dell’ABI a maggio? Domanda: di solito chi crea un grave danno, non viene punito invece che promosso?

Il famoso groviglio armonioso ha permesso, proprio grazie alle sue pieghe che originariamente dovevano essere un sinonimo che evitasse prese di potere dirette e assolutismi di sorta, ha anche permesso l’avvio di un sistema di ambiguità e zone d’ombra. In questo caso la Fondazione doveva essere il garante della trasparenza e degli interessi a lungo termine (anche in virtù di quel 50% delle azioni Mps) e invece adesso si dichiara “all’oscuro” di tutta la faccenda. Possibile?

Come è strano che la terza banca italiana si sia potuta permettere il lusso di eludere la “sorveglianza” non solo della fondazione ma anche di quella della Banca d’Italia come anche del Ministero del Tesoro.
Ed è la collusione tra politica ed economia delle banche che spaventa: vogliamo parlare del curriculum di parecchi componenti del governo Monti? Lo stesso governo che è stato chiamato per sanare il “problema finanziario” dell’allarme sui mercati, l’allargamento dello spread e altre simpatiche situazioni che, in verità sono state risolte, o quasi, a totale discapito della cittadinanza. Come a discapito degli azionisti prima e di TUTTI i cittadini sarà risolta anche questa. Nella speranza che Mussari abbia ciò che si merita. Dubbio che si suicida letteralmente in una amara risata sardonica.

Fonte: http://www.trend-online.com/prp/crisi-mps-sistema-bancario/

Commenta su Facebook